Login

Newsletter

  • Users 82
  • Posts 647
  • Comments 954
  • Pages 7

ricorsi

LIFE Veneto e LIFE Treviso: cambio ai vertici

In LIFE abbiamo due agognati, nuovi presidenti.

Come da copione, dopo un’aspra lotta tra i candidati che quasi all’ultima carta bollata si sono sfidati per arrivare ad occupare la prestigiosa poltrona della presidenza LIFE, anche questa volta è fatta.

Agognati, perché? Si chiederà qualcuno!

Perché non è successo nulla di tutto ciò.

Agognati perché quando c’è il rinnovo delle cariche in LIFE, a differenza di qualsiasi altra associazione datoriale dove Continua a leggere

Debiti fiscali: quali sono i beni impignorabili

Geremia Agnoletti segnala questo argomento:

I limiti alla pignorabilità dei beni in caso di debiti con l’Erario, dalle proprietà immobiliari a stipendi e pensioni, ai beni cointestati

20 settembre 2017 – Dopo le procedure cautelari (fermo e ipoteca), il pignoramento è il primo atto esecutivo che l’ente di riscossione (come la nuova Agenzia delle Entrate – Riscossione) avvia previa comunicazione, con l’obiettivo di vincolare determinati beni del debitore al soddisfacimento del diritto del creditore. Scatta nel caso in cui, dopo 60 giorni (120 per debiti fino a 1000 euro), non si paghi o rateizzi la cartella esattoriale legittimamente notificata, a meno che non ci sia un provvedimento di sospensione o annullamento del debito. Esistono tuttavia dei limiti alla Continua a leggere

Autovelox: come difendersi dalla truffa

Da anni in battaglia contro i soprusi dell’autovelox, Giorgio Vigni, ex presidente LIFE Treviso non resiste alla smania di rivelare come difendersi.
Questo il suo comunicato pervenuto in casella info@life.it
“Fradei, giovedì alle 21.15 su RETEVENETA, can 18, darò istruzioni per difendersi dalla truffa autovelox, con la speranza che i sudditi lo siano un po’ meno.

Napoleone ha abbassato la coda del Leone, chiederò che tutti i comuni veneti la restaurino, bella alta, come deve essere.
I napoletani hanno tradotto il Vangelo di S. Marco in lingua, molto bello, lancerò l’idea della traduzione in veneto.
Ti co’ nu, nu co’ ti “.
                                 G. Vigni

Po£isia Veneta: tutti assolti

A CALDO

Dopo 8 anni di gogna italica, i componenti della Po£isia Veneta sono stati, oggi, tutti assolti perché il fatto non sussiste (art. 530 del cp) nel primo troncone in cui erano coinvolti due uomini LIFE, Danilo Zambon e il sottoscritto e, con motivazione diversa, assolti anche tutti quelli coinvolti nel secondo.

I pochi detrattori, arcinoti nell’ambiente indipendentista veneto e sospettati pure di collaborazionismo sono ben serviti come lo sono anche coloro che imponevano pretestuosi “distinguo” al sottoscritto che chiedeva solidarietà alla Po£isia Veneta, distinguo del tipo …. “prima voglio vedere tutte le carte, ma proprio tutte, poi decideremo se offrirti solidarietà” mettendo in dubbio la mia parola.

I veri amici si scoprono nelle situazioni di bisogno e Continua a leggere

Ispezione GdiF oltre le 21,30 !?!?

Mi telefona un vecchio amico LIFE alle 21,30 scusandosi per avermi svegliato e chiedendomi se la Guardia di finanza può continuare un’ispezione oltre tale orario e per di più in assenza del titolare.

Avendo io abitudini nottambule l’ho rassicurato che non aveva violato il mio diritto al riposo e ho ben accettato un breve dialogo.

Il fatto si è così svolto: il magazzino di un suo fornitore è stato oggetto, nel primo giorno di rientro dalle ferie, di una ispezione della GdiF, in assenza del titolare.

Questo amico LIFE, che in giornata aveva più volte contattato il Continua a leggere

Autovelox, reato di abuso d’ufficio

Finalmente, con l’entrata in vigore delle nuove norme sull’utilizzo dell’autovelox, Comuni, organi di Polizia e gestori delle strade sono tenuti ad un rigoroso rispetto di queste, pena il rischio di incorrere nel reato di abuso d’ufficio.

In base a queste: Continua a leggere

Equitalia: come annullare le vecchie cartelle

Per chi non se la sente di combattere lo Stato occupante con proclami di sovranità individuale o di indipendenza, sappia che questo può essere combattuto con l’uso delle sue stesse leggi come nel caso delle cartelle esattoriali notificate da più di 5 anni, che non siano state pagate e nemmeno mai impugnate.

Queste hanno la matematica certezza di essere annullate.

Ce ne da conferma l’art. 26.5 del Dpr n. 602/1973 che dispone l’obbligo per l’esattoria di conservare, per un periodo massimo di 5 anni, tutte le ricevute delle Continua a leggere

Agente della riscossione: inizio o già fine?

Altro che super poteri al nuovo agente della riscossione! Appena inaugurato, rischia il fallimento.

L’Italia è forse l’unico Paese al mondo dove la classe politica e burocratica si ritiene al di sopra delle norme agendo di conseguenza, salvo poi essere costretta a rocambolesche capriole giuridiche e giudiziarie per limitare i danni di un dilettantismo gestionale cronico.

Così, dopo la questione dei 767 funzionari illegittimi di Agentrate scoppiata alcuni anni fa, anche il passaggio dei dipendenti da Equitalia al nuovo ente Continua a leggere

Attenzione all’Amministratore di fatto

Può succedere che, per vari motivi, l’amministratore di una società o il titolare sia solo un prestanome, un così detto testa di legno, spesso all’oscuro di quello che avviene in ambito gestionale.

Attenzione, perché una recente sentenza della Cassazione ha individuato una nuova figura nell’ambito della conduzione aziendale: l’Amministratore di fatto al quale vengono attribuite responsabilità civili e penali in caso di inadempimenti o frodi.

Nel caso della sentenza, l’azienda era intestata ad una signora che dai riscontri della GdiF si era dimostrata del tutto estranea alla vita aziendale della quale, invece, il Continua a leggere

Rottamazione cartelle: proroga al 31 ottobre?

Un emendamento presentato dall’On. Enrico Zanetti propone la riapertura dei termini di adesione alla rottamazione delle cartelle esattoriali, fino al 31 ottobre 2017. Anche il termine per la risposta di Equitalia dovrebbe slittare, in data 31 dicembre 2017.

Questa proposta si è resa necessaria perché un gran numero di contribuenti non hanno potuto aderire entro il termini scaduti il 21 aprile.

Conseguentemente alla riapertura di questi, Continua a leggere

Commenti recenti