Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 927
  • Comments 1,282
  • Pages 9

4/5/2016 Intervento GIR LIFE

Scatta l’allarme LIFE: due ispettori del lavoro segnalati un un bar!

A lanciarlo Geremia Agnoletti che mi da indicazioni sul luogo da raggiungere; si tratta di un bar a Ponte della Priula, a qualche chilometro dalla sede LIFE.

Presi gli attrezzi, macchina fotografica e registro dei verbali GIR, salgo in auto in direzione Conegliano.

Giunto sul Ponte che attraversa il Piave mi perviene il contrordine: non serve l’intervento dei GIR perché si sta svolgendo tutto regolarmente e sarebbero intervenuti anche i CC chiamati dai due ispettori, messi in allerta dalla minaccia del barista di chiamare i GIR LIFE.

Ma ero quasi arrivato a destinazione e a quel punto sarebbe stato assurdo fare dietrofront; così ho avvertito Geremia che comunque io ci sarei andato e che avrei gradito la presenza sua e di altri.

Dopo pochi attimi arrivo, parcheggio ed entro.

Li ci sono due CC, due ispettori in abiti civili seduti ad un tavolino intenti a redarre un verbale.

Saluto Rudy al banco, vado in cucina dove c’è la mamma a preparare dei piatti freddi, incavolata nera; Marco, fratello di Rudy era seduto accanto ai due ispettori, lo avvicino, lo chiamo in disparte e gli do le prime istruzioni di sopravvivenza: non firmare niente!!!

Le sue prime obiezioni: Posso farlo? Cosa mi diranno? E se non accettano?

Io, perentorio: non firmare, e basta!

Nel frattempo sono intervenuti, con discrezionalità, vari supporters del presidio 9 Dicembre Ponte della Priula.

Un CC mi si avvicina e chiede: lei chi è?

Sono il rappresentante sindacale di LIFE, non sono armato e non ho intenzione di uccidere né voi due né i due ispettori. Sono qui solo per testimoniare i fatti che si stanno svolgendo!

Mi può esibire un documento? La sua richiesta.

La mia risposta: Mi chiamo Daniele Quaglia, nato a … il………. residente a………. senza esibire alcun documento!

A quel punto ha preso una cartellina per scrivere i  dati da me dettati.

Allora, se la mettiamo così – gli dico – prendo il verbale LIFE e comincio a scrivere anch’io.

Detto fatto, appoggiato al bancone redigo il verbale LIFE su quello che sta avvenendo.

Arrivano, nel frattempo Geremia Agnoletti e Toni Sanson giusto in tempo per vedere i due ispettori, di lì a poco, alzarsi velocemente ed andarsene in compagnia dei loro colleghi CC.

Naturalmente non ci sono sfuggite le targhe delle loro auto e i loro nomi posti sul verbale.

Conclusione: hanno redatto un verbale rilevando “gravissime” inottemperanze, vale a dire, cassetta del pronto soccorso con materiali scaduti e registro infortuni privo di data certa e privo di non so quale cazzo di timbro.

In base a queste “gravissime” mancanze, i due ligi funzionari dello stato italiano,  troveranno certamente il modo di sanzionare il malcapitato esercizio con una sanzione di qualche centinaia di euro.

Ma, nella fretta che la nostra presenza ha loro incusso, potrebbero aver commesso qualche errore, con il risultato che il verbale, che NON è stato controfirmato da Marco, potrebbe essere  impugnato per mancanza di requisiti fondamentali e conseguente nullità.

Staremo a vedere se, messi sulla stessa bilancia il registro degli infortuni privo di data certa ed un verbale ipoteticamente nullo, il giudice interpellato vorrà applicare l’assioma LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI o come al solito, applicare l’arcinota variante LA LEGGE NON E’ UGUALE PER TUTTI.

Ma questa volta ci siamo  noi LIFE a vigilare!

Foto e video saranno pubblicati appena recuperati.

Ps in tarda serata Rudy ci ha inviato questo SMS:  Grassie de cor par l’immenso aiuto avu’ inquò. Se magnifici!

Daniele Quaglia

ponte priula 001ponte priula 002

3 risposte a 4/5/2016 Intervento GIR LIFE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.