Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 621
  • Comments 895
  • Pages 7

Gli Alpini cinesi

In attesa dell’adunata nazionale degli alpini a Treviso in programma dal 12 al 14 maggio 2017, questi hanno pensato di addobbare tutte le strade della Marca con migliaia e migliaia di bandierine tricolori: un fatto che rasenta il cattivo gusto di una mera provocazione politica.

Al di là delle considerazioni politiche c’è da chiedersi chi abbia sostenuto questa notevole spesa.

Avendo LIFE tra i suoi militanti anche ex alpini non è stato difficile ottenere una risposta, una confidenza da fonte ben informata e  molto attendibile.

La spesa sarebbe stata disposta dalle quattro sezioni della Provincia di Treviso che avrebbero poi imposto ai vari gruppi l’acquisto di un determinato numero di bandiere scatenando anche il malumore delle sezioni con minori disponibilità economiche.

Ma quello che più incuriosiva noi LIFE, come imprenditori, era conoscere la provenienza di questo materiale di propaganda.

Non ci è voluto tanto per carpire una sommessa dichiarazione, quasi un bisbiglio sussurrato tra un senso di vergogna e un sospiro di sollievo!

Quelle bandiere tricolori a josa sulle strade, per il raduno nazionale degli alpini, sarebbero state confezionate …… udite, udite …….. in Cina!

Il sarebbero è d’obbligo perché non avendo avuto modo di visionare documenti ufficiali non ne abbiamo la certezza matematica anche se l’attendibilità della fonte è molto alta e le probabilità che tutto sia vero, sono  vicine al 100%.

Certo che un corpo come quello degli Alpini, ultra nazionalista a tal punto da festeggiare le ricorrenze importanti esaltando quella stessa bandiera tricolore che è stata la maggiore causa di guerre, distruzioni e morte (vedi http://www.life.it/1/perche-il-tricolore-e-oltraggioso/ ); che ha sempre esaltato l’italianità e la solidarietà nazionale, in questo caso avrebbe preferito dare lavoro ad aziende cinesi, non italiane, venendo meno agli ideali di solidarietà, compromettendo irrimediabilmente la stima e l’amore che la gente gli attribuiva, perché esaltare il tricolore rinnegandone nel contempo i valori intrinsechi riconosciuti è tradimento!

Se tutto ciò non fosse vero saremmo disposti a chiedere umilmente scusa ma abbiamo la sconsolata sensazione che nessuno ci contraddirà.

Daniele Quaglia

Una risposta a Gli Alpini cinesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *