Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 647
  • Comments 954
  • Pages 7

LIFE: un pericolo sociale?

LIFE è sempre stato un soggetto politico scomodo sia per chi, per il solo fatto di sentirsi ideologicamente vicino credeva di imbrigliarci ma ben presto si è dovuto ricredere, sia per chi, riconoscendoci come nemici, ha preferito starci lontano per evitare imprevedibili complicazioni.

Fatto sta che LIFE gode di una discreta stima negli ambienti indipendentisti e di una apparente indifferenza in quelli della politica “mediata” nella quale rientrano anche tutti i media.

Apparente indifferenza che può trasformarsi in uno strisciante ostracismo e a volte, in aperto contrasto.

Nel 2008, dopo la famosa sentenza del tribunale di Venezia consultabile qui sentenza venezia pdf che si dichiarava in  difetto assoluto di giurisdizione e mentre preparavamo il ricorso da presentare alla CEDU (Corte Europea dei Diritti dell’Uomo) abbiamo contattato i giornali per una pagina a pagamento.

Letto il testo da pubblicare, nulla di eccezionale se non per il fatto che trattava del diritto di autodeterminazione (10 anni fa!) e delle azioni che avremmo intrapreso a livello internazionale, i giornali si sono bloccati e non ci hanno nemmeno degnati di un preventivo di spesa.

Nel 2017, qualche giorno fa, alcuni soci LIFE che condividono le iniziative di Albert Gardin chiedevano la disponibilità del logo LIFE da associare al manifesto per pubblicizzare, a pagamento su “Il Gazzettino”, la presentazione del “Libro d’oro della Serenissima”.

Ricevuto l’ok da parte di LIFE mai si sarebbero pensati che il Gazzettino ponesse ostacoli alla cosa.

Ma così è successo.

Possiamo pubblicare il vostro documento ad una condizione: che non ci sia il marchio LIFE!

Questa è la risposta che gli inserzionisti si sono sentiti proferire dagli addetti del “Gazzettino”.

Basiti, per quanto accaduto si sono accontentati della pubblicazione, alle condizioni del giornale che avrebbe concesso loro la scelta dello spazio.

Nemmeno in questo sono stati accontentati in quanto la pubblicazione è avvenuta in uno spazio ritenuto non idoneo all’iniziativa: cornuti e mazziati dal politically correct della politica mediata che da 150 anni tiene imbrigliati i Veneti.

Questa ultima riga rappresenta l’essenza LIFE.

Un pericolo sociale?

Daniele Quaglia

PS: E’ doveroso segnalare che in una seconda pubblicazione “compensativa” il documento è stato pubblicato in posizione ritenuta idonea e con il logo LIFE come richiesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti