Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 628
  • Comments 919
  • Pages 7

Ispezione GdiF oltre le 21,30 !?!?

Mi telefona un vecchio amico LIFE alle 21,30 scusandosi per avermi svegliato e chiedendomi se la Guardia di finanza può continuare un’ispezione oltre tale orario e per di più in assenza del titolare.

Avendo io abitudini nottambule l’ho rassicurato che non aveva violato il mio diritto al riposo e ho ben accettato un breve dialogo.

Il fatto si è così svolto: il magazzino di un suo fornitore è stato oggetto, nel primo giorno di rientro dalle ferie, di una ispezione della GdiF, in assenza del titolare.

Questo amico LIFE, che in giornata aveva più volte contattato il fornitore per una commissione, alle 21,30, ricontattato in via confidenziale il responsabile amministrativo di quell’azienda, si sentiva rispondere che era tutt’ora in corso una verifica e che non poteva accettare ordini né garantire consegne.

E’ possibile una simile situazione, mi chiedeva lui?

Tutto è possibile, anche che la finanza continui un’ispezione per 3 ore e mezza oltre l’orario d’ufficio, se i suoi interlocutori lo acconsentono.

Se invece di mostrarsi accondiscendente, il funzionario aziendale avesse rilevato alla GdiF che il suo orario di lavoro terminava alle 18,30 oltre il quale si sarebbe violata l’intima sfera della sua vita privata, che non sarebbe stato disponibile a regalare il suo prezioso tempo a rappresentanti dello Stato, in malafede e che se ne sarebbe andato consegnando loro le chiavi ritenendoli responsabili per tutto quello che sarebbe potuto accadere dopo la sua assenza, che contrariamente si sarebbe trattato di sequestro di persona ……… se ne sarebbero andati senza fiatare e, per di più, scusandosi!

Al di là del disagio che ti è stato arrecato, il problema di quell’imprenditore è di dare fiducia a funzionari che non la meritano e che alla prima emergenza, con il loro modo di agire si pongono dalla parte degli aguzzini.

Dì al tuo amico che un po’ di aria LIFE potrebbe schiarirgli le idee.

Buona notte!

Daniele Quaglia

4 risposte a Ispezione GdiF oltre le 21,30 !?!?

  • Gianluigi dal brun scrive:

    E ricordo di verbalizzare tutto di proprio pugno sul verbale, facendosi rilasciare una copia !

  • Antonio Viel scrive:

    Grazie Daniele del tuo contributo.effetivamente il mio collega di San.Biagio di Callalta gestisce un magazzino commerciale di olio lubrificanti di cui oltre che fornitore sono anche cliente.al mattino la mia impiegata ha chiamato Silvia per sapere quando ci consegnavano della merce ordinata prima delle ferie.ebbene gli a risposto il magazziniere dicendo che Silvia(responsabile uff.vendite) era impegnata con dei finanzieri per una verifica fiscale.subito non ci feci caso e andai a lavorare visitando i clienti della zona.alla sera quando tornai in ufficio chiesi alla mia impiegata se era riuscita a parlare con Silvia ,la risposta fu negativa.la cosa mi preoccupava un po anche perché avevo promesso ad alcuni clienti della pusteria che mardedi (oggi)massimo mercoledì gli avrei consegnato la merce !dopo cena scesi in ufficio e
    chiamai Silvia sul suo cellulare personale per sapere come era andata la “verifica”mi rispose che i finanzieri erano ancora li è stavano contando (inventario)tutti il magazzino (fusti.secchi.cartoni ecc.)rimasi senza parole.ma come il titolare non c’è sono le 21.30 e questi sono ancora li a inventariare il magazzino,per un attimo ho pensato di prendere la macchina e recarni a San Biagio di C.mi ha fermato il fatto che questa mattina presto avevo un appuntamento per un controllo all’ospedale di Belluno !!!!
    siccome per telefono non potevo dirgli niente (ma pensandoci bene potevo farlo)gli mandai un messaggio in WhatsApp CONSIGLIANDOLA E PREGANDOLA di non firmare nessun verbale ,a che perché il titolare della SRL e in ferie.(domani gli mando una copia delle 20 regole LIFE.
    AD OGNI MODO CI TROVIAMO DIFRONTE A UNA VERIFICA IN ASSENSA DEL TITOLARE (AMMINISRTATORE DELEGATO)PROTRATASI BEN OLTRE L’ORARIO DI LAVORO E TERMINATA VERO LE 22.30 ROBA DA MATI!!!!!
    Ad ogni modo appena ho qualche particolare di come si sono svolrive le procedure adottate ci aggiorniamo.povera italia! !!!!!!!!!!!!!!!!!

    • daniele scrive:

      La colpa non è di chi commette l’abuso (i finanzieri) ma di chi lo permette, in questo caso, l’impiegata non sufficientemente edotta dal suo datore di lavoro

  • g.vigni scrive:

    Sudditi veneti, è dal 95 che tento di farvi capire che : LA VITTIMA E’ COMPLICE DEL CARNEFICE .
    Desbaucarse sciavi, desbaucarse !

    Alla via così. G. Vigni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *