Login

Newsletter

  • Users 79
  • Posts 578
  • Comments 815
  • Pages 7

album fotografico

Processo Tanko 2 (album fotografico)

A Brescia eravamo mezzo migliaio a invocare Libertà e Indipendenza per il Popolo Veneto non solo a manifestare  sostegno verso i 34 a processo per il Tanko 2. Un processo che poggia su basi effimere, dal futuro sempre più traballante tanto che nessuno si meraviglierebbe di una conclusione anticipata per l’insussistenza delle prove d’accusa. Quasi un processo fatto per forza al solo scopo di scoraggiare chi sogna l’Indipendenza del Veneto, ma vista l’alta affluenza di Veneti, si direbbe che il risultato è opposto alle intenzioni e forse per loro, gli italjani, sarebbe meglio disinnescare Continua a leggere

Quando lo sciopero fiscale?

1996 San Donà di Piave (VE), 2017 Piovene Rocchette (VI) le stesse vicende che si ripetono a distanza di 21 anni. Allora Luigi Baesse imprenditore dell’abbigliamento di San Donà di Piave dopo aver subito il fallimento della sua azienda (vedi http://www.life.it/1/falliti-per-ragion-di-stato/#more-1288 ) è stato messo sulla strada dall’ufficiale giudiziario in ordine ad un decreto di sfratto esecutivo eseguito con l’intervento del nucleo antisommossa dei CC dopo vari tentativi. Oggi la stessa sorteè toccata ai  fratelli Spezzapria di Piovene Rocchette, anch’essi operatori dell’abbigliamento buttati fuori di casa con le stesse modalità subite da Baesse 21 anni prima.

Medesima attività produttiva, medesima sorte, medesimi i creditori: le banche.

In entrambi le vicende sembrerebbe che lo Stato non abbia colpe invece le colpe più gravi sono sue. Eccole! Continua a leggere

Il diritto di non pagare le tasse

I trattati internazionali che gli Stati ratificano hanno valore vincolante e non si vede il perché non lo dovrebbero avere, quello che essi firmano diventa Legge di rango superiore per quegli Stati.  Se in qualunque maniera i trattati fossero confliggenti con norme preesistenti, gli Stati che hanno adottato quei trattati hanno l’obbligo di attenersi a questi e l’Italia lo ha esplicitamente previsto con l’art.10 della Costituzione.

Quando è lecito non pagare le tasse ce lo suggerisce uno di questi trattati.

La legittima pretesa di non pagare le tasse è prerogativa di un popolo in fase di autodeterminazione e il Popolo Veneto si trova in questa fase da almeno 10 anni, da quando LIFE-APV ha Continua a leggere

La Polizia Locale convoca Claudio

La vicenda delle bandiere di San Marco a Tovena ha un risvolto inedito: il 29 settembre 2016 la Polizia Locale invitava Claudio Delle Pasqualine a presentarsi in Ufficio per comunicazioni urgenti.

Claudio, che non è certo un tipo malizioso, si è recato da solo e riferisce che l’ufficiale di PS lo avrebbe invitato a sostituire le bandiere danneggiate dalle intemperie per rispetto del loro valore istituzionale.

Senza testimoni o registrazioni audiovisive è difficile sostenere la tesi che tali dichiarazioni fossero state espresse da un pubblico ufficiale, così noi LIFE e Claudio, di comune accordo, abbiamo pensato di renderle ufficiali in modo indiretto. Questa mattina Claudio ha depositato all’Ufficio protocollo Continua a leggere

La bandiera di San Marco fa paura?

Claudio Delle Pasqualine è un simpatizzante LIFE, volontario dei GIR (Gruppi di Intervento Rapido) sempre disponibile a dare una mano. Da tempo ha aperto un contenzioso con l’amministrazione di Cison di Valmarino che, a suo dire, non si opera a sufficienza per dare un supporto a chi non trova un lavoro:  in tal senso la politica del Comune non sembra tanto diversa da quella di Roma che ben poco fa per risolvere il problema della disoccupazione.

Allora, la vendetta di Claudio è stata quella di esternare il suo stato d’animo issando le Bandiere della Serenissima Repubblica  ed esponendo un Continua a leggere

Sdoganata la bandiera di San Marco: merito di militanti LIFE

Nell’udienza di ieri al processo Po£isia Veneta, che ha messo in evidenza l’incongruità dell’unificazione delle due inchieste, la cosa più rilevante è stata la presa di posizione del PM, sostituto del magistrato titolare Valmassoi, contro l’esposizione delle bandiere di San Marco in aula di Tribunale.

Ha rilevato che “non è tollerabile in un’aula del tribunale italiano, l’esposizione di simboli che non siano quelli istituzionali e chiedo che il Giudice disponga l’immediato ritiro di queste o l’allontanamento di chi ostenta il simbolo”.

A tale richiesta si è opposto un piccolo gruppo di indipendentisti  militanti LIFE creando attimi di tensione  con eccitati brontolii di disapprovazione ed allora il PM ha disposto la loro immediata identificazione da parte Continua a leggere

Come pagare i debiti gratis con “La moneta che non c’è”

Il 25 luglio 2016 veniva postato in questo sito un argomento dal titolo “La Moneta che non c’è” (vedi http://www.life.it/1/la-moneta-che-non-ce/) a conclusione del quale formulavamo l’ipotesi che crediti erogati con moneta virtuale vengano pagati con la stessa moneta, cioè con il nulla.

Lo stesso giorno inviavamo all’Avvocato Della Luna una mail segnalando il link dell’articolo e lui, in risposta a questa, il 4 agosto condivideva l’idea e ci forniva copia di un ricorso da lui presentato al tribunale di Asti.

Ora appare nel suo Continua a leggere

Processo Tanko 2 a Brescia

Si è tenuta ieri, 30 ottobre 2016 a Brescia, udienza a porte chiuse del processo Tanko 2.   Brevissima, poco più di un’ora per tentare di capire se per i fatti contestati siano competenti tribunale e procura di Brescia, oppure tribunale e procura di Rovigo oppure Venezia. Una battaglia tra procure che riprenderà il 3 marzo 2017 a suon di cavilli ed eccezioni perché, a quanto pare, il caso è allettante per magistrati bramosi di carriera.

LIFE Veneto, per l’occasione ha organizzato un pullman che ha portato davanti al Tribunale di Brescia 54 militanti e simpatizzanti LIFE che si sono uniti ad un centinaio di altri sostenitori già presenti, sotto lo sguardo vigile di una decina di CC. Tutto si è svolto tranquillamente ma Continua a leggere

Il debito nasce con l’Unità d’Italia

La campagna del 1859 contro l’Austria per la conquista del Lombardo Veneto, costò al Piemonte 50.000.000 di Lire finanziati dallo Stato più altri 40.000.000 di Lire ottenuti come prestito da banche inglesi e francesi e vide  l’impiego di 60.000 uomini. La Francia, alleata del Piemonte stanziò una somma di 500.000.000 franchi con cambio Lira-Franco paritario e l’arruolamento di 140.000 soldati. Con l’armistizio di Villafranca tra la Francia, vera vincitrice della guerra e l’Austria sconfitta, parte della Lombardia fu ceduta da questa alla Francia che l’avrebbe girata al Piemonte il quale, in cambio dell’alleanza, cederà La Savoia e Nizza a Napoleone III.

Considerando lo scambio Savoia, Nizza – costo sostenuto dalla Francia, l’annessione parziale della Lombardia costò 590.000.000 di Lire che con coefficiente di attualizzazione di 0,0001175 indicato dall’ISTAT e cambio 1936,27 equivalgono a 2.593.272.940 di euro del 2008 (data ultimo coefficiente disponibile)

Niente male per uno Continua a leggere

Uccide un rapinatore: medaglia d’oro al valore civile.

Uccide un rapinatore: medaglia d’oro al valore civile.

Il titolo che tutti vorremo leggere perché non è possibile che estranei entrino in casa o nel tuo luogo di lavoro, e per pochi soldi, mettano a repentaglio la vita tua e quella dei famigliari.

E’ ora di dire basta a questa filosofia esotica che criminalizza le vittime e vittimizza i criminali.

Va in tal senso la richiesta di archiviazione proposta dal PM al GIP del Tribunale di Milano inerente il caso del gioielliere di Rodano (MI) che uccise un rapinatore albanese entrato in casa con due complici. Non è così, invece, per Walter Onichini di Legnaro (PD) rinviato oggi a giudizio, con l’accusa di tentato omicidio per aver sparato alle 3 di notte ai rapinatori che, dopo il furto in casa gli stavano rubando anche l’auto.

Perché il cittadino deve difendersi prima dai delinquenti, fare i conti con leggi poco chiare per poi Continua a leggere