Login

Newsletter

  • Users 84
  • Posts 678
  • Comments 1,015
  • Pages 7

Il datore di lavoro: i suoi poteri

l rapporto che lega datore di lavoro (lavoratore autonomo) ed il lavoratore dipendente è il contratto di lavoro che stabilisce per gli uni e per gli altri diritti e doveri a tutela sia della dignità umana, della libertà e della sicurezza nei confronti del lavoratore e sia al perseguimento degli obiettivi economici prefissati dal datore di lavoro.

In questo altalenarsi di diritti e di doveri, che vede riconosciuta al lavoratore dipendente una particolare tutela in quanto ritenuto la parte debole tra i due contraenti, c’è da rilevare il diritto riconosciuto al datore di lavoro, dal codice civile, di esercitare tre tipi di potere sul lavoratore dipendente:

Il potere direttivo dando al lavoratore disposizioni sulle modalità e sui tempi con i quali il lavoro deve essere svolto;

Il potere di controllo e di vigilanza che rappresenta la fase successiva del potere direttivo e consente al datore di lavoro di vigilare sulla corretta esecuzione dei lavori e sul rispetto del regolamento aziendale;

Il potere disciplinare che gli consente di comminare sanzioni ai lavoratori dipendenti, inadempienti agli obblighi di diligenza e di fedeltà nei tempi e nei modi previsti.

Daniele Quaglia

per approfondire vedi https://www.laleggepertutti.it/201992_poteri-del-datore-di-lavoro

Una risposta a Il datore di lavoro: i suoi poteri

  • Antonio scrive:

    …mi no son stat bon de “imporer”come da regolamentio e “sicurezza sui luoghi de laviro”le scarpe antinfirtunistiche al me magaziner !!! o mejo dopo la letera de richiamo par 2/3di al se presenteaa con le scarpe antinfortunistiche e dopo braghe curte e infradito (da notar che al movimentea nel magazin cisternete da 1000 Kg fusti da 200 Kg.sece da 50 kg.ecc.ecc) per fortuna che la me a sempre andata ben e ades che o sera no gho più quel problema ! ! !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *