Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 818
  • Comments 1,161
  • Pages 9

30.940 Veneti pronti alla lotta armata?

I cittadini veneti aventi diritto al voto sono 3.975.000.

Recenti sondaggi attribuiscono agli indipendentisti una quota di circa il 60%, vale a dire 2.380.000.

Tali numeri sarebbero molto simili a quelli di Plebiscito.eu ammesso che questi siano veritieri.

2.380.000 indipendentisti veneti sono un numero veramente importante, ma quanti di questi sono disposti a fare qualcosa in prima persona e quanti invece, alle parole non farebbero mai seguire alcun fatto?

Una idea ce la stiamo facendo con i due inviti a sottoscrivere pubblicamente le dichiarazioni di Lucio Chiavegato nei confronti di Equitalia.

Questo non è un atto che ci porta diritti all’indipendenza ma è un’azione propedeutica alla disobbedienza civile, lo stesso tipo di disobbedienza che ha portato alla libertà l’India (disobbedienza sulla tassa del sale) e gli Stati Uniti d’America (disobbedienza sulla tassa del Tè) dall’Inghilterra.

Sottoscrivere quelle parole “oltraggiose nei confronti di Equitalia” è schierarsi a favore di Lucio Chiavegato, irriducibile militante indipendentista, contro il simbolo indiscusso dell’oppressione italiana che è Equitalia.

Ci si schiera per Lucio, contro lo Stato italiano, creando un’opposizione politica, silenziosa e imprevedibile, che sconvolge i piani delle élites dominanti che preferirebbero il frastuono di un albero che cade al silenzio di una foresta che cresce.

Il tutto avverrebbe pacificamente e senza alcun rischio!

L’iniziativa della sottoscrizione è stata convogliata tramite Facebook a gran parte dei gruppi marcatamente indipendentisti, permettendo di raggiungere 10.316 persone che hanno operato 166 condivisioni: il tutto ha sortito 137 sottoscrizioni!!!!!!!!

Conclusione: l’1,3% dei Veneti indipendentisti ha dimostrato di non aver alcun timore di esporsi personalmente.

Bravi questi, mentre tutti gli altri stanno dimostrando una preoccupante apatia a conferma del tipico modo di dire veneto “kosa vuto konbatare!”.

Questa è la chiave del discorso!

Di quell’1,3% su 2.380.000, vale a dire dei 30.940 potenziali guerrieri, pensionati compresi, quanti sarebbero disposti a combattere, con le armi, per l’indipendenza del Veneto e subire tutto ciò che una lotta armata comporta in tema di distruzione e morte? Chissà quanti?

Al contrario la disobbedienza civile non abbisogna di qualche decina di migliaia di soldati disposti a morire, necessitano alcuni milioni di cittadini veneti disposti a imparare, per poi praticare, una ferma disobbedienza civile, gandhiana, a portata di tutti, uomini e donne, vecchi e giovani, …………….  per continuare a vivere poi in Libertà!

In questo caso è l’adesione di massa a determinare le sorti della lotta e questo è anche il problema: come far entrare nella testa dei Veneti il concetto di disobbedienza civile come metodo di lotta devastante per chi la subisce e, nello stesso tempo, di lotta pacifica per chi la attua?

Il consiglio è di iniziare con un primo, piccolo, passo: la sottoscrizione alle dichiarazioni di Lucio Chiavegato lo possono essere perché non sono altro che un atto di disobbedienza civile. Allora, se non l’hai ancora fatto, sottoscrivi e fa sottoscrivere qui http://www.life.it/1/sottoscrizione_chiavegato/

Daniele Quaglia

5 risposte a 30.940 Veneti pronti alla lotta armata?

  • bruno scrive:

    Tiene 31 maggio 2016. Caro direttore io Veneto come tutti il popolo siamo stanchi di essere sottomessi e sfruttati da uno stato che non conosco? Italia li conosco solo perché sono dei ladri e truffatori e ASASSINI e vigliacchi! Quindi vanno ELIMIMATI PER SENPRE QUESTA È LA MIA COSTITUZIONE VENETA!

  • Francesca Genovese scrive:

    Io non darei così tanta importanza a questo risultato. La gente è disposta a muoversi quando il risultato delle sue azioni porti veramente a qualcosa di concreto. Continuando a sondaggi, consultazioni, referendum online veri o fasulli che siano, ma che non contano nulla sul piano pratico, se non solo giusta solidarietà, si disperdono energie . Le somme si tirano alla fine :vorrei vedere una votazione dal cui esito dipendesse veramente l’indipendenza del Veneto quanti si tirerebbero indietro.

  • Comitato Ultimi Veri Venexuani scrive:
  • ben scrive:

    sottoscrivo per convinzione e per ragionamento ( anca sa la vedo un po diversamente per alcuni “detagli”)…VANTI COSSì NO SE POL NDAR…!!! i veneti che no ga el corajo de esporse minimamente sendo coscienti che el so futuro, ma quel ch xe pi importante EL FUTURO DEI NOSTRI FIOI E NEVODI….I XE DEI GRAN VI……HI. Ma molemoghe de criticarse dosso e pensemo che la sia na facenda personale tra ogniun de noaltri con i ladroni ca conosemo e femose corajo parchè no ghe xe altro da fare. Forsa Lucio, ti te ste dando l’ esempio anca massa…e chi se ciama omo (del Veneto) el dovaria sentirse in dovere de stare a fianco a uno come Ti e combatare insieme. Forsa tosi, UNII SEMO NA FORSA INIMAGINABILE che i ladroni i trema sol a pensarghe!!!

  • moscheni donato scrive:

    Ok sostengo l iniziativa anche perchè sono in sciopero fiscale da tre anni e sto sostenendo gruppi Veneti conpreso Indipedenza Veneta ,,,,ok

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.