Login

Newsletter

  • Users 79
  • Posts 580
  • Comments 815
  • Pages 7

REPUBBLICA VENETA

Spiati, giorno e notte. Anche questa volta scoperta la spia

Ieri sera era trapelata una notizia in Facebook che Gabriele Perucca del CLNV fosse stato prelevato dalla Polizia e accompagnato in questura.

Questa mattina veniamo a sapere che, sempre ieri sera un gruppo di alcuni indipendentisti si erano incontrati in un locale pubblico per uno scambio di idee, in zona Vicenza. Tra loro Lucio Chiavegato e Gabriele Perucca; mentre discutevano si sono accorti che qualcuno dall’esterno li stava fotografando.

Incuriositi sono usciti per chiedere il motivo di tanta attenzione al tizio che stava armeggiando con la macchina fotografica: questi avrebbe dichiarato Continua a leggere

Non pagare le tasse con consapevolezza

Questi appunti possano essere di aiuto a chi intraprende una qualunque forma di resistenza fiscale contro lo Stato italjano ed il suo ostinato e consapevole diniego al diritto di autodeterminazione del Popo£o Veneto; possano limitare al minimo le eventuali negative conseguenze di una radicale azione di disobbedienza civile dal risultato estremamente incerto e imprevedibile.

Indipendentemente dal fatto che non si paghino le tasse per motivi Continua a leggere

Processo Tanko 2 (album fotografico)

A Brescia eravamo mezzo migliaio a invocare Libertà e Indipendenza per il Popolo Veneto non solo a manifestare  sostegno verso i 34 a processo per il Tanko 2. Un processo che poggia su basi effimere, dal futuro sempre più traballante tanto che nessuno si meraviglierebbe di una conclusione anticipata per l’insussistenza delle prove d’accusa. Quasi un processo fatto per forza al solo scopo di scoraggiare chi sogna l’Indipendenza del Veneto, ma vista l’alta affluenza di Veneti, si direbbe che il risultato è opposto alle intenzioni e forse per loro, gli italjani, sarebbe meglio disinnescare Continua a leggere

L’Autodeterminazione in tasca

Brevi appunti tratti da una serata LIFE sul diritto di autodeterminazione dei Popoli; appunti ridotti al minimo per permettere, in modo veloce e a tanti più Veneti di iniziare un processo di auto consapevolezza; vanno letti raffrontandoli alle condizioni attuali del Popolo Veneto e alle sue esigenze; capiremo come Autodeterminazione sia sinonimo di INDIPENDENZA, per Continua a leggere

Capodanno veneto diffuso, nel mondo, dalle aziende

03/01/2017 more veneto,  alias 3 marzo 2017

Come far conoscere al mondo, grazie alle aziende, che il Popolo Veneto ha un suo millenario calendario  alla pari delle più antiche civiltà, a dispetto del novello colonialismo italico.

Piano piano i Veneti stanno riappropriandosi della loro lingua, della loro storia, usi costumi e tradizioni, elementi che costituiscono l’identità e la continuità di un popolo mentre la mancanza di questi ne determina la morte, l’insussistenza.

Il Popolo Veneto è vivo! Superato il torpore paralizzante della propaganda risorgimentale italjota, sta reagendo con vigore all’ormai stantio processo di colonizzazione.

More Veneto”, locuzione che letteralmente significa “secondo tradizione veneta”, reintrodotta nel linguaggio commerciale, può diventare il grimaldello che fa saltare definitivamente il perverso piano di alienazione del Popolo Veneto perché può veicolare in tutto il mondo Continua a leggere

Al Patriota Veneto

Quando l’unione fa la forza è la forza che fa la differenza.

La Patria, la “Terra dei Padri” non può che essere, per un veneto, la Venethia.

Il termine geopolitico Venethia è stato definitivamente cancellato negli anni settanta con l’istituzione delle Regioni Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, che andavano a sostituire il concetto geografico, volutamente dissolutivo e riduttivo, di Tre Venezie: Venezia Euganea, Venezia Giulia e Venezia Tridentina, a termine del processo di revisione di un passato storico dei Veneti, scomodo e ingombrante per la matrigna Italia che mai li ha amati.

Nel linguaggio corrente italiano la parola Patria riflette un significato vuoto, astratto se è dissociata da un’attribuzione geografica per il fatto che l’Italia non è sentita da alcuno dei suoi cittadini, “Terra dei Padri”, mentre Venethia, che etimologicamente significa “Terra dei Veneti” anche nel più riduttivo termine “Veneto”, ha in sé il Continua a leggere

Giustizia Veneta vs Agentrate e Equitalia

Il Tribunale del Popolo Veneto – Alta Korte de Justithia, a conclusione del procedimento a carico di funzionari e sottoposti di Agenzia delle Entrate ed Equitalia operanti nel territorio della Republica Veneta, ha emesso sentenza di colpevolezza nei loro confronti. Questi avranno la possibilità di difendersi dalle accuse Continua a leggere

Rottamazione Equitalia, news

Per chi avesse dei dubbi sulla proposta di rottamazione delle cartelle esattoriali, formulata dal governo, pubblichiamo queste ultime notizie con l’intento di dare il nostro contributo a chiarire la questione.

L’istanza di adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali deve essere inoltrata a Equitalia entro il 31 marzo 2017. L’adesione permetterà un ricalcolo dei debiti erariali, INPS e INAIL, conseguente allo sgravio di:

– sanzioni;

– interessi di mora.

Resteranno da pagare: Continua a leggere

Perché i parlamentari italiani sono i più pagati?

Perché i parlamentari italiani sono i più pagati?

Forse perché in Italia il costo della vita è più alto che in tutta Europa? NOOOO!     Forse perché i parlamentari italiani sono i migliori?  NOOOO!  Forse i salari medi italiani sono i più alti in Europa?  NOOOO!   Perché ….  l’Italia ha il PIL più alto?  NOOOO!   Perché …  l’Italia ha il debito più basso?  NOOOO!

Stipendi così alti non sono altro che una forma di corruzione istituzionalizzata con la quale lo Stato italiano si garantisce la fedeltà cieca dei Continua a leggere

Quando lo sciopero fiscale?

1996 San Donà di Piave (VE), 2017 Piovene Rocchette (VI) le stesse vicende che si ripetono a distanza di 21 anni. Allora Luigi Baesse imprenditore dell’abbigliamento di San Donà di Piave dopo aver subito il fallimento della sua azienda (vedi http://www.life.it/1/falliti-per-ragion-di-stato/#more-1288 ) è stato messo sulla strada dall’ufficiale giudiziario in ordine ad un decreto di sfratto esecutivo eseguito con l’intervento del nucleo antisommossa dei CC dopo vari tentativi. Oggi la stessa sorteè toccata ai  fratelli Spezzapria di Piovene Rocchette, anch’essi operatori dell’abbigliamento buttati fuori di casa con le stesse modalità subite da Baesse 21 anni prima.

Medesima attività produttiva, medesima sorte, medesimi i creditori: le banche.

In entrambi le vicende sembrerebbe che lo Stato non abbia colpe invece le colpe più gravi sono sue. Eccole! Continua a leggere