Login

Newsletter

  • Users 554
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

AAA CERCASI Istituzioni o Associazioni per l’Indipendenza

Immancabilmente LIFE presente a Cittadella dove, per l’ennesima volta, la bandiera gialla ha sventolato in piazza Pierobon.

In un Veneto dove la voglia di indipendenza è in costante crescita quale può essere il contributo di un sindacato di imprenditori?

Semplice!

Archiviata la via dei ricorsi contro le tasse che al 90% sono incostituzionali ma trovano l’avallo della cointeressenza dei giudici perché tutto resti com’è e nulla cambi; tentata la strada del ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU) dove gli eurogiudici, per questioni che riguardano l’indipendenza di un popolo, si aggrappano a cavillosi stratagemmi per cassare i ricorsi; dopo la breve esperienza nel Parlamento provvisorio della Repubblica Veneta di Plebiscito.eu che mai ci ha dato l’impressione di voler agire in regime di Autodeterminazione sfidando lo Stato italiano festa dei veneti manifesto, a Cittadella LIFE ha rilanciato la sua sfida.

CERCASI Istituzioni/Associazioni referenziate con cui pianificare e condividere l’esercizio dell’Autodeterminazione – NO PERDITEMPO –

Questo NON è solo il testo di un avviso CERCASI esposto al gazebo LIFE ma è anche un programma perché l’indipendenza del Veneto si acquisirà, non per via burocratica, ma per via pratica scavalcando la previsione di norme e trattati che lo Stato interpreta a piacimento e adatta favorevolmente a qualsiasi evenienza.

Non sarà una norma a portare l’INDIPENDENZA, non un referendum ibrido tra ignobile plebiscito di savoiarda memoria e vituperata democrazia!

Sarà la pratica, l’esercizio della sovranità popolare attuato giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo minuto, dall’intero Popolo Veneto come rifiuto della realtà politica odierna che non ci appartiene, illiberale e liberticida, figlia impura di Madame Truffa e Monsieur Inganno raccomandati da Napoleone III al perdente Vittorio Emanuele II, dopo la disfatta di Custoza e l’umiliazione di Lissa, nella III guerra d’indipendenza assurto a vincente per via anale.

ESERCITARE IL DIRITTO DI AUTODETERMINAZIONE, questa è l’unica cosa che ci resta da fare!

Saremo in pochi all’inizio e sarà dura perché il regime ci contrasterà con le sue squadriglie nazionaliste di destra e di sinistra, i governanti sospenderanno i diritti civili e i giudici riesumeranno il Codice Rocco; alcuni di noi finiranno in carcere …. ma alla fine saremo in tanti, troppi da reprimere e allora avremo vinto.

Da qui la ricerca di compagni di lotta seri ed affidabili ….. referenziati.

Daniele Quaglia

DSCN0012DSCN0024

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments