Login

Newsletter

  • Users 94
  • Posts 1,223
  • Comments 1,644
  • Pages 9

Archivi

Cancellare il debito pubblico

E’ un’ipotesi che circola sempre più insistentemente e che trova approvazione e diniego in egual misura.

Con quello che sta accadendo, non per una presunta e mai accertata pandemia, ma per le risoluzioni dei vari Governi che vanno ad incidere gravemente in senso negativo sull’economia globale, gli Stati sono portati al collasso.

Il debito pubblico, ormai irrefrenabile, cresce a dismisura ed il sistema delle banche centrali che emettono moneta a debito, gravante inesorabilmente sui bilanci degli Stati aderenti, è arrivato ad un punto di non ritorno che prospetta due scenari:

le banche centrali diventeranno padrone assolute degli Stati e ne faranno le veci;

il debito pubblico sarà cancellato per permettere agli Stati la ripresa delle loro funzioni.

Nel primo caso si delinea una soluzione dittatoriale e le banche centrali continueranno ad espandere il loro potere sul tessuto economico e produttivo per un controllo assoluto sulla società. vedi https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/11/16/de-guindos-bce-stoppa-sassoli-sullipotesi-di-cancellazione-del-debito-i-trattati-lo-vietano/6005894/

Nel secondo, si presenta la possibilità di ripartire da zero, come un dopo guerra … a patto, però, che anche il debito che i cittadini detengono nei confronti dello Stato sia equalmente cancellato.

https://www.studiocataldi.it/articoli/40253-riparte-la-rottamazione-delle-cartelle.asp

Come si diceva una volta in simili frangenti: mejo aver debiti ke vansare skei (meglio avere debiti che crediti da riscuotere)

Daniele Quaglia

2 risposte a Cancellare il debito pubblico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti