Login

Newsletter

  • Users 83
  • Posts 672
  • Comments 997
  • Pages 7

La decadenza della Cartella esattoriale

La decadenza della cartella esattoriale è il termine entro il quale l’esattoria (ex Equitalia) deve notificare la cartella ed è anche il termine oltre il quale quella cartella non ha più alcuna efficacia facendo decadere il diritto alla riscossione.

La cosa può succedere molto più spesso di quanto ci si possa immaginare e per questo motivo, sarà sempre importante, in caso di cartelle notificate, verificare i termini di decadenza.

Se poi pensiamo che , in funzione di un regolamento interno, l’esattoria ha l’obbligo di distruggere le ricevute delle notifiche con più di cinque anni, la cosa si fa molto interessante.

Supponiamo che ci arrivi una nuova cartella per un vecchio debito di cui la prima notifica era avvenuta più di cinque anni prima (e che, naturalmente, non sia stata impugnata): avendo la certezza che Equitalia ha distrutto le ricevute di notifica, e non è più in grado di esibire le ricevute originali, possiamo sostenere di non aver mai ricevuto alcuna notifica in precedenza, scaricando l’onere delle prove sull’Esattoria che nel frattempo le ha distrutte e invocando la decadenza della cartella appena arrivata, con un ricorso in Commissione Tributaria, alla quale non resterà altro che darci ragione decretando anche la prescrizione.

https://www.laleggepertutti.it/200647_cartella-di-pagamento-termini-di-decadenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *