Login

Newsletter

  • Users 84
  • Posts 704
  • Comments 1,037
  • Pages 9

Fare impresa senza rischiare la casa, in attesa di una Repubblica Veneta Indipendente

Uomo avvisato mezzo salvato!

L’imprenditore, quello piccolo soprattutto, è talmente abituato a rischiare in prima persona, che spesso rischia anche quello che ha ricevuto in eredità dai genitori, quasi con rassegnazione.

Va bene mettere in gioco le proprie capacità imprenditoriali e organizzative, la fantasia, idee innovative, lungimiranza negli affari e quant’altro, ma questo non giustifica che nel gioco vi entrino beni patrimoniali familiari, esistenti prima dell’avventura imprenditoriale, magari offerti in garanzia alle banche per ottenere prestiti mentre esiste qualcuno, come queste ultime e come le grosse imprese,  che ha il privilegio di fare impresa senza accollarsi alcun rischio.

Tutti gli altri, invece, puntano sul tavolo dell’azienda, come in un gioco d’azzardo, tutti i loro beni e, come in un tavolo da gioco, si può vincere, raramente, o perdere tutto, molto più spesso.

Questi sono i piccoli imprenditori, un boccone prelibato per il fisco e per le banche perché garantiscono sempre, fino all’ultimo bene, i debiti aziendali.

Può succedere poi che qualcuno di loro si trovi, magari ad una certa età, senza lavoro, senza soldi e senza casa, buttato in mezzo alla strada dall’ufficiale giudiziario protetto, come nei promessi sposi, dai Bravi armati di manganello.

LIFE, tre anni fa ha proposto e fatto approvare dal Parlamento di Plebiscito. eu ( a proposito, esiste ancora?) una legge veneta che prevede la restituzione ai proprietari d’origine, degli immobili pignorati e venduti all’asta dal 2014 in poi; doveva essere un deterrente per i pirati delle aste giudiziarie.

E’ questo il vero problema: le leggi italiane che acconsentono la riduzione in schiavitù, di chi si è indebitato tramite l’azienda cosa che, in molti Paesi più evoluti di questo, è inconcepibile.

Come difendersi dalle leggi italiane in attesa di una Repubblica Veneta?

Per prima cosa lasciate fuori dai vostri affari, i beni di famiglia ; per l’esercizio dell’attività, costituite società di capitali a responsabilità limitata, srl o ltd ; intestate i vostri beni immobili ad una società anonima di diritto estero, che non consente l’individuazione del proprietario che, nella realtà, sarete sempre voi.

Il tutto nella perfetta legalità, assistiti non da faccendieri pasticcioni ma da commercialisti professionisti … alla faccia dei pirati e dello Stato pirata, per la vostra serenità e per  il benessere di tutta la famiglia.

Daniele Quaglia

3 risposte a Fare impresa senza rischiare la casa, in attesa di una Repubblica Veneta Indipendente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.