Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,163
  • Comments 1,495
  • Pages 9

Archivi del mese: luglio 2020

Decidere da sé – self determination

Il diritto dei Popoli di decidere da sé, impropriamente chiamato autodeterminazione, secondo la gran parte dei giuristi di diritto internazionale, contempla la secessione.

L’Italia ha aderito all’ONU sottoscrivendone i principi, ivi compreso il riconoscimento del diritto dei popoli di decidere da sé (selfdetermination-autodeterminazione) enunciato negli articoli 1.2 e 55 della Carta ONU promulgata il 26 giugno 1945 ma nella sua Costituzione, promulgata il 27 dicembre 1947, l’Italia contraddice questo principio all’Art.5 che costituisce uno dei 12 principi fondamentali di questa, dichiarando la Repubblica una e indivisibile. Continua a leggere

La Polizia ci ferma. Cosa fare?

Come ci si può comportare se tutori dell’ordine (Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Vigili) ci fermano in un luogo pubblico:

1) Non essendoci alcun obbligo di portare con sé documenti di identità, alla richiesta di identificazione possiamo fornire nome, cognome e residenza; non c’è obbligo di fornire documenti.

2) Liberi di non rispondere ad eventuali domande nemmeno se si viene a conoscenza di essere indagati; in tal caso la facoltà di non rispondere viene indicata come un diritto tale e quale la presenza di un avvocato;

3) Il tutore dell’ordine può intimare l’allontanamento da un luogo pubblico solo per: Continua a leggere

La Svezia non si è fermata, ora corre

Il virus non l’ha mai fermata: fabbriche, negozi, scuole … tutto aperto e il vantaggio psicologico legato alla serenità da parte delle persone all’idea di uscire di casa, andare al lavoro e fare shopping, ha contribuito ad un bilancio sostanzialmente positivo.

Le vittime, in proporzione, sono state più che nei Paesi confinanti, Norvegia e Danimarca, ma molto meno, sempre in proporzione, rispetto a Italia, Francia e Gran Bretagna. Continua a leggere

Disinformazione covid

Riportiamo da oggitreviso: Coronavirus nel trevigiano, muore un mese dopo essere guarito. Vittima un 54enne deceduto in ospedale a Vittorio Veneto

VITTORIO VENETO 27/07/2020 20:34 | Gianandrea Rorato

Era affetto dal virus, a giugno era guarito. Si è spento oggi in ospedale. Continua a leggere

Multe autovelox, la speedy truffa

Speedy truffa, potrebbe essere la denominazione di un’operazione congiunta di tutte le procure d’Italia nei confronti dei Comuni che utilizzano autovelox non omologati (tutti!)

Tutti coloro che hanno pagato le multe autovelox senza opporre ricorso per la solita questione di convenienza perché il ricorso sarebbe venuto a costare più della multa, hanno la reale possibilità di chiedere il rimborso di quanto pagato.

E’ una prassi che può essere adottata per le multe autovelox non impugnate e pagate negli ultimi 5 anni e consiste in una richiesta di accesso agli atti da inviare al Comune e all’organo di polizia a cui fa riferimento la notifica del verbale; in questa si chiedono due cose: Continua a leggere

Titoli di Stato: una tragedia

E’ ciò che pensa Rocco Casalino, consigliere di Conte. (come dargli torto?)

Proferite da un qualsiasi cittadino queste parole non avrebbero alcun effetto, ma dette dal consigliere politico di Conte, Rocco Casalino, hanno una pesantissima rilevanza.

Non ci interessano le sue discutibili scelta di vita sentimentale ma il suo pensiero, riportato dal portale DAGOSPIA e dal Fattoquotidiano che riprendono le dichiarazioni del suo fidanzato cubano rilasciate a Repubblica, che non può passare inascoltato perché esprime un sentimento di profonda verità. Continua a leggere

Settimana lavorativa corta?

Ci vogliono tutti poveri per meglio disporre della nostra volontà

L’emergenza covid ha mandato in crisi il mondo del lavoro; per far lavorare tutti, anche quelli che lo perderanno, ci sono proposte per la riduzione dell’orario settimanale in modo da offrire a tutti la possibilità di lavorare: lavorare meno per lavorare tutti.

Non si tratta di una novità, è una proposta che di tanto in tanto riaffiora un po’ in tutto il mondo occidentale e che spesso, singolarmente ogni cittadino vaglia per le esigenze della sua famiglia. Continua a leggere

Stranezze italiche

Cose che possono avvenire solo in Italia, Paese di Bengodi.

Un appuntato dei Carabinieri (appuntato è l’equivalente di caporale dell’esercito, un grado in più del soldato semplice), capobanda dei 6 carabinieri stupratori, torturatori, spacciatori di Piacenza, possedeva 11 auto e 16 moto, era titolare di 13 conti correnti e viveva in una villetta di proprietà con piscina ed oltre a ciò aveva acceso due mutui. Continua a leggere

C’è una falsa Agenzia delle Entrate

Il paradosso dell’Agenzia delle Entrate che rivendica la sua identità.

L’Agenzia delle Entrate, quella vera, mette in guardia i cittadini che ricevono email con tanto di logo della stessa Agenzia delle Entrate, inviate però da quella falsa allo scopo di carpire le informazioni di chi “incautamente” aprisse quelle mail. Continua a leggere

Chiudere tutte le Partite IVA

E’ il progetto dei marxisti al governo, non il frutto di nostre fantasiose congetture, perché è scritto nero su bianco su un libro di cui Antonio Misiani, vice ministro dell’economia e delle finanze, è un coautore; qui potete trovarne una breve recensione https://www.cscliguria.it/le-imprese-rigenerate-dai-lavoratori-se-chiudi-ti-compro/

Questi incravattati eredi delle cellule comuniste sessantottine che, per finanziarsi, commettevano rapine chiamandole esproprio proletario, hanno affinato il linguaggio, curato l’immagine, fanno bella figura; sì hanno perso il pelo ma non il vizio. Continua a leggere