Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 647
  • Comments 954
  • Pages 7

equitalia

Debiti fiscali: quali sono i beni impignorabili

Geremia Agnoletti segnala questo argomento:

I limiti alla pignorabilità dei beni in caso di debiti con l’Erario, dalle proprietà immobiliari a stipendi e pensioni, ai beni cointestati

20 settembre 2017 – Dopo le procedure cautelari (fermo e ipoteca), il pignoramento è il primo atto esecutivo che l’ente di riscossione (come la nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione) avvia previa comunicazione, con l’obiettivo di vincolare determinati beni del debitore al soddisfacimento del diritto del creditore. Scatta nel caso in cui, dopo 60 giorni (120 per debiti fino a 1000 euro), non si paghi o rateizzi la cartella esattoriale legittimamente notificata, a meno che non ci sia un provvedimento di sospensione o annullamento del debito. Esistono tuttavia dei limiti alla Continua a leggere

LIFE denuncia: Pensione di 280 €, lo Stato gli chiede 1.467.206,89€

Questa è la prima di tre vicende che andremo a raccontare e che rivelano il paradosso dello Stato italiano pietista verso chi ci invade clandestinamente ma aguzzino intransigente nei confronti di suoi cittadini.

E’ la storia di un imprenditore agricolo che più di 20 anni fa, colpa degli incentivi che lo Stato disponeva per i giovani imprenditori agricoli, ha avuto la malsana idea di realizzare una stalla che, nel suo intento, avrebbe dovuto cambiare in meglio il suo futuro.

Da allora, la sua vita è cambiata Continua a leggere

La PA paga quando vuole

Nel 2016 la Pubblica Amministrazione ha pagato i suoi fornitori sempre in ritardo rispetto ai tempi prefissati per legge, a volte di pochi giorni, altre di qualche mese.

Questa classifica, stilata dal centro studi della CGIA di Mestre denuncia che:

Equitalia ha pagato i fornitori con un ritardo medio di 13 giorni;

INPS con ritardo medio di 29 giorni;

Ministero degli Interni con ritardo medio di 58 giorni; Continua a leggere

Contante e conto corrente

Tutti, lavoratori dipendenti o autonomi, liberi professionisti, pensionati o disoccupati possono prelevare dal conto corrente qualsiasi cifra senza essere soggetti ad alcuna motivazione.

Solo gli imprenditori titolari di azienda grande o piccola che sia, sono soggetti al limite giornaliero di prelievo di 1000 € e massimo di 5000 nell’arco del mese.

Se il contante prelevato serve per pagamenti, è da ricordare che ogni singolo pagamento Continua a leggere

Autovelox, reato di abuso d’ufficio

Finalmente, con l’entrata in vigore delle nuove norme sull’utilizzo dell’autovelox, Comuni, organi di Polizia e gestori delle strade sono tenuti ad un rigoroso rispetto di queste, pena il rischio di incorrere nel reato di abuso d’ufficio.

In base a queste: Continua a leggere

Equitalia: come annullare le vecchie cartelle

Per chi non se la sente di combattere lo Stato occupante con proclami di sovranità individuale o di indipendenza, sappia che questo può essere combattuto con l’uso delle sue stesse leggi come nel caso delle cartelle esattoriali notificate da più di 5 anni, che non siano state pagate e nemmeno mai impugnate.

Queste hanno la matematica certezza di essere annullate.

Ce ne da conferma l’art. 26.5 del Dpr n. 602/1973 che dispone l’obbligo per l’esattoria di conservare, per un periodo massimo di 5 anni, tutte le ricevute delle Continua a leggere

Agente della riscossione: inizio o già fine?

Altro che super poteri al nuovo agente della riscossione! Appena inaugurato, rischia il fallimento.

L’Italia è forse l’unico Paese al mondo dove la classe politica e burocratica si ritiene al di sopra delle norme agendo di conseguenza, salvo poi essere costretta a rocambolesche capriole giuridiche e giudiziarie per limitare i danni di un dilettantismo gestionale cronico.

Così, dopo la questione dei 767 funzionari illegittimi di Agentrate scoppiata alcuni anni fa, anche il passaggio dei dipendenti da Equitalia al nuovo ente Continua a leggere

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Attenzione all’Amministratore di fatto

Può succedere che, per vari motivi, l’amministratore di una società o il titolare sia solo un prestanome, un così detto testa di legno, spesso all’oscuro di quello che avviene in ambito gestionale.

Attenzione, perché una recente sentenza della Cassazione ha individuato una nuova figura nell’ambito della conduzione aziendale: l’Amministratore di fatto al quale vengono attribuite responsabilità civili e penali in caso di inadempimenti o frodi.

Nel caso della sentenza, l’azienda era intestata ad una signora che dai riscontri della GdiF si era dimostrata del tutto estranea alla vita aziendale della quale, invece, il Continua a leggere

Elenco dei solidali con Lucio Chiavegato contro Equitalia

Sono 230 i cittadini, veneti e non, che hanno sfidato Equitalia sottoscrivendo le accuse di istigazione al suicidio ad essa rivolte da Lucio Chiavegato, al tempo presidente di LIFE Veneto

Il 23 maggio 2016 dal sito www.life.it veniva lanciata una sottoscrizione alle dichiarazioni Continua a leggere

Commenti recenti