Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 607
  • Comments 856
  • Pages 7

Fraja Veneta

Fratellanza Veneta

Ha offeso Equitalia: Chiavegato a processo il 12 aprile a Roma

E’ la tecnica dell’okkupante colonialista quella di fare i processi a chi esprime liberamente il proprio pensiero politico in disaccordo al pensiero unico che si vorrebbe instaurare. E per Lucio non si tratta della prima volta perché è già successo nel 1998, nel 2001, nel 2004, nel 2014 come riportato con i relativi capi d’accusa nel libro “FRAJA” (edito da LIFE e disponibile su richiesta): è recidivo e non Continua a leggere

Po£isia Veneta, figli di un Veneto minore?

Martedì 11 ottobre, ore 11,30 presso il tribunale di Treviso riprende il processo alla Po£isia Veneta.

C’è molta disinformazione sui fatti e sul valore politico della questione.

Conversando con alcuni amici davanti al tribunale di Brescia in occasione dell’udienza preliminare del processo Tanko2 tenutasi il 30 settembre us, ho capito che si è creata nell’opinione pubblica l’idea che il processo alla Polisia Veneta riguardi un individuo in particolare e che tutto sia gravitato attorno a questo che, si è poi scoperto, confidente dei carabinieri di informazioni confluite negli arresti di 24 veneti e all ‘incriminazione di 47 indipendentisti con l’ipotesi di terrorismo.

Per questo motivo il processo Po£isia Veneta è visto con distacco, quasi con rifiuto.

Ma i fatti non sono così almeno per quanto riguarda il primo Continua a leggere

30.940 Veneti pronti alla lotta armata?

I cittadini veneti aventi diritto al voto sono 3.975.000.

Recenti sondaggi attribuiscono agli indipendentisti una quota di circa il 60%, vale a dire 2.380.000.

Tali numeri sarebbero molto simili a quelli di Plebiscito.eu ammesso che questi siano veritieri.

2.380.000 indipendentisti veneti sono un numero veramente importante, ma quanti di questi sono disposti a fare qualcosa in prima persona e quanti invece, alle parole non farebbero mai seguire alcun fatto?

Una idea ce la stiamo facendo con i due inviti a sottoscrivere pubblicamente le dichiarazioni di Lucio Chiavegato nei confronti di Equitalia.

Questo non è un atto che ci porta diritti all’indipendenza ma è un’azione propedeutica alla disobbedienza civile, lo stesso tipo di disobbedienza che ha portato alla libertà l’India (disobbedienza sulla tassa del sale) e gli Stati Uniti d’America (disobbedienza sulla tassa del Tè) dall’Inghilterra.

Sottoscrivere quelle parole “oltraggiose nei confronti di Equitalia” è schierarsi a favore di Lucio Chiavegato, irriducibile militante indipendentista, contro il simbolo indiscusso dell’oppressione italiana che è Equitalia.

Ci si schiera per Lucio, contro lo Stato italiano, creando un’opposizione Continua a leggere

Il verme solitario che divora il Popolo Veneto

Ad oggi sono 103 le sottoscrizioni alle dichiarazioni, di Lucio Chiavegato su Equitalia espresse nel corso della trasmissione Quinta Colonna del 3 giugno 2013, che gli sono avvalse un rinvio a giudizio da parte della procura di Roma per “offese e diffamazione nei confronti di Equitalia”, su denuncia di Attilio Befera, allora presidente di Agentrate ed Equitalia.

Non sono 1030, 10.300 o 103.000: sono solo 103!

Mi vien da dire che il Popolo Veneto merita quello che ha; è in balìa di una etnia parassitaria-socio-politica, deficiente assoluta in cultura del lavoro e dell’economia reale ma, specialista nello sfruttamento di chi lavora e crea economia. E’ in balìa del parassita per eccellenza,  la tenia, o verme solitario.

La sottoscrizione proposta da LIFE a favore di Chiavegato, all’epoca dei fatti Presidente di LIFE Veneto, non esige né firma, né numero del documento di identità: inutilizzabile, quindi Continua a leggere

Dopo la lettera aperta a Gianluca Busato, il presidente LIFE Treviso presenta le sue dimissioni

La lettera aperta a Gianluca Busato provoca le dimissioni del Presidente di LIFE Treviso. Questo il suo comunicato da lui pubblicato in Facebook

Dimissioni del Presidente di LIFE TREVISO.
Oggi il sottoscritto Ivan Fabris Presidente di LIFE TREVISO ho rassegnato le dimissioni dall’incarico di Presidente in seguito alla lettera di Daniele Quaglia indirizzata a Gianluca Busato e a mio intendere estesa a tutti gli attivisti di plebiscito.eu. Io sono parte attiva di questo movimento dal 2014 e quindi sono a conocienza dei sacrifici fatti e del lavoro svolto da tutti i volontari di questo movimento. Analizzando i FATTI ed il grado di GIURISDIZIONE a cui plebiscito.eu si sta preparando ad affrontare: VENETO INDIPENDENTE, PAROLA ALLA CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA DELL’ONU – http://blog.plebiscito.eu/… l’azione di Daniele Quaglia ostacola l’unica via di salvezza per il popolo veneto.
Io ho sempre sostenuto che qualsiasi persona, qualsiasi movimento o associazione che combatta per la libertà dei VENETI meriti rispetto.
Colgo l’occasione per ringraziare e salutare tutti coloro che assieme a me abbiano combattuto in questi 18 anni per ridare la DIGNITA’ UMANA AI VENETI.WSM

Parlo a titolo personale perché pesantemente, pubblicamente e immotivatamente tirato in Continua a leggere

Riviera del Brenta, raccolti 4611 €

Emozionante serata pro Riviera del Brenta a Santa Lucia di Piave. Ospiti Mario e Alberto Gallo, padre e figlio, Massimo e Roberto Gottardo, fratelli  e Andrea Artusi, titolari di tre aziende artigiane di Dolo che hanno visto distrutti, in quegli attimi tremendi dell’ 8 luglio 2015, i capannoni e le loro case, sacrificio e sogno di una vita, la loro vita.

In un momento, il tornado ha spazzato via, muri e luoghi impregnati della loro esistenza, testimoni dei loro momenti di gioia e di sofferenza.

La testimonianza materiale della loro storia, una parte profonda del loro esistere e dell’esistere  di tutti coloro che hanno condiviso la stessa sorte è svanita trovando posto nel libro ricordi.

Dopo quegli infiniti attimi di devastazione e terrore, un silenzio spettrale ha avvolto il tutto confondendo la mente che stentava a dare una collocazione geografica  della sua presenza.

In queste condizioni estreme, nei Veneti scatta un meccanismo che blocca le emozioni, non lascia spazio né a pianto né a disperazione, e innesca Continua a leggere

A Natale regala il libro “FRAJA”

Un libro è per sempre, per il Santo Natale 2014 regala “FRAJA” il libro che racconta  i 20 anni di impegno LIFE sul fronte della LIBERTA’ dando amplissimo spazio ai 4o giorni di digiuno a staffetta in solidarietà dei 24 patrioti veneti incarcerati il 2 aprile, con la pubblicazione del diario giornaliero di quei giorni, nomi dei digiunatori, le motivazioni del digiuno, le statistiche parziali e finali di un avvenimento unico, che resterà nella storia dei Veneti con il nome di “FRAJA”.    http://www.life.it/1/fraja-ora-e-un-libro/

Prenotalo in tempo a info@life.it

Sfogliando qualche pagina  potrai renderti conto del valore storico di questo testo, Continua a leggere

20° compleanno LIFE

Domenica 6 luglio sarà solo ed esclusivamente festa LIFE.  

Circola la diceria che  tale occasione possa trasformarsi in passerella politica per qualcuno: mai  LIFE si è prestato a sponsorizzare politicamente né Tizio, né Caio, né Sempronio e tantomeno la farà ora in questa festa così importante.

Il 4 maggio 2014 ricorreva il 20° anno di fondazione del LIFE, c’era in programma una festa ma in  quel periodo, ci siamo trovati a gestire la “FRAJA” in solidarietà ai 24 veneti detenuti prigionieri nelle carceri italiane con la strampalata accusa,  di “terrorismo” e nel finire di tale evento è nata l’idea di incontrarci per festeggiare tutti assieme il compleanno LIFE. A TOLA KOI SERENISIMI

La neonata “FRAJA”, grazie ad alcuni volontari, sta  trovando  ulteriore impegno  a favore di famiglie venete in  stato di difficoltà, che per un sano orgoglio e antica dignità difficilmente si rivolgerebbero  a Continua a leggere

A tavola con i Serenissimi

Domenica 6 luglio 2014 presso la struttura della Pro Loco di Spresiano (TV), LIFE organizza un incontro con i Serenissimi, quelli “vecchi” del 1997, e quelli “nuovi”  di aprile 2014, all’insegna della Fraja. Per maggiori informazioni e per prenotare, vedere il volantino  A TOLA KOI SERENISIMI

Digiuno e Alpini

Cari amici,
vi invio i files aggiornati sulla situazione attuale della Fraja Veneta. statistiche digiunatori al 9 maggio
Vedete se potete coinvolgere un amico: un giorno di astensione dal cibo fa bene:  alla causa Veneta, all’anima, al corpo.
Una piccola riflessione sull’intasamento dei tricolori da giovedì scorso su strade e autostrade.
Se avete avuto l’occasione di venire da Milano in autostrada, già da Giovedì 8/5, era tutto un flusso tricolore: auto, camion attrezzati, pullman, caravan, roulotte.
Tutti pieni di goderecci alpini bardati dei tre colori in tutti gli accessori.
Ne ho visti diversi gruppi anche Venerdì fare i turisti, con tanto di guide,in giro per Conegliano.
Oggi e domani impossibile recarsi verso Pordenone: 500.000 entusiasti veneti, lombardi, friulani, piemontesi, cioè gente di questo nostro Nord messo in ginocchio dall’Italia, sono lì a sventolare la bandiera causa della nostra rovina, di tanti suicidi.
Come è possibile?
Gli alpini sono brave persone, hanno il nostro comune denominatore: sono seri, lavoratori, sanno “fare”, e sanno anche essere goliardici quando la coscienza è a posto perchè hanno fatto il proprio dovere per tutta la settimana.
E però stanno lì allineati, col petto gonfio d’orgoglio, dietro al simbolo sbagliato: il tricolore.
Per tradizione, abitudine, cameratismo e forse anche un pò di paura di uscire dalle righe. Di essere “stonati” rispetto alla massa.
Mah!, credono ancora che Cadorna Luigi sia stato un grande generale e magari addirittura una brava persona.
Dobbiamo rispettarli e aspettare che il tempo galantuomo rimetta i tasselli della verità al loro posto.
Intanto: NON guardate la televisione oggi e domani e lunedì. NON osate avvicinarvi a Pordenone (raggio di sicurezza dall’epicentro tricolorato almeno 50 km).
Vi allego la lettera che ho scritto al Sindaco di Conegliano il 28 Marzo scorso a proposito del criminale macello noto con l’epitaffio di “Grande guerra”. lettera a sindaco su cadorna (2)
Viva San Marco

Fabio Padovan