Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 621
  • Comments 895
  • Pages 7

Equitalia: come annullare le vecchie cartelle

Per chi non se la sente di combattere lo Stato occupante con proclami di sovranità individuale o di indipendenza, sappia che questo può essere combattuto con l’uso delle sue stesse leggi come nel caso delle cartelle esattoriali notificate da più di 5 anni, che non siano state pagate e nemmeno mai impugnate.

Queste hanno la matematica certezza di essere annullate.

Ce ne da conferma l’art. 26.5 del Dpr n. 602/1973 che dispone l’obbligo per l’esattoria di conservare, per un periodo massimo di 5 anni, tutte le ricevute delle notifiche effettuate che saranno distrutte, oltre questo termine, non tenendo conto che quelle stesse cartelle possono essere impugnate anche dopo 10-15 anni.

Può succedere, per esempio, che una cartella mai pagata e mai impugnata, ricevuta nel 2007 venga reinviata dall’esattoria nel tentativo di riscuoterla nel 2017.

In questo caso il contribuente, assistito da un professionista disincantato, potrà sostenere di non avere mai ricevuto la stessa nel 2007 chiedendo prova all’esattoria, dell’avvenuta e regolare notifica. Notifica oramai distrutta.

Non potendo esibire la prova che la cartella del 2007 sia stata regolarmente inviata e ricevuta, il giudice non potrà fare altro che dichiarare nulla la pretesa dell’esattoria e nulla la nuova cartella esattoriale anche se emessa dal nuovo ente per la riscossione.

Quaglia Daniele

Per approfondire : https://www.laleggepertutti.it/168766_se-agenzia-entrate-riscossione-invia-la-cartella-e-non-vuoi-pagare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *