Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 628
  • Comments 919
  • Pages 7

Archivi del mese: luglio 2017

Conto corrente all’estero. Quando diventa reato

Di per se trasferire soldi in un conto corrente estero non è illegale ma lo può diventare quando lo scopo del trasferimento è quello di “metterli al sicuro” dal fisco italiano.

Il segreto bancario sta diventando sempre più un rimpianto ricordo anche negli Stati che hanno fondato la loro solidità proprio sulla segretezza delle banche e con la scusa di combattere l’evasione fiscale trasmettono sempre più frequentemente informazioni sui depositi di cittadini stranieri.

E’ di qualche giorno fa la notizia che le banche Continua a leggere

Processo Po£isia Veneta/udienza spostata in data da destinarsi

ULTIMO MINUTO: UDIENZA SPOSTATA IN DATA DA DESTINARSI  (hanno paura?)

Il 25 luglio ore 09,00 in Tribunale a Treviso udienza, speriamo conclusiva, del procedimento penale contro 6 appartenenti allora all’Autogoverno del Popolo Veneto (APV) accusati dai PM di costituzione di banda paramilitare.

Dopo 7 anni, finalmente avrò l’opportunità di rivendicare il diritto di autodeterminazione del Popo£o Veneto con dichiarazioni spontanee depositate scritte in lingua veneta ma delle quali darò lettura della traduzione allegata in lingua italiana per far meglio capire anche a chi non è veneto, le nostre ragioni.

Non ho la pretesa che i Giudici valutino il nostro agire dal punto di vista del diritto dei Veneti all’autodeterminazione, so che è una cosa impossibile, ma dopo aver portato l’argomento in Tribunale a Venezia nel 2008 e a Strasburgo nello stesso anno, avere la possibilità di rifarlo domani, 9 anni più tardi in un momento in cui l’argomento “autodeterminazione” è diventato comune tra i Veneti può essere l’occasione del definitivo rilancio politico della questione veneta.

Qualsiasi cosa accadrà, domani pubblicherò su questo sito le mie “dekiarathion spontanee” in lingua veneta e in lingua italiana.

Chi decidesse di venire in Tribunale è il ben venuto ma sappia che  lo fa a titolo personale ed eventuali assembramenti sono da ritenersi assolutamente spontanei.

Daniele Quaglia

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Attenzione all’Amministratore di fatto

Può succedere che, per vari motivi, l’amministratore di una società o il titolare sia solo un prestanome, un così detto testa di legno, spesso all’oscuro di quello che avviene in ambito gestionale.

Attenzione, perché una recente sentenza della Cassazione ha individuato una nuova figura nell’ambito della conduzione aziendale: l’Amministratore di fatto al quale vengono attribuite responsabilità civili e penali in caso di inadempimenti o frodi.

Nel caso della sentenza, l’azienda era intestata ad una signora che dai riscontri della GdiF si era dimostrata del tutto estranea alla vita aziendale della quale, invece, il Continua a leggere

Garibaldi, Bossi e Zaia

Tre nomi, una garanzia per l’Unità d’Italia.

Il primo, Garibaldi, nonostante la pressante controinformazione lo indichi, prove storiche alla mano, un criminale, questi detiene sicuramente il titolo di fautore materiale dell’Unità d’Italia.

Il secondo, Bossi, è colui che ha evitato la dissoluzione dell’Italia quando le spinte secessioniste del Veneto avevano raggiunto il massimo picco negli anni ’90. Aizzando le folle al grido di “secessione” e “Basta Roma, basta tasse” etichettava la LN come movimento secessionista e nel contempo incanalava la rabbia dei secessionisti nelle valvole di sfogo dei comizi: finito il comizio tornava la quiete e indisturbato poteva continuare a governare l’Italia dall’interno dei governi a cui la LN ha partecipato con Berlusconi, negli ultimi 25 anni.

Il terzo, Zaia, è il Continua a leggere

Centri per l’impiego …. anche per gli autonomi

C’era un volta ……… l’ufficio collocamento, emanazione del ministero del lavoro presente in ogni comune; aveva il compito di facilitare l’incontro tra richiesta e offerta di lavoro. In tanti anni di attività imprenditoriale, non mi è mai capitato di trovare un operaio tramite questo ufficio. Anni in cui c’era la piena occupazione e gli iscritti nelle liste erano sempre gli stessi, cronici disoccupati per i quali trovare un vero lavoro sarebbe stata una iella e avrebbe sconvolto una tranquilla vita da fancazzista.

Oggi ci sono ……. i centri per l’impiego istituiti con le stesse motivazioni dei primi in un periodo nel quale il problema è inverso: mancanza di lavoro e quindi Continua a leggere