Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,135
  • Comments 1,459
  • Pages 9

2 giugno

Una oligarchia politica autoreferenziale festeggia un’espressione astratta

2 giugno festa di una Repubblica che dopo 74 anni dalla sua nascita ufficiale, 2 giugno 1946, mantiene gran parte delle leggi coniate durante il regno d’Italia e nel ventennio fascista; non si festeggia la nascita della Repubblica ma la continuità di un Regno frutto delle mire espansionistiche dei Savoia, ottenuto con guerre d’occupazione, saccheggi, violenze, distruzioni, eccidi, deportazioni che hanno visto, come suggello finale, la beffa dei plebisciti.

Hanno fatto l’Italia imponendo ai vinti l’enorme debito accumulato con le banche internazionali per finanziare il progetto della così detta unità e ancora oggi, dopo regno, impero e 74 anni repubblicani per un totale di 154 anni (mòre veneto) quel debito, alimentato anche da due guerre mondiali, fa paura al mondo intero.

Il “bel Paese” è diventato una minaccia economica da tenere in debita osservazione, inaffidabile alleato per chiunque.

Da comunità eterogenea di Stati sovrani si è voluto creare uno Stato nazionale all’interno del quale i cittadini continuano giustamente a mantenere inalterati lingue, usi, costumi e tradizioni d’origine nonché a custodire gelosamente la loro storia identitaria.

Uno Stato che nega l’esistenza dei popoli sottomessi, perché di sottomissione si tratta, non ha solide fondamenta e non godendo dei legami affettivi dei suoi cittadini è destinato a sgretolarsi; quello che molti di noi si augurano avvenga il prima possibile mentre l’oligarchia politica autoreferenziale, sfidando un destino irrimediabilmente segnato, si ostina a festeggiare una espressione astratta.

Più che la commemorazione della nascita di uno Stato, di una festa nazionale, appare come una commemorazione dei morti, un’anticipazione di Holloween.

Daniele Quaglia

Una risposta a 2 giugno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.