Login

Newsletter

  • Users 147
  • Posts 1,257
  • Comments 1,674
  • Pages 9

Archivi

Canone RAI: protestare, pagare …. o non pagare?

Il 30% dei cittadini non ha mai pagato il canone RAI, più per protesta che per risparmiare rischiosamente 100 € e, l’altro 70% ha sempre pagato solo per paura delle conseguenze che per fedeltà.

Ci sarebbero tutti i presupposti per una clamorosa protesta fiscale di massa non pagando la prima rata in bolletta della luce e mandando così un pesante Altolà al Governo delle TASSE senza rischiare nulla.

Ma forse questo resterà un sogno, vista l’indole remissiva dei bistrattati cittadini italiani.

Con il canone RAI in bolletta elettrica, chi non ha mai pagato può incorrere in conseguenze spiacevoli perché, se ora iniziasse a pagare, ci sarebbe evidente la presunzione di una precedente evasione che può costare fino a 500 € l’anno per i 10 anni precedenti; se dichiarasse di non possedere un apparecchio TV sarebbe soggetto ad accertamenti e passibile di denuncia penale se le dichiarazioni risultassero false.

Come  comportarsi?

C’è da dire che la quota del canone inclusa nella bolletta della luce può essere scorporata, compilando naturalmente un nuovo bollettino: questo fatto non compromette l’erogazione dell’energia elettrica ma obbliga l’Ente fornitore del servizio ad avvertire l’Agenzia delle Entrate della mancata riscossione della quota di canone RAI.

Da qui, l’Agenzia delle entrate chiederà spiegazioni a chi non ha pagato il quale dovrà dimostrare di non possedere apparecchi TV; ci saranno dei controlli ma sappiate che, senza un mandato da parte di un magistrato, nessuno, né Guardia di Finanza, né ispettori RAI, può pretendere di entrare in casa senza il vostro permesso.

C’è un solo sistema per non pagare, legalmente, il canone RAI :

–  Non possedere affatto alcun apparecchio radio e TV e seguire i programmi radio televisivi in streaming, via web, tramite computer, tablet o iphone;  per ora, la ricezione in streaming, è libera.

Ma per chi non si trova in queste condizioni e non volesse arrischiarsi in false dichiarazioni per evitare di pagare il canone 2016 o, in penali da 5000 €, pagandolo ma esponendosi ad una presunta precedente evasione del canone, potrebbe agire così:

1) non pagare la prima rata del canone 2016, scorporandola;

2) acquistare, subito dopo, un televisore da quattro soldi (tenere lo scontrino);

3) iniziare a pagare il canone con la seconda …… bolletta;

4) da ottobre, fino a dicembre 2016 fare richiesta di suggellamento del televisore appena comprato;

5) dal 1 gennaio 2017 non pagherete più il canone in attesa del suggellamento che probabilmente non avverrà mai;

6) sarete nuovamente liberi al prezzo di 80€!

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Anonymous
Anonymous
7 mesi fa

Grazie è veramente indecente il comportamento dello stato italiano. Questa truffa fa arrabbiare i cittadini incitando ad evadere in altri ambiti. Un cittadino che si senta “truffato dallo stato” è molto più incline ad evadere.

Commenti recenti