Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 607
  • Comments 856
  • Pages 7

Archivi del mese: maggio 2015

Al ristorante con cane: Prefetto cacciato

Quanti di noi hanno in casa cani e gatti che sono entrati a far parte integrante della nostra vita tanto da far sembrare quasi paradossale il fatto di non poterli includere nello stato di famiglia! Sono amici fedelissimi quali non se ne trovano tanti nel genere umano e  mai ti tradirebbero. Ci si parla con loro, ci si confida, ce li portiamo a passeggio ed anche in viaggio, ma ci sono delle occasioni in cui  non è possibile stare assieme ed allora qualche volta si è costretti o a rinunciare a feste ed incontri o a rinunciare a malincuore alla loro presenza.

Chi possiede un animale di taglia piccola, più di qualche volta  sarà stato tentato di tenerlo nascosto in borsa per portarselo appresso sfidando il diniego dei gestori di pubblici locali non sempre favorevoli alla presenza di animali  e comunque, in caso di intervenuto divieto, dopo qualche borbottio, normalmente ci si adegua o si leva il disturbo.

Ma da quanto riporta “Il Gazzettino” di oggi le cose non si sarebbero proprio svolte così nel caso Continua a leggere

18 miliardi di motivi per l’indipendenza

Non c’è tanto da aggiungere a questa ricerca messa a punto da Pierfranco Zanardo, presidente di LIFE Federale, i numeri non lasciano spazio ad interpretazioni  LIFE PD indipendenza

767 funzionari fasulli dell’Agenzia delle Entrate: una storia infinita

Quando “el takòn xe pèxo de’l xbrego” in perfetto stile taljan.

La sentenza della Corte Costituzionale 37/2015 ha messo una pietra tombale sopra la vicenda dei 767 funzionari nominati illegittimamente, dichiarandoli definitivamente illegittimi e di conseguenza illegittimi tutti gli atti firmati da questi fantomatici funzionari.

Accertamenti, cartelle esattoriali, pignoramenti e qualsiasi procedimento nato da questi atti nulli sarebbe inesorabilmente nullo.

Per correre ai ripari, e per limitare i danni, l’Agenzia delle Entrate ha provveduto, o quantomeno l’intento era di provvedere, a sanare la situazione facendolo a modo suo, infischiandosene delle norme che regolano l’argomento e con una serie di atti interni avrebbe surrogato le posizioni Continua a leggere

LIFE Treviso denuncia Direttori Agenzia delle Entrate ed Equitalia

Le copie della denuncia ai Direttori di Agenzia delle Entrate di Treviso e di Equitalia Treviso sono pubblicate a fondo pagina.

Non poteva che essere così. LIFE sempre in prima fila dalle proteste contra la GdiF, la bolla di accompagnamento, il bollo sulla patente, l’ ICI, la Camera di commercio, IRAP, INPS, INAIL, fermo amministrativo, alla difesa dei Serenissimi del Campanile del 1977,  fino all’adesione all’Autogoverno del Popolo Veneto del 2005, la citazione in Giudizio presso il Tribunale di Venezia di Napolitano e Prodi nel 2007, il Ricorso presentato a Strasburgo contro lo Stato Continua a leggere

Agenzia delle Entrate, Equitalia: dopo la diffida, le denunce

Denunciamoli tutti ad un Tribunale internazionale per crimini contro il Popolo Veneto.

La esenzione fiscale proclamata l’11 aprile 2014 da Plebiscito.eu ha un senso se non rimane un’iniziativa fine a se stessa e potrebbe diventare l’innesco della rivoluzione solo se trova un logico percorso di continuità.

In questo senso, la prima cosa da fare è quella di creare aggregazione tra tutti coloro che hanno aderito a questa iniziativa perché il fatto di trovarsi soli a decidere il da farsi davanti ad un avviso bonario dell’Agenzia delle Entrate o peggio, davanti ad una cartella esattoriale, il più delle volte porta ad optare per la soluzione più semplice: quella di rassegnarsi e pagare.

La rassegnazione porta poi ad alcune riflessioni su ciò che si è fatto, su quanto Continua a leggere

Equitalia: cartella nulla se non è chiaro il calcolo degli interessi.

Si sa che in Italja le sentenze non producono giurisprudenza, però rimangono un precedente utile a cui fare riferimento ed a cui affidare le nostre speranze di trovare un giudice o una commissione, equi e imparziali. Se uno su 100 ce la fa, perché non provare?

Daniele Quaglia

da “Il Giornale delle PMI” del 20/02/2015 – È illegittima la cartella esattoriale di Equitalia se il calcolo degli interessi non è chiaro.

A tali conclusioni è giunta una recente pronuncia della Commissione Tributaria Provinciale di Como (sentenza n.409/03/14, Continua a leggere

In ricordo di un amico

Lucio De Pasqualin, 53 anni di Rovolon (PD) compagno di tante battaglie in LIFE e sul fronte dell’indipendentismo veneto, ci ha lasciati. Lo ha fatto di sera seduto sul divano, nel modo in cui tutti noi vorremmo un giorno lasciare questa esistenza, senza soffrire e senza disturbare più di tanto amici e parenti. Non ha avuto il tempo di chiedere aiuto, di fiatare, perché l’infarto difficilmente ti concede qualche minuto per coordinare le tue ultime idee.

E in un batter d’occhio, Lucio ha lasciato questa realtà per quella prossima a cui nessuno di noi potrà sottrarsi e dove tutti, spero, ci rincontreremo. Ci ha lasciati però, noi che lo conoscevamo ed i suoi famigliari, disperatamente impreparati. Per chi volesse dare l’ultimo addio a Lucio ha queste tre ultime opportunità Continua a leggere

Equitalia, se richiesto, deve esibire la cartella.

Si sa che in Italja le sentenze non producono giurisprudenza, però rimangono un precedente utile a cui fare riferimento ed a cui affidare le nostre speranze di trovare un giudice o una commissione, equi e imparziali. Se uno su 100 ce la fa, perché non provare?

Daniele Quaglia

Commissione Tributaria Provinciale Milano, sez. XXV, sentenza 25.02.2014 n° 3824

Equitalia deve esibire la cartella se il contribuente lo richiede e se non lo fa non vi è prova della sussistenza del debito tributario.

Ciò è quanto emerso da una recente sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Milano (Sent. CTP di Milano n. 3824/25/14), la quale stabilisce quali sono gli obblighi del concessionario nel caso in cui il contribuente venga a conoscenza di cartelle esattoriali a suo carico senza averle mai ricevute prima (il caso tipico è quello del contribuente che apprende del debito solo a seguito di richiesta di informazioni allo sportello di Equitalia oppure a seguito del ricevimento di un’iscrizione ipotecaria o di un fermo amministrativo). Continua a leggere