Login

Newsletter

  • Users 84
  • Posts 718
  • Comments 1,049
  • Pages 9

enti bilaterali

Libertà sindacale

La Costituzione più bella del mondo? No, quella italiana non è la più bella ma solo la più violata da quegli stessi organi che dovrebbero vigilarne il rispetto!

Impunemente e costantemente è violata la sovranità del popolo, la parità di diritti tra tutti i cittadini, la libertà di pensiero, l’equità fiscale …. e, in questo caso, la libertà sindacale; eccone la prova.

L’articolo 39 della Costituzione prevede la libertà, per un lavoratore, di iscriversi  a un qualunque sindacato ma anche quella  di non iscriversi.

Identico discorso vale  per le aziende che hanno la facoltà sia di aderire alle associazioni di categoria che quella di non Continua a leggere

Il Burocrate e il suo sentimento di inferiorità

É quanto spiega nel suo libro “Il manifesto dei Liberisti” lo psicologo prof. Luigi De Marchi, un caro amico LIFE venuto a mancare nel 2010.

Leggendo le righe che seguono, tratte integralmente dal suo libro, riusciamo a dare una spiegazione razionale al comportamento che la maggior parte dei burocrati riserva ai lavoratori autonomi; penso, ad esempio, a quegli impiegati dell’agenzia delle entrate incaricati degli accertamenti induttivi … a certi tutori dell’ordine … a certi ispettori… Continua a leggere

Blitz al Centro per l’Impiego

Claudio Delle Pasqualine  è un simpatizzante LIFE, ha anche la tessera di LIFE Fraja e la sua storia è come quella di tanti, anche piccoli imprenditori,  che si sono trovati a 50 anni senza un lavoro e senza alcuna possibilità pratica di un  reinserimento perché, a quell’età, non sono previste agevolazioni fiscali o contributive.

Un futuro incerto si prospetta in questi casi, ma la condizione di estremo disagio di Claudio e di tanti altri, diventa un’opportunità per chi fa affari d’oro con le disgrazie altrui, vale a dire i Centri per l’impiego e le società interinali che si spartiscono milioni Continua a leggere

Lettera di un disoccupato

Centri per l’impiego: macchina mangia soldi?

E’ sempre nelle emergenze che l’Italia tira fuori il peggio di sè o meglio, nell’immediato esplode incontenibile la solidarietà ma nel lungo termine nascono società, associazioni, onlus, coop …. una miriade di soggetti giuridici creati ad hoc che hanno  obiettivo primario  la spartizione dei fondi stanziati a soluzione dei problemi.

Così succede durante e dopo i terremoti, così sta succedendo anche nell’emergenza della disoccupazione che coinvolge milioni di lavoratori, una parte dei quali gode degli ammortizzatori sociali mentre un’altra parte è abbandonata a sé stessa.

Nascono così i “Centri per l’impiego” che con i “corsi di accompagnamento al lavoro” si prefiggono lo scopo di facilitare l’occupazione per chi non ce l’ha: evento che non si avvera quasi mai, perché “è più facile trovare lavoro giocando a calcetto che non inviando il curriculum” come Continua a leggere

Quando “eseguire gli ordini” è atto criminale

Da Norimberga al processo Eichmann: il pretesto di “eseguire gli ordini” non è difesa legittima per gli atti criminali.  Dedicato a tutti i funzionari dello Stato italiano, in generale, e ai funzionari di Agenzia delle Entrate e di Equitalia del Veneto, in particolare, che con la loro opera di sottrazione delle risorse hanno ostacolato criminalmente il processo di autodeterminazione del Popo£o Veneto violando  i diritti dell’uomo. Per ciò deferiti da LIFE-APV al Tribunale del Popo£o Veneto – Alta Korte de Justithia, competente per gli affari extraterritoriali, che si riunirà in udienza preliminare Sabato 14 gennaio 2017 ore 09,30 nella sede di Spresiano (TV).

Quello ad Eichmann fu il primo processo per crimini contro l’umanità a svolgersi Continua a leggere

Assicurazione LIFE

volantino mkvolantino mk 2

Il diritto di non pagare le tasse

I trattati internazionali che gli Stati ratificano hanno valore vincolante e non si vede il perché non lo dovrebbero avere, quello che essi firmano diventa Legge di rango superiore per quegli Stati.  Se in qualunque maniera i trattati fossero confliggenti con norme preesistenti, gli Stati che hanno adottato quei trattati hanno l’obbligo di attenersi a questi e l’Italia lo ha esplicitamente previsto con l’art.10 della Costituzione.

Quando è lecito non pagare le tasse ce lo suggerisce uno di questi trattati.

La legittima pretesa di non pagare le tasse è prerogativa di un popolo in fase di autodeterminazione e il Popolo Veneto si trova in questa fase da almeno 10 anni, da quando LIFE-APV ha Continua a leggere

Sabotaggio al Diritto di Autodeterminazione!

Tutti i motivi che, partendo dal riconoscimento di minoranza nazionale fanno pensare ad un attacco contro il diritto di Autodeterminazione, legittima aspirazione del Popolo Veneto.  Spiace per quei Sindaci che in buona fede hanno messo la loro faccia, ma più ci si addentra nel così detto “Progetto di Legge 116” applicazione della “convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali” che trovate qui http://www.consiglioveneto.it/crvportal/pdf/pratiche/10/pdl/PDL_0116/1000_5Ftesto_20presentato.pdf    più si delineano i risvolti di un sabotaggio contro il processo di Autodeterminazione del Popolo Veneto.

Eccoli i motivi della inequivocabile conclusione.

Allo stato attuale non esiste una definizione giuridica di minoranza nazionale in quanto né ONU, né UNESCO né qualsiasi organismo internazionale od europeo hanno mai provveduto a ciò!. Continua a leggere

Evasione fiscale: a cosa serve la GdiF?

Qual’è il rapporto evasione fiscale – Guardia di Finanza? Zero! La GdiF non serve a nulla in questo senso, non lo dice LIFE che da sempre ha un rapporto conflittuale con questa, ma l’impietosa conferma ci viene fornita dai numeri sotto riportati. Allora a che serve la GdiF?

Il più potente corpo di polizia rappresenta a pieno titolo il potere esecutivo dello Stato, una presenza grave, che non ha il fine di scoraggiare l’evasione fiscale che numericamente  è fisiologica, ma  far sentire al cittadino la presenza Continua a leggere

Cartelle esattoriali via PEC

L’Italia è il Paese dove le cose semplici sembrano  vietate dalla Costituzione.

E’ il caso delle cartelle esattoriali indirizzate a liberi professionisti, imprenditori, artigiani e commercianti che dal 1 giugno 2016 per effetto del d.lgs. n. 159 del 24.09.2015 debbono obbligatoriamente essere trasmesse dall’Ente di riscossione tramite Posta Elettronica Certificata.

Se per vari motivi l’invio dovesse fallire l’Esattoria ha l’obbligo di inviare il tutto, sempre per via telematica, alle Camere di Commercio di ogni provincia e qui avviene quello che sarebbe potuto accadere al postino di una volta, quello vestito di nero e con la bicicletta, che fosse entrato nella foresta nera per consegnare della posta senza più trovare la via d’uscita.

Da non dimenticare che, per legge, il contribuente deve ricevere dal fisco i documenti sempre in originale e mai in fotocopia (fax) o in copia elettronica (mail) e che la confusione estrema può offrire ottime opportunità! Daniele Quaglia

Utile la seguente lettura ripresa da Continua a leggere