Login

Newsletter

  • Users 79
  • Posts 590
  • Comments 836
  • Pages 7

Multe fantasma

E’ già successo e succederà ancora che arrivino verbali per divieti di sosta da località completamente sconosciute al proprietario dell’auto e mai praticate.

Molto spesso si tratta di un errore di trascrizione dei dati identificativi del veicolo, errore commesso dagli addetti al servizio notifiche dei relativi comuni, raramente si tratta di casi di clonazione delle targhe.

Nell’uno o nell’altro caso, comunque, il disagio creato è notevole anche perché può essere complicato far valere le proprie ragioni e qui abbiamo solo una possibilità: ricorso in autotutela direttamente al Comune sperando in una solerte risposta positiva tenendo presente che,  dalla data di notifica della multa, restano 30 giorni per ricorrere al Giudice di Pace o 60 giorni al Prefetto.

Nell’atto di ricorso multa, oltre a riportare, i soliti dati identificativi personali e dell’automezzo, sarà utile allegare dichiarazione di una terza persona, con fotocopia dei suoi documenti di identità, che testimoni la vostra estraneità ai fatti, in quanto nell’ora e nel giorno indicati nella multa, voi e la vostra auto vi trovavate in un luogo diverso da quello erroneamente rilevato.

Daniele Quaglia

tratto da http://www.laleggepertutti.it/155899_multa-in-citta-dove-non-siamo-mai-stati-errore-o-clonazione-targa

Una risposta a Multe fantasma

  • Antonio Viel scrive:

    …purtroppo di questi casi ne sono successi anche in provincia di Belluno.Ne conosco un paio.ma non so cosa dire.bisognerebbe prendere quel “funzionario”e fargli mangiare i coglioni,amesso che li abbia !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *