Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 834
  • Comments 1,181
  • Pages 9

Autonomia, Veneti traditi?

Nel 1994, la Lega Nord era arrivata al governo con 184 tra deputati e senatori, ed in più poteva contare nel presidente della Camera, la fedelissima Irene Pivetti; la rivoluzione sembrava compiuta ed a Natale ’94, col panettone sarebbe arrivato il federalismo, proclamava Bossi.

Chi non conosce la storia è destinato a ripeterla (cit.) e la vicenda tale quale si è ripetuta con l’autonomia che Salvini aveva promesso col panettone, per Natale 2018.

Il copione è sempre lo stesso: grandi proclami, i fedelissimi che inneggiano all’obbiettivo pressoché raggiunto salvo poi attribuire le cause dello scontato fallimento a eventi esogeni imprevedibili.

I Veneti hanno creduto nel federalismo di Bossi ed ora sono incappati, mantenendo fede ad un copione mai scritto ma visto e rivisto, nell’autonomia promossa da Zaia ed avvallata da Salvini.

Il ciclo venticinquennale si ripete e continuerà a ripetersi fintantoché saranno proposte le stesse strade ed il popolo seguirà ciecamente i professionisti della politica.

Non avendo imparato nulla dalle vicende del ’94, i Veneti continuano a dare credito allo stesso mantra politico: arrivare a Roma e lì cambiare l’Italia.

Ma l’Italia, ha sempre dimostrato di poter cambiare l’indole di chi si contrappone “ai principi costituzionali”, con la più vecchia arma che Roma conosce: lauti stipendi e benefici inimmaginabili che acquietano anche gli animi più rivoluzionari.

Di chi è la colpa, se non ci sono risultati?

Del Popolo che, non imparando nulla dalla storia, continua a fidarsi dei demagoghi politici o di questi professionisti della politica che non hanno mai concepito questa come una missione?

Una cosa è certa: il Popolo che continua a sottrarsi alle sue responsabilità delegando terzi, pur potendo prevedere con certezza un risultato negativo, sarà condannato ad assistere inerme al ripetersi infinito dello stesso ciclo di storia.

Il tutto a conferma che errare è umano e perseverare è diabolico.

E diabolici, i Veneti, anche se inconsapevolmente, lo sono forse troppo.

Daniele Quaglia

vedi anche https://www.life.it/1/autonomia-per-salvare-capra-e-cavolo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.