Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,185
  • Comments 1,527
  • Pages 9

Archivi del mese: maggio 2020

Caro Luca (Zaia), medita

Controcanto di Stefano Franzago all’onnipresente Luca Zaia nelle ormai noiosissime, quotidiane, dirette TV sull’emergenza covid19 (DQ)

Ieri 19 Maggio 2020, ho seguito la prima parte dell’incontro del Presidente ora denominato Governatore del Veneto, Luca Zaia con i giornalisti.

Ho ascoltato con attenzione la parte introduttiva di Zaia e quello che ne viene fuori non ha nulla di incoraggiante e positivo, anzi!

Vediamo quali sono i passaggi salienti che ritengo siano fonte di forte preoccupazione: Continua a leggere

Giudici corruttori

Può essere normale un Paese dove i giudici sono spesso al centro della cronaca nera per fatti di corruzione inerenti la loro funzione?

Le indagini a carico del capo dell’ANM (Associazione Nazionale Magistrati, il sindacato dei magistrati) Palamara, indagato per corruzione e per interferenze nelle nomine di altri magistrati non sono ancora terminate che un altro caso sale alla ribalta, anche se meno eclatante, quello del PM Capristo, della Procura di Taranto, ultimo arrestato in ordine cronologico con le accuse di truffa e corruzione Continua a leggere

Cartella esattoriale nulla

Un nuovo motivo costituisce fonte di nullità delle cartelle esattoriali

Le cartelle esattoriali emesse dopo il 1° giugno 2008 devono necessariamente indicare il responsabile del procedimento di avvenuta iscrizione a ruolo, oltre a quello del responsabile dell’emissione della cartella: in mancanza di una delle due indicazioni la cartella esattoriale dovrà essere dichiarata nulla dal giudice adito. Continua a leggere

L’italica deficienza delle istituzioni

Sapete qual’è l’italica, cronica deficienza? Il buon senso!

Sentite questa!

Un associato che desiderava conoscere se una sua vecchia auto avesse il fermo amministrativo, ci ha chiesto di vedere come procedere.

Entrati nel sito dell’ACI ci viene indicata una pagina, questa https://iservizi.aci.it/verificatipocdp/, dove, dopo aver inserito i dati richiesti dovrebbe apparire genericamente, se il veicolo è soggetto a gravami, servizio gratuito;in un secondo momento, si possono avere info specifiche tramite l’accesso ad altra pagina: questo servizio è a pagamento, 6 euro. Continua a leggere

La rapina del millennio

1:50 è il rapporto di quanto lo Stato italiano è arrivato a depredare il Veneto

Incuriositi da quanto pubblicato qui https://www.life.it/1/tasse-e-repubblica-veneta/ abbiamo voluto fare una stima di quanto lo Stato italiano è arrivato a rapinare ai Veneti, raffrontando i dati sulla tassazione vigente nella Serenissima Repubblica con i dati ISTAT del 2006 della regione Veneto.

Secondo i dati forniti da Eugenio Musatti le tasse pro capite, pagate dai cittadini veneti alla Serenissima Repubblica, erano di 19 lire venete/anno.

Secondo i dati ISTAT, nel 2006 in Veneto, la tassazione pro capite era di 13.913 euro/anno.

Come effettuare il paragone tra il valore di quanto pagato alla Serenissima e quanto pagato nel 2006 allo stato italiano? Continua a leggere

Tasse e Repubblica Veneta

Nella Repubblica Veneta il fisco era una cosa seria e pochi pensavano di non pagare le tasse, per due motivi:

il legame di particolare attaccamento alla Patria;

la mitezza delle tasse.

Secondo Eugenio Musatti (1844-1929) nella sua opera “Storia di Venezia” le imposte, sebbene molteplici, erano assai miti, forse la quarta parte di ciò che pagasi ora. Continua a leggere

Lotteria degli scontrini in quarantena

Slitta a gennaio 2021 la lotteria degli scontrini prevista dal 1° luglio.

La motivazione ufficiale è che col lockdown imposto ad aziende ed esercizi commerciali è diventata praticamente impossibile, entro tale data, la distribuzione e l’attivazione dei registratori telematici indispensabili per attribuire il codice lotteria ai clienti interessati. Continua a leggere

ViruStato

Per la riapertura dei tribunali nessuno sa nulla di sanificazione, dispositivi di protezione, di mascherine …. perché non ci sono indicazioni mentre per riaprire un’attività dopo il lockdown ….. !

Dove a gestire un’attività è il privato, la politica e la burocrazia hanno ben pensato di emanare istruzioni sulle distanze da tenere, sulla sanificazione degli ambienti e anche degli oggetti, sul numero delle persone che possono accedere, sull’incentivare il lavoro da casa, lo smartworking …. e sulla minaccia della responsabilità penale del datore di lavoro se un dipendente dovesse infettarsi.

Nei tribunali gestiti dallo Stato quali disposizioni sono state adottate? Continua a leggere

LIFE in lutto

E’ arrivata improvvisa la notizia della morte della signora Luigia Padoin, mamma di Fabio Padovan, avvenuta tanto inaspettata quanto serena, tra le mura di casa.

A Fabio e a tutta la sua numerosa famiglia le più sentite condoglianze da parte di tutti gli amici LIFE.

DQ

 

L’imprenditore assassino

Conviene riaprire le attività se la colpa di eventuali futuri contagi coronavirus viene sistematicamente addossata agli imprenditori?

Abominevole: il governo, incapace di gestire l’emergenza covid19 scarica la colpa di eventuali futuri contagi agli imprenditori.

Nell’ambiente della piccola impresa era già difficile operare, prima dell’emergenza, rispettando le norme di sicurezza, figuriamoci ora, alla riapertura, dove alle norme spesso inapplicate si aggiungeranno altre norme fatalmente inapplicabili. Continua a leggere