Login

Newsletter

  • Users 218
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Anche la Svizzera come la Svezia

Dalle proiezioni catastrofiche e dai provvedimenti restrittivi che adotta questo Governo di apprendisti si direbbe che senza tali restrizioni saremmo tutti destinati a morte certa e atroce per covid19.

Invero non è così, ce l’ha dimostrato la Svezia e ce lo sta dimostrando la Svizzera che per la seconda ondata di covid19 ha lasciato libertà di scelta ai Cantoni che a loro volta hanno deciso di non prendere provvedimenti drastici, decisione che ha portato un notevole rallentamento dei contagi ma una recrudescenza di morti, 152 per milione di abitanti meno, però dei 160 per milione di abitanti dell’Italia che si sta dirigendo verso il burrone di una pericolosa catastrofe economica.

Le uniche restrizioni adottate in Svizzera riguardano il numero di partecipanti ad incontri privati, max 10; la chiusura dei ristoranti alle ore 23; obbligo di mascherina solo in aree affollate; palestre, piste da sci ed ogni attività aperte.

Qui, invece coprifuoco totale alle ore 22; bar e ristoranti chiusi alle 18; palestre chiuse; piste da sci chiuse … ma, nonostante ciò ci ammaliamo e moriamo più che in Svizzera!

La differenza tra i due Paesi è solo una questione di democrazia, di partecipazione diretta che responsabilizza il cittadino: i criminali che ci governano, questo lo sanno bene e sanno che con la partecipazione diretta dei cittadini non sarebbero mai al governo mentre ci ritroviamo amministrati sempre da chi non ha mai vinto le elezioni e il covid19 rappresenta, per questi, la migliore occasione per continuare a governare in regime di dittatura.

Daniele Quaglia

per approfondire https://europa.today.it/attualita/svizzera-svezia-lockdown-contagi-morti.html

COMUNICATO AGLI ASSOCIATI Complice la situazione di estremo disagio ed incertezza che ci stanno imponendo e che combattiamo, per la prima volta in 25 anni nessun incaricato LIFE fino ad ora ha visitato la sede degli associati per il rinnovo della quota 2020/2021 né lo farà più.

Ringrazio in anticipo chi intende rinnovare liberamente e autonomamente la quota 2020/2021 eseguendo un bonifico sul conto di LIFE Treviso in Banca Intesa, causale quota associativa 2020 (quota minima 125€), col seguente

IBAN IT86 O030 6909 6061 0000 0149 763

Seguirà ricevuta via email o fax.

Il Presidente Claudia Bortot

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
giacomo tonon
giacomo tonon
3 mesi fa

QUA’ IN ITALIA NO’ SOL CHE’ IN VENETO…. ORMAI AVEN CHI NE’ GOVERNA I PI’ DEINQUENTI DEA STORIA TALIANA
COME AI TEMPI DEA MASONERIA E COME FONE A VEGNERGHE FORA’ ????????????????????????????????
FINCHE’ I CITADINI I E’ INDORMENZHAI E PAUROSI NO’ GHE’ A’ FAREN MAI !!!! I SE INCORDARA’
QUANDO I LI PARARA’ FORA DE CASA DISENDO QUA’ DESS L’E’ CASA MEA OSSIA DEO STATO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Anonymous
Anonymous
3 mesi fa

Debbo purtroppo constatare la vostra richiesta di rinnovo che a mio avviso purtroppo non porterà una sostanziale contribuzione economica alla LIFE, per dare forza alle vostre proposte,ne apprezzo comunque l’enunciazione, del vs. Presidente.
I nostri satrapi politici in parte falsi sostenitori di una nazione italiana migliore sanno abbaiare, ma non mordono come dovrebbero fare essendo eletti dal popolo che lo ritengono “bue”.
Dobbiamo cambiare pelle diventare “Tori” una mandria risoluta e decisa ad incornare una buona parte dei nostriu onorevoli,per salvare i nostri diritti.
Forse i termini non sono esaltanti,ma la sostanza è quella che conta.!

Ferruccio
Ferruccio
3 mesi fa

Debbo purtroppo constatare la vostra richiesta di rinnovo che a mio avviso purtroppo non porterà una sostanziale contribuzione economica alla LIFE, per dare forza alle vostre proposte,ne apprezzo comunque l’enunciazione, del vs. Presidente.
I nostri satrapi politici in parte falsi sostenitori di una nazione italiana migliore sanno abbaiare, ma non mordono come dovrebbero fare essendo eletti dal popolo che lo ritengono “bue”.
Dobbiamo cambiare pelle diventare “Tori” una mandria risoluta e decisa ad incornare una buona parte dei nostriu onorevoli,per salvare i nostri diritti.
Forse i termini non sono esaltanti,ma la sostanza è quella che conta.!