Login

Newsletter

  • Users 81
  • Posts 621
  • Comments 895
  • Pages 7

parassiti

Referendum: Il controcanto di Riccardo Szumski

Equitalia e la moltiplicazione

Se in un’azienda privata, viva, succedesse quello che sembra stia accadendo in Equitalia, da morta, i suoi clienti e fornitori si sarebbero già fatti un’idea della situazione economica di questa e ne starebbero ben alla larga perché in stato fallimentare.

Ci vengono segnalati due casi di doppio invio, da parte di Equitalia della definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della Riscossione o più semplicemente della rottamazione delle cartelle.

In pratica due nostri associati dopo aver aderito alla rottamazione, hanno ottenuto l’accettazione da parte di Equitalia che ha inviato i relativi bollettini preordinati; hanno già versato anticipatamente la prima rata scadente il 31/7 ma in questi giorni hanno ricevuto una seconda raccomandata: non un promemoria Continua a leggere

Centri per l’impiego …. anche per gli autonomi

C’era un volta ……… l’ufficio collocamento, emanazione del ministero del lavoro presente in ogni comune; aveva il compito di facilitare l’incontro tra richiesta e offerta di lavoro. In tanti anni di attività imprenditoriale, non mi è mai capitato di trovare un operaio tramite questo ufficio. Anni in cui c’era la piena occupazione e gli iscritti nelle liste erano sempre gli stessi, cronici disoccupati per i quali trovare un vero lavoro sarebbe stata una iella e avrebbe sconvolto una tranquilla vita da fancazzista.

Oggi ci sono ……. i centri per l’impiego istituiti con le stesse motivazioni dei primi in un periodo nel quale il problema è inverso: mancanza di lavoro e quindi Continua a leggere

69, kamasutra, massoneria e plebiscito 1866

Plebiscito 1866: pel SI voti 641758, pel NO 69!

Il titolo può sembrare provocatorio ma è indubbio che il numero 69 abbia diversi significati. Quello più banale è senz’altro legato alla letteratura del sesso che però non sembra avere alcuna attinenza con quanto andremo a vedere.

Quello che, invece, incuriosisce di più è che il 69 in posizione orizzontale diventa il simbolo zodiacale del cancro; un simbolo importante nella massoneria, raffigurato nelle camere di iniziazione sulla parete interna rivolta a nord. Lo zodiaco del cancro è compreso tra il 22 giugno ed il 22 luglio, corrisponde con il periodo più luminoso dell’anno e comprende il giorno più lungo, il solstizio d’estate del 24 giugno ricorrenza di San Giovanni Battista protettore delle corporazioni medioevali da cui la massoneria discende : un segno ricco di significati esoterici sconosciuti ai più. Continua a leggere

Karovanada, anche così nasce una rivoluzione pacifica

C’è chi manifesta scetticismo alle nostre Karovanade ma lo fa solo per nascondere l’impotenza di organizzarne qualcuna, ed evidentemente non ha assaporato le emozioni che scatenano in chi le vive da dentro né in chi vi partecipa da fuori.

Sono molteplici gli effetti che un semplice corteo di auto sbandieranti il vessillo di San Marco produce in chi lo incrocia tanto che, e sempre più spesso, risponde manifestando il suo consenso  facendo gli abbaglianti, suonando il clacson, salutando con la mano, dando gas alle moto, inneggiando a San Marco, perfino a Venezia …… questo è l’effetto palpabile ma quello più importante viene dopo, quando la gente inizia ad elaborare i messaggi subliminali che abbiamo inviato.

Il primo messaggio è di sovranità: questa terra Continua a leggere

Karovanada n. 7

Dopo il provocatorio bagno di  tricolori imposto dalle sezioni alpine della Marca Trevigiana con migliaia e migliaia di tricolori, made in Cina alla faccia della solidarietà alpina agli imprenditori nostrani, che hanno invaso le strade del territorio trevigiano, necessitavauna seria bonifica ambientale: una Karovanada.

E così fu in quel di oggi, 21 maggio 2017: 15 auto che sfilano con le bandiere di San Marco formano un corteo di mezzo chilometro che non può passare inosservato e nel contempo rivendica la sovranità territoriale che gli alpini avrebbero delegato a illegittimi occupanti.

Subito dopo la partenza dal punto di ritrovo, Palaverde Benetton di Villorba, al semaforo di Carità, una decina di bikers con tuta nera, fermi al rosso, esultavano al nostro passaggio con Continua a leggere

I processi Tanko2 e Po£isia Veneta

A Brescia il processo Tanko 2 che vede tra gli imputati Lucio Chiavegato viene rinviato al 26 di giugno dopo la ricusazione del Giudice da parte dell’Avvocato Fogliata. L’ultima udienza si era conclusa con l’invito, da parte del Giudice al PM, a riformulare le accuse che sembravano di scarso rilievo ma nell’udienza di lunedì 15 maggio il PM si è presentato a mani vuote pretendendo il proseguo dei lavori. A quel punto l’Avvocato Fogliata, non essendo intervenuti nuovi fatti, esigeva la chiusura del Continua a leggere

GRAZIE PATRIOTI VENETI

di Fabio Padovan

Assistiamo in questi giorni, in provincia di Treviso, ad un asfissiante tripudio di tricolori. In questa incredibile ubriacatura tricolorata spiccano solitari i Gonfaloni di San Marco. Ci restituiscono un po’ di speranza e ci rincuorano. Grazie quindi agli ardimentosi patrioti nostrani.
Visto l’oceanico, e quasi sacro, spiegamento di bandiere tricolori, veicolate dagli alpini, ci aspettiamo nelle prossime settimane un bell’aumento di tasse e imposte. Sì, gli Alpini hanno fatto il bene e continuano a fare del bene. Perché allora non sotto la nostra bandiera?, visto che il tricolore ha fatto trucidare alpini a milioni. Cosa direbbero i poveri ragazzi martiri, smembrati e devastati nelle trincee di una guerra subita e MAI, MAI voluta, fatti a pezzi dalle
Continua a leggere

Davide e Golia, Chiavegato e Befera

L’aura di onnipotenza che pervade chi gestisce un qualsiasi potere politico o burocratico ne offusca la mente tanto da fargli perdere la capacità di distinguere il bene dal male, a volte mescolando i due concetti e altre, invertendone il criterio.

E’ ciò che ha fatto (Attilio) Golia Befera quando, sentitosi offeso dalle legittime dichiarazioni di (Lucio) Davide Chiavegato, allora Presidente di LIFE Veneto, che addossava a Equitalia ed ai suoi operatori la colpa di troppi suicidi, l’ha presa talmente male che se fosse stato in altri tempi avrebbe potuto sistemare la faccenda con i “bravi” al suo servizio ma di questi tempi, si è Continua a leggere

Lettera di un disoccupato

Centri per l’impiego: macchina mangia soldi?

E’ sempre nelle emergenze che l’Italia tira fuori il peggio di sè o meglio, nell’immediato esplode incontenibile la solidarietà ma nel lungo termine nascono società, associazioni, onlus, coop …. una miriade di soggetti giuridici creati ad hoc che hanno  obiettivo primario  la spartizione dei fondi stanziati a soluzione dei problemi.

Così succede durante e dopo i terremoti, così sta succedendo anche nell’emergenza della disoccupazione che coinvolge milioni di lavoratori, una parte dei quali gode degli ammortizzatori sociali mentre un’altra parte è abbandonata a sé stessa.

Nascono così i “Centri per l’impiego” che con i “corsi di accompagnamento al lavoro” si prefiggono lo scopo di facilitare l’occupazione per chi non ce l’ha: evento che non si avvera quasi mai, perché “è più facile trovare lavoro giocando a calcetto che non inviando il curriculum” come Continua a leggere