Login

Newsletter

  • Users 79
  • Posts 570
  • Comments 814
  • Pages 7

popolo veneto

Al Patriota Veneto

Quando l’unione fa la forza è la forza che fa la differenza.

La Patria, la “Terra dei Padri” non può che essere, per un veneto, la Venethia.

Il termine geopolitico Venethia è stato definitivamente cancellato negli anni settanta con l’istituzione delle Regioni Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, che andavano a sostituire il concetto geografico, volutamente dissolutivo e riduttivo, di Tre Venezie: Venezia Euganea, Venezia Giulia e Venezia Tridentina, a termine del processo di revisione di un passato storico dei Veneti, scomodo e ingombrante per la matrigna Italia che mai li ha amati.

Nel linguaggio corrente italiano la parola Patria riflette un significato vuoto, astratto se è dissociata da un’attribuzione geografica per il fatto che l’Italia non è sentita da alcuno dei suoi cittadini, “Terra dei Padri”, mentre Venethia, che etimologicamente significa “Terra dei Veneti” anche nel più riduttivo termine “Veneto”, ha in sé il Continua a leggere

Giustizia Veneta vs Agentrate e Equitalia

Il Tribunale del Popolo Veneto – Alta Korte de Justithia, a conclusione del procedimento a carico di funzionari e sottoposti di Agenzia delle Entrate ed Equitalia operanti nel territorio della Republica Veneta, ha emesso sentenza di colpevolezza nei loro confronti. Questi avranno la possibilità di difendersi dalle accuse Continua a leggere

Perché i parlamentari italiani sono i più pagati?

Perché i parlamentari italiani sono i più pagati?

Forse perché in Italia il costo della vita è più alto che in tutta Europa? NOOOO!     Forse perché i parlamentari italiani sono i migliori?  NOOOO!  Forse i salari medi italiani sono i più alti in Europa?  NOOOO!   Perché ….  l’Italia ha il PIL più alto?  NOOOO!   Perché …  l’Italia ha il debito più basso?  NOOOO!

Stipendi così alti non sono altro che una forma di corruzione istituzionalizzata con la quale lo Stato italiano si garantisce la fedeltà cieca dei Continua a leggere

Quando lo sciopero fiscale?

1996 San Donà di Piave (VE), 2017 Piovene Rocchette (VI) le stesse vicende che si ripetono a distanza di 21 anni. Allora Luigi Baesse imprenditore dell’abbigliamento di San Donà di Piave dopo aver subito il fallimento della sua azienda (vedi http://www.life.it/1/falliti-per-ragion-di-stato/#more-1288 ) è stato messo sulla strada dall’ufficiale giudiziario in ordine ad un decreto di sfratto esecutivo eseguito con l’intervento del nucleo antisommossa dei CC dopo vari tentativi. Oggi la stessa sorteè toccata ai  fratelli Spezzapria di Piovene Rocchette, anch’essi operatori dell’abbigliamento buttati fuori di casa con le stesse modalità subite da Baesse 21 anni prima.

Medesima attività produttiva, medesima sorte, medesimi i creditori: le banche.

In entrambi le vicende sembrerebbe che lo Stato non abbia colpe invece le colpe più gravi sono sue. Eccole! Continua a leggere

Bollo auto e radiazione dal PRA

Tre anni consecutivi di mancato pagamento del bollo auto possono portare alla radiazione del mezzo dal PRA. Lo consente una norma del codice della strada del 1992 , finora mai applicata perché, nonostante l’età, manca del decreto attuativo che mai sarà emanato perché da allora è cambiata anche la competenza della materia che dallo Stato è passata alle regioni aggrovigliando indistricabilmente la questione giuridica; questa situazione potrebbe dar luogo ad una marea di ricorsi e creare più danni del contestato mancato pagamento.

Ma prima di arrivare a ciò l’ACI deve seguire obbligatoriamente Continua a leggere

Violazione dei diritti umani: a processo funzionari di Agentrate ed Equitalia

Traduzione in italiano dall’originale

L’Alta Korte de Justithia del Tribuna£e del Popo£o Veneto riunita in Spresiano il 14 gennaio 2017 ritenendo motivate le accuse sollevate da LIFE-APV nei confronti di tutti i funzionari e sottoposti di Agenzia delle Entrate e Equitalia che nonostante la messa in mora notificata “brevi manu” ai domicili operativi di tutto il Veneto nel corso dell’operazione “Matteo Evangelista”, coordinata e realizzata da LIFE-APV e Plebiscito.eu il 14 dicembre 2014, hanno continuato la loro opera di sottrazione forzosa delle risorse economiche ponendo ostacolo all’esercizio di autodeterminazione del Popo£o Veneto violando i diritti umani altresì contravvenendo ai trattati internazionali sui diritti civili e politici, ha disposto il rinvio Continua a leggere

Quando “eseguire gli ordini” è atto criminale

Da Norimberga al processo Eichmann: il pretesto di “eseguire gli ordini” non è difesa legittima per gli atti criminali.  Dedicato a tutti i funzionari dello Stato italiano, in generale, e ai funzionari di Agenzia delle Entrate e di Equitalia del Veneto, in particolare, che con la loro opera di sottrazione delle risorse hanno ostacolato criminalmente il processo di autodeterminazione del Popo£o Veneto violando  i diritti dell’uomo. Per ciò deferiti da LIFE-APV al Tribunale del Popo£o Veneto – Alta Korte de Justithia, competente per gli affari extraterritoriali, che si riunirà in udienza preliminare Sabato 14 gennaio 2017 ore 09,30 nella sede di Spresiano (TV).

Quello ad Eichmann fu il primo processo per crimini contro l’umanità a svolgersi Continua a leggere

Criminale sottrarre al Popolo Veneto i propri mezzi di sussistenza

Il Tribunale del Popo£o Veneto-Alta Korte de Justithia, su richiesta LIFE esposto TPV Mattevan si riunisce in udienza preliminare sabato 14 gennaio 2017 ore 09,30 nella sede di Spresiano per valutare quale fattispecie di crimine sia ravvisabile nei confronti dei dirigenti territoriali di Agenzia delle Entrate ed Equitalia operanti sul territorio del Veneto, dopo la diffida a continuare la loro attività di sottrazione delle ricchezze del Popolo Veneto per difetto assoluto di giurisdizione di tutte le istituzioni italiane, notificata loro nel corso dell’operazione Matteo Evangelista (vedi http://www.life.it/1/messa-in-mora-equitalia-e-agenzia-delle-entrate/ )  del 16 dicembre 2014 ideata da LIFE e attuata grazie all’ausilio di Plebiscito.eu.

Daniele Quaglia

Il Tribunale del Popolo Veneto condanna l’Italia

La condanna che l’Alta Korte de Justithia del Popo£o Veneto ha inflitto all’Italia deve costituire per tutti i movimenti/comitati/parlamenti/partiti indipendentisti Veneti, impegno per chiedere alle  Autorità internazionali, ognuna per quanto di competenza e tutte in nome dei valori di civiltà condivisi, di intervenire per impedire che lo Stato italiano continui a violare le leggi e porti a compimento il criminale progetto di annientamento e cancellazione della Civiltà Veneta nonché sia stimolo per ogni veneto ed ogni uomo di buona volontà a manifestare la propria indignazione nei confronti dello Stato italiano. DQ

sentenza originale in lingua veneta AKJ 12016V sentensa V

traduzione sentenza in lingua italiana AKJ 12016 sentenza I

Tribuna£e del Popo£o Veneto: lo Stato italiano va processato

Deciso: si farà il processo allo Stato italiano (dispositivo anche in £engoa veneta)

L’Alta Korte de Justithia del Tribunale del Popo£o Veneto, convocata in udienza preliminare sabato 11 dicembre 2016; in composizione di 17 giudici popolari; nelle sue piene facoltà di amministrazione della Giustizia secondo usi, costumi, tradizioni e consuetudini propri del Popo£o Veneto; auscultate le accuse esposte dal Presidente del Governo Veneto Albert Gardin, nella sua richiesta di citazione in giudizio dello Stato italiano, ha convenuto quanto segue:

E’ disposto il rinvio a Giudizio dello Stato italiano nelle persone dei suoi legali Continua a leggere