Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 647
  • Comments 954
  • Pages 7

Contante e conto corrente

Tutti, lavoratori dipendenti o autonomi, liberi professionisti, pensionati o disoccupati possono prelevare dal conto corrente qualsiasi cifra senza essere soggetti ad alcuna motivazione.

Solo gli imprenditori titolari di azienda grande o piccola che sia, sono soggetti al limite giornaliero di prelievo di 1000 € e massimo di 5000 nell’arco del mese.

Se il contante prelevato serve per pagamenti, è da ricordare che ogni singolo pagamento in contanti non può superare la somma di 2.999,99 euro.

Superati i limiti sopra elencati, scatta la presunzione di operazioni in nero e, se non si riesce a giustificare il prelievo delle somme, scatta l’accertamento fiscale.

Anche anomali prelievi non in linea con le normali esigenze consolidate nel tempo possono dare inizio ad accertamenti.

Per quanto riguarda i versamenti di contanti sul conto corrente, tutti sono tenuti a dimostrarne la provenienza.

Chi vuole evitare l’occhio indiscreto del fisco avrà certamente capito che il materasso rimane uno dei luoghi più sicuri per custodire e gestire il proprio contante.

Daniele Quaglia

per approfondire https://www.laleggepertutti.it/175013_contanti-cosa-cambia

Una risposta a Contante e conto corrente

  • giacomo scrive:

    Proprio cussi’ !!! Cara zhente Salve a tuti, volee semplicemente dirve che lori… i raiona cussi’ se ti te mete schei in banca, vol dir
    che no i te serve! se ti tei sconde da qualche parte a casa toa i e’ toi e i val sempre quel, invezhe in banca i tei cia’va!! i te dis che
    i val sempre de manco cussi coi te serve i e’ sparii !!!!!!! Penseghe zhente Penseghe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti