Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,103
  • Comments 1,423
  • Pages 9

Attivo il sito: “Life TV 9 dicembre”

Da oggi è più facile essere informati sui presidi della provincia di Treviso attivati dai volontari della Life.

Il più frequentato e determinato permane il grosso presidio all’entrata del casello autostradale di San Vendemiano.

Anche ieri lunghe code si sono formate sia in entrata che in uscita, nonostante la più massiccia presenza di Polizia.

I manifestanti sono molto motivati nel proseguire con il loro presidio, che resta un po’ unico in Italia per due caratteristiche fondamentali dalle quali gli organizzatori non intendono uscire:

1° Nessuna bandiera italiana, considerata il vessillo dell’usurpatore che ha portato queste terre ad un numero impressionante di Veneti che si sono tolti la vita per aver perso il lavoro, e alla soglia della miseria l’intera comunità veneta.  Resta quindi forte in presidio il richiamo ai valori della Repubblica Serenissima, ed è proprio questo il collante delle numerose persone che continuamente giungono al presidio.

2° Nessuna violenza, nessuna prevaricazione. Distribuzione di volantini e giornali Life che spiegano la protesta, con fermi che non superano i 10 minuti. Life si rende conto del disagio provocato agli automobilisti (di cui fanno parte anche tanti degli stessi iscritti Life, che lavorando proprio qui, sono costretti a transitare dai caselli di Conegliano), e quindi rende più scorrevole che altrove il traffico.

Una precisa scelta di civiltà.

“Ringrazio le centinaia di donne, ragazze, uomini, giovani, che in questi 4 meravigliosi giorni (e notti)  sono sbucati al presidio provenienti da ogni categoria e da ogni borgata, spinti solo dal desiderio di fare il proprio dovere per redimere una situazione disastrosa. E’ a queste persone anonime, semplici, determinate che va tutta la mia ammirazione e il mio grazie più profondo” afferma il Responsabile Life del Presidio di San Vendemiano, Geremia Agnoletti.

E’ una gara continua di chi porta viveri, vino e bevande. Alcune ragazze hanno portato fiori che hanno regalato ai militanti che da giorni affrontano il traffico in mezzo alle careggiate.

Lunedì mattina era arrivato anche l’unico sindaco, il Dott. Riccardo Szumski, sindaco di Santa Lucia di Piave.

Si è dichiarato d’accordo con la protesta sacrosanta e ha lasciato una frase scritta sul tazebao del presidio,

eccola: “Quando il potere è sordo e cieco, il popolo ha il dovere di muoversi”

Anche Fabio Padovan, già da Domenica notte presente al presidio, ha parole di riconoscenza per chi rischia e sacrifica per essere qui presente a lottare per un futuro di libertà e non di schiavitù burocratica all’Euro.

I responsabili informano inoltre che da nelle giornate di Sabato, Domenica e Lunedì prossimi sarà tolto il blocco a Ponte della Priula, così da lasciar scorrere il traffico verso la Fiera di Santa Lucia di Piave, viste anche le preoccupazioni in tal senso del Sindaco Szumski.

Padovan trova l’accordo di tutti i vari responsabili: “Siamo operatori economici, ci rendiamo perfettamente conto dell’importanza di un appuntamento economico di tale portata e non vogliamo ostacolare la cascata economica che esso comporta per il comparto e tutta l’area interessata. Siamo prima di tutto gente che lavora, che sa qual è l’importanza del lavoro”.

Conegliano, 12 dicembre ’13

3 risposte a Attivo il sito: “Life TV 9 dicembre”

  • Luciano Dall'Ava scrive:

    Complimenti e auguri. Speriamo che questa aggregazione di popolo tenga e costituisca segnale degno di nota per chi ha occhi, orecchi e sensibilità politica. Significativa la decisione di togliere il blocco per la Fiera di Santa Lucia, ma deve essere ben pubblicizzato perché altrimenti la gente, pensando che ci sia disagio, non ci va. Ad maiora!

  • Paolo Dalla Tor scrive:

    I miei complimenti per la tenacità e la resistenza che dimostrate al freddo. Mi spiace però vedere che in veneto molti presidi espongo fieramente le bandiere dell’usurpatore. Alcuni sono stati “chiamati” da casapound, e mal sopportano il vessillo serenissimo e molti giovani, e anche nei telegiornali si vedono incitano sempre all’Italia e mancano conoscono la nostra vera storia. Sono convito che vi sarebbero ancora più persone in strada se oltre a un protesta a questo stato via sia il prospetto di un futuro miglio in una nuova repubblica veneta, al di là del modo in cui la si raggiungerà.
    Ancora complimenti!

  • Paolo Dalla Tor scrive:

    Complimenti per la tenacia e la resistenza al freddo che dimostrate. sono convinto che oltre alla protesta vi fosse la prospettiva di poter creare una nuova repubblica veneta sotto il vessillo marciano molta più gente sarebbe in piazza. Spiace però vedere gente di casapound ai presidi che mal sopporta il vessillo serenissimo e giovani che inneggiano a una riforma dell’italia e non a un futuro diverso sotto un nuovo serenissimo governo.
    Complimenti ancora e speriamo che le cose cambino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti