Login

Newsletter

  • Users 84
  • Posts 718
  • Comments 1,049
  • Pages 9

Fate schifo!

Luciano Dissegna, è ora un libero professionista- imprenditore ma annovera nel suo c.v., le cariche di vice direttore di Uffici Registri, IVA e Imposte nonché di direttore di Uffici dell’Agenzia delle Entrate (Trieste, Thiene, Schio e Montebelluna). Ciò che pensa e che dice con franchezza,  costituisce un pesante atto d’accusa contro il sistema tributario italiano che “posseduto” dall’avidità di denaro a tutti i costi ha  spazzato via qualsiasi resistenza di ordine etico e morale. Questa è una sua lettera  pubblicata dal “Sole24ore” il 21 settembre 2013.

Cosa succederebbe, caro Dott. Carruba, se i giudici venissero retribuiti in base agli anni di reclusione da loro affibbiati?    Nel giro di poco tempo le galere si riempirebbero di persone innocenti. E’ un po’ quello che sta succedendo con gli accertamenti e le relative sanzioni, molto simili, sul piano cosiddetto “afflittivo”, a quelle penali poste in essere, nell’Agenzia delle Entrate, a cura di funzionari che agiscono sulla scorta dell’ “obiettivo monetario”; che si muovono cioè in base a cifre minime di incassi da realizzare cui sono notoriamente legate le loro retribuzioni e la loro carriera. E’ normale che gran parte degli accertamenti, come risulta anche dagli esiti del contenzioso, siano infondati; e che i cittadini preferiscano pagare (con la riduzione delle sanzioni) per evitare i rischi ed i costi, notoriamente altissimi di un eventuale contenzioso. E’ normale , pertanto,  che i soggetti più esposti, i piccoli e medi imprenditori (pilastro dell’economia e dell’occupazione), siano tentati di gettare la spugna  e che il nostro Paese rischi ancora di più la rovina. Costituendo vantaggio personale per i funzionari del fisco, l’obiettivo monetario tra l’altro rasenta pericolosamente la violazione dell’obbligo di astensione disposto dal “Codice di comportamento” dei dipendenti pubblici; con l’ulteriore, grave, rischio di annullamento, da parte delle commissioni tributarie competenti, di tutti gli accertamenti, anche di quelli fondati, posti in essere dagli uffici.

Ma ancora più feroce ed efficace è questo suo documento che qui  proponiamo  fate schifo  e che ben volentieri facciamo nostro.

Daniele Quaglia

2 risposte a Fate schifo!

  • Claudio scrive:

    Stato Ladro!!!
    Dovremmo tutti quanti non pagare piu’ nulla

  • ippolito scrive:

    Il lupo perde il pelo ma non il vizio! A proposito delle accuse di infiltrazioni, etc.. è il solito teatrino, sviare il merito della questione e ridurre tutto a che, chi protesta sia costretto a difendersi d’accuse improbabili e quindi non parlare del perchè! Ma la cosa più efficace è che dividono i protestanti e i cittadini, che invece hanno gli stessi problemi. Ma nel bel paese ancora oggi funziona questa commedia. Poi il tempo fa il resto, basta far macerare i problemi e allearsi con la quotidianeità, che assale , come ovvio tutti noi , per forza! Ormai è uno stato completamente comunista, credo che abbiano quasi portato a termine la “rivoluzione”. Infatti non c’è cittadino che senza accorgersi cerca qualcosa dallo stato, semplicemente perchè non c’è alcuna possibilità di “libertà imprenditoriale” Lo stato produce posti improbabili e i pochi che producono reddito devono mantenere tutti! Partiti, associazioni, enti, progetti scolastici inutili, etc. etc. Ormai è un Mantra, lo stato produce posti, e fa si che tutti aspirino ad entrarvi. Semplice, quando si è di la dal vetro si domina! Per noi le Sentenze sono perentorie, per loro ordinatorie! ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.