Login

Newsletter

  • Users 84
  • Posts 727
  • Comments 1,062
  • Pages 9

Delocalizziamo tutti

Perché anche i piccoli artigiani non delocalizzano la loro attività all’estero?

Dal almeno 20 anni le aziende italiane più strutturate dislocano in Paesi che offrono migliori opportunità economiche: tasse ridotte e basso costo della mano d’opera.

Non solo trasferiscono le sedi operative ma anche quelle commerciali: uno degli esempi più esplicativi è la FIAT che, dopo aver spostato negli anni la produzione via via in Spagna, Brasile, Polonia, e per ultimo in Serbia, ha pensato bene di trasferire la sede commerciale in Olanda dove paga pochissime tasse rispetto a quelle che pagava in Italia.

Le grosse aziende, quindi, non pagano più alcuna tassa in Italia alla quale, comunque, resta un ampio bacino di piccole e medie imprese, di professionisti, commercianti ed artigiani da spennare per bene perché tutti questi, in teoria, non hanno possibilità alcuna di dislocare se non quella di fare le valigie ed emigrare.

In pratica, però, la cosa è diversa perché anche questi hanno la possibilità di dislocare la loro sede “amministrativa”; compreso il più piccolo degli artigiani che, quantomeno, può usufruire di un tipo di società, magari anonima, che gli offre maggiore tranquillità personale oltre ad un insieme di altri vantaggi . . . . da scoprire in sede LIFE, mercoledì 14 marzo alle ore 20,45, dove il responsabile di un gruppo di Commercialisti operanti a Londra http://www.page-london.com/ illustrerà le opportunità, anche di carattere economico, che una simile scelta può offrire.

Non mancate, potrebbe essere la svolta del vostro destino.

DQ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.