Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,105
  • Comments 1,427
  • Pages 9

Il rapimento di Zaia

Sono state diffuse notizie sui giornali che attribuiscono al sottoscritto l’ aver organizzato il rapimento di Zaia. Il tutto parte da LP, un personaggio inviso a tutto il mondo dell’indipendenza del Popolo Veneto di cui è stato già trattato qui http://www.life.it/il-tradimento-di-giuda/  e che sembra non aver perso il vizio o l’incarico che i servizi segreti italiani gli hanno affidato di “agente provocatore”.

C’è da dire che in tutta la questione della “Po£isia Nathiona£e Veneta” le istituzioni italiane ci hanno messo molto di proprio , manipolando alcune notizie e facendole arrivare distorte ai giornali e all’opinione pubblica. Ora l’ex questore di Treviso Carmine Damiano dice che, durante le indagini, non è mai emersa prova di attentati o sequestri a Zaia ma non ricorda che nei giorni seguenti il bliz della DIGOS contro la “Po£isia Nathiona£e Veneta” i giornali riportavano titoloni su uno sventato attentato a Zaia.

Quelle notizie erano una verità distorta, una fandonia fatta scientemente pervenire ai giornali. Una bugia che la mente umana col tempo rimuove senza lasciare traccia e non la si ricorda più.

E’ così signor Damiano Carmine? E chi ha dato, a quel tempo, simili notizie distorte ai giornali?

Risposta: Elementare, Watson!

Comunque pur non avendo mai pensato di fare del male o rapire  chicchessia, tanto meno  Zaia,  ho ritenuto doveroso chiedere questa rettifica ai giornali

Per quanto riguarda la questione dell’imboscata a Zaia è vero che in una telefonata intercettata con Bortotto io ho parlato di un’imboscata a Zaia, ma sono certissimo che nelle intercettazioni fatte a mio carico c’è anche il resto di quanto detto circa quell’imboscata, ma che volutamente non è stato diffuso con altrettanta solerzia dagli informatori della stampa,  interni alle istituzioni italiane,  che violano sistematicamente  qualsiasi ordine di riservatezza e che manipolano a piacimento le informazioni.

In quella ed in altre telefonate c’era la spiegazione di come doveva svolgersi quell’imboscata: uguale in tutto per tutto con quell’imboscata fatta a Conegliano all’inaugurazione della lapide a Garibaldi.

Zaia sarebbe venuto alla festa dei Veneti a Cittadella sicuro di  raccogliere solo applausi mentre sarebbe stata salutare una bella imboscata di fischi.

Questa mia dichiarazione dei fatti trova conferma nel fatto stesso che questa fantomatica imboscata  non ha mai avuto un seguito giudiziario e mai lo avrà. Pena un’altra imboscata di pernacchie, questa volta, all’operato del procuratore in pensione Antonio Fojadelli  e del Questore di Treviso, dimessosi, Carmine Damiano.

Daniele Quaglia

Le accuse di LP, agente provovatore dei “Servizi” italiani

Tutta un’invenzione dell’agente LP, questa era troppo grossa

       

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.