Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 647
  • Comments 954
  • Pages 7

buropazzia

Debiti fiscali: quali sono i beni impignorabili

Geremia Agnoletti segnala questo argomento:

I limiti alla pignorabilità dei beni in caso di debiti con l’Erario, dalle proprietà immobiliari a stipendi e pensioni, ai beni cointestati

20 settembre 2017 – Dopo le procedure cautelari (fermo e ipoteca), il pignoramento è il primo atto esecutivo che l’ente di riscossione (come la nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione) avvia previa comunicazione, con l’obiettivo di vincolare determinati beni del debitore al soddisfacimento del diritto del creditore. Scatta nel caso in cui, dopo 60 giorni (120 per debiti fino a 1000 euro), non si paghi o rateizzi la cartella esattoriale legittimamente notificata, a meno che non ci sia un provvedimento di sospensione o annullamento del debito. Esistono tuttavia dei limiti alla Continua a leggere

LIFE denuncia: Pensione di 280 €, lo Stato gli chiede 1.467.206,89€

Questa è la prima di tre vicende che andremo a raccontare e che rivelano il paradosso dello Stato italiano pietista verso chi ci invade clandestinamente ma aguzzino intransigente nei confronti di suoi cittadini.

E’ la storia di un imprenditore agricolo che più di 20 anni fa, colpa degli incentivi che lo Stato disponeva per i giovani imprenditori agricoli, ha avuto la malsana idea di realizzare una stalla che, nel suo intento, avrebbe dovuto cambiare in meglio il suo futuro.

Da allora, la sua vita è cambiata Continua a leggere

Autovelox: come difendersi dalla truffa

Da anni in battaglia contro i soprusi dell’autovelox, Giorgio Vigni, ex presidente LIFE Treviso non resiste alla smania di rivelare come difendersi.
Questo il suo comunicato pervenuto in casella info@life.it
“Fradei, giovedì alle 21.15 su RETEVENETA, can 18, darò istruzioni per difendersi dalla truffa autovelox, con la speranza che i sudditi lo siano un po’ meno.

Napoleone ha abbassato la coda del Leone, chiederò che tutti i comuni veneti la restaurino, bella alta, come deve essere.
I napoletani hanno tradotto il Vangelo di S. Marco in lingua, molto bello, lancerò l’idea della traduzione in veneto.
Ti co’ nu, nu co’ ti “.
                                 G. Vigni

La PA paga quando vuole

Nel 2016 la Pubblica Amministrazione ha pagato i suoi fornitori sempre in ritardo rispetto ai tempi prefissati per legge, a volte di pochi giorni, altre di qualche mese.

Questa classifica, stilata dal centro studi della CGIA di Mestre denuncia che:

Equitalia ha pagato i fornitori con un ritardo medio di 13 giorni;

INPS con ritardo medio di 29 giorni;

Ministero degli Interni con ritardo medio di 58 giorni; Continua a leggere

Italia, Paese da evitare

Italia: un paese dove nessuno ha più voglia di rischiare e si accontenta di mantenere quello che ha realizzato, dove i giovani che hanno voglia di intraprendere non trovano le condizioni che lo facilitino e dove nessuno vuole più venire a vivere.

In queste tre righe la storia di Gianluca Segato, giovane laureato ventitreenne di Vigonza (PD), con due amici ingegneri ideatore di un’app oggi utilizzata da migliaia di studenti italiani, che per poter vedere realizzato il suo lavoro, dopo infruttuosi approcci nel bel paese, ha scelto Continua a leggere

Ispezione GdiF oltre le 21,30 !?!?

Mi telefona un vecchio amico LIFE alle 21,30 scusandosi per avermi svegliato e chiedendomi se la Guardia di finanza può continuare un’ispezione oltre tale orario e per di più in assenza del titolare.

Avendo io abitudini nottambule l’ho rassicurato che non aveva violato il mio diritto al riposo e ho ben accettato un breve dialogo.

Il fatto si è così svolto: il magazzino di un suo fornitore è stato oggetto, nel primo giorno di rientro dalle ferie, di una ispezione della GdiF, in assenza del titolare.

Questo amico LIFE, che in giornata aveva più volte contattato il Continua a leggere

Agente della riscossione: inizio o già fine?

Altro che super poteri al nuovo agente della riscossione! Appena inaugurato, rischia il fallimento.

L’Italia è forse l’unico Paese al mondo dove la classe politica e burocratica si ritiene al di sopra delle norme agendo di conseguenza, salvo poi essere costretta a rocambolesche capriole giuridiche e giudiziarie per limitare i danni di un dilettantismo gestionale cronico.

Così, dopo la questione dei 767 funzionari illegittimi di Agentrate scoppiata alcuni anni fa, anche il passaggio dei dipendenti da Equitalia al nuovo ente Continua a leggere

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Centri per l’impiego …. anche per gli autonomi

C’era un volta ……… l’ufficio collocamento, emanazione del ministero del lavoro presente in ogni comune; aveva il compito di facilitare l’incontro tra richiesta e offerta di lavoro. In tanti anni di attività imprenditoriale, non mi è mai capitato di trovare un operaio tramite questo ufficio. Anni in cui c’era la piena occupazione e gli iscritti nelle liste erano sempre gli stessi, cronici disoccupati per i quali trovare un vero lavoro sarebbe stata una iella e avrebbe sconvolto una tranquilla vita da fancazzista.

Oggi ci sono ……. i centri per l’impiego istituiti con le stesse motivazioni dei primi in un periodo nel quale il problema è inverso: mancanza di lavoro e quindi Continua a leggere

Elenco dei solidali con Lucio Chiavegato contro Equitalia

Sono 230 i cittadini, veneti e non, che hanno sfidato Equitalia sottoscrivendo le accuse di istigazione al suicidio ad essa rivolte da Lucio Chiavegato, al tempo presidente di LIFE Veneto

Il 23 maggio 2016 dal sito www.life.it veniva lanciata una sottoscrizione alle dichiarazioni Continua a leggere

Commenti recenti