Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 641
  • Comments 942
  • Pages 7

Solidarietà LIFE: cercasi un rifugio per l’inverno.

Chi non sapesse come disfarsi della roulotte, del camper, del prefabbricato o del container in stato compatibile per poter ospitare dignitosamente una coppia di cinquantenni veneti in difficoltà economiche, contatti la sede LIFE a info@life.it oppure 043861605 oppure 3487732570

Dopo qualche ricerca siamo riusciti a rintracciare la donna protagonista di questa vicenda http://www.life.it/1/la-poverta-e-in-mezzo-a-noi/ andando nei luoghi dove lei ci aveva riferito di trovare occasionalmente lavoro come lavapiatti e guadagnarsi onestamente qualche euro.

Prima abbiamo accertato la veridicità delle sue affermazioni a conferma delle prime impressioni che aveva suscitato scoprendo anche che aveva taciuto un aspetto drammatico di questa fase sfortunata della sua vita.

Non ci aveva detto di abitare in una vecchia, decrepita roulotte, priva di servizi igienici, avuta in prestito da un amico perché la dimora in cui abitava, una home mobile, era andata completamente distrutta in un incendio provocato da un cortocircuito la primavera scorsa.

In seguito abbiamo avuto l’occasione di visitare questa sua fatiscente “residenza” senza incontrare lei, cosa verificatasi in un secondo momento dopo contatto telefonico.

Lo scopo dell’incontro è stato quello di informarla che un associato LIFE si era reso disponibile a darle una mano pagando la bolletta dell’energia elettrica che tanto la preoccupava e ci siamo lasciati con riserva di comunicarle le modalità di pagamento.

L’indomani ci siamo risentiti e lei, prima di ascoltare le nostre indicazioni ha esordito: ho l’assicurazione auto scaduta mentre per la bolletta Enel ho un mese di tempo per provvedere; potreste pagarmi l’assicurazione che ammonta a 165 euro?

Riferita la cosa all’imprenditore che si era reso disponibile, questi decide di prendersi in carico le due pendenze: bolletta luce e rata RC auto.

La cosa ha sorpreso positivamente la donna che nell’ultimo incontro si è presentata con una piantina di ciclamini bianchi da donare all’anonimo benefattore, gesto genuino e gentile che contrastava con l’espressione confusa di chi, da troppo tempo, non trova più il sorriso.

Dopo aver ribadito che il Comune le passa un buono spesa viveri mensile di 50€; che le associazioni caritatevoli danno la precedenza a nuclei con figli (ed è facile immaginare l’etnia di queste famiglie); che ci sono locali del comune liberi ma che non vengono assegnati; che dove si presenta per offrire la sua opera trova continui dinieghi, chiede se qualcuno potesse donarle un prefabbricato o una roulotte usati ma in buone condizioni tali da offrirle un vivere più dignitoso dell’attuale. Magari prima di Natale!

Poco ha avuto dal Comune, ma nulla ha avuto e nulla si aspetta di avere da questo Stato, pietista con chi arriva senza averne titolo ma che trascura chi per jus sanguinis ne è cittadino e nei confronti del quale arriva a diventarne spietato nemico.

Daniele Quaglia

Una risposta a Solidarietà LIFE: cercasi un rifugio per l’inverno.

  • lorenzo. scrive:

    per i boiardi di stato,i mafiosi dello stato.
    ci vuole la pena di morte.
    ve l’o’ gia detto una volta.
    qualquno non vuol sentire.non sento non vedo non parlo.il gioco delle tre scimiete.
    svegliatevi qua’ ci vuole la pena di morte.non e’uno scherzo,lo dico sul serio,con convinzione.
    ciao.
    accetto qualsiasi sugerrimento,per creare un gruppo di lavoro.
    ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *