Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,106
  • Comments 1,428
  • Pages 9

Caro Luca (Zaia), medita

Controcanto di Stefano Franzago all’onnipresente Luca Zaia nelle ormai noiosissime, quotidiane, dirette TV sull’emergenza covid19 (DQ)

Ieri 19 Maggio 2020, ho seguito la prima parte dell’incontro del Presidente ora denominato Governatore del Veneto, Luca Zaia con i giornalisti.

Ho ascoltato con attenzione la parte introduttiva di Zaia e quello che ne viene fuori non ha nulla di incoraggiante e positivo, anzi!

Vediamo quali sono i passaggi salienti che ritengo siano fonte di forte preoccupazione:

  1. Caro Luca, se non vuoi fare prediche, non farle, punto; ma non mi pare sia così! Quanto poi al qualcosa da ridire, non ce l’hai solo tu; ce l’ho anch’io e molto, su questa situazione a dir poco, molto strana e gestita malissimo;
  2. Si apre oppure no? Se si, l’apertura dev’essere totale, in piena libertà di movimento, altrimenti non ha senso. Bar e ristoranti sono luoghi d’aggregazione per antonomasia; quindi entrare 2 alla volta per stare lontani, equivale a dire: “State pure a casa”. Se pensi che così l’economia possa riprendere slancio e ripartire, auguri Zaia. A proposito: tu sei proprio sicuro di voler riaprire come strombazzi davanti alla stampa? Io qualche dubbio ce l’ho;
  3. Veniamo al rispetto per i morti: appunto! Avete verificato quanti sono quelli, morti esclusivamente di coronavirus, da quelli, morti con coronavirus, essendo affetti da patologie in corso? Tu, Luca, questo conteggio differenziato non l’hai fatto e quindi passa il messaggio, sbagliato, che tutti i morti sono causati dal coronavirus. Non è così che si fa informazione corretta! Poi improvvisamente, la cortina fumogena, e te ne esci con: “lo dico ai complottisti , ai terrapiattisti, abbiate rispetto per i morti……..spero che questo pensiero vi freni. Coloro che sono morti, invece di fare i complottisti o i terrapiattisti, sono coloro che si sono rimboccati le maniche e hanno fatto grande questo Veneto. Sei proprio un contorsionista coi fiocchi, da politicante consumato! No, caro, sei completamente fuori strada! Informati meglio su chi specula sui morti!;
  4. Perché in Germania, Slovacchia,Svezia e altri paesi la gente esce a frotte, crea assembramenti, con mascherine o senza? Perché loro si e noi no? Siamo più brutti e cattivi? Finiamola con ‘sta tiritera! Decisamente qualcosa non quadra!;
  5. Regole chiare? Ma dove? Lacunose e contraddittorie. “La mascherina e le regole non devono essere vissute come delle coercizioni o attività di regime”. Beh Luca, se queste non sono misure coercitive cosa sono? Un po’ di serietà, diamine!;
  6. Hai sentito persone come Antony Fauci, Walter Ricciardi dire che “la mascherina non serve”? Soprattutto “ai sani non serve”;
  7. Il Dottor Montanari ed altri affermare che “mascherine e guanti sono ricettacolo di germi”?
  8. Poi c’è il problema tamponi: sono inaffidabili nella misura di 80 casi su 100 di falsi positivi; è più facile, vincere a testa e croce! Allora come la mettiamo?;
  9. Poi Luca, hai le idee un po’ confuse, perché, prima avevi detto che “non voglio zone rosse”, adesso minacci il pugno duro contro chi non è ligio alle regole. Dai, su!;
  10. Infine, non so quanto tu sia ferrato sul termine complottista; in ogni caso sappi che, complottista è chi trama e prepara nell’ombra, non chi lo scopre o ne favoleggia, parlandone. Lo sai chi ha inventato il termine “complottismo“? La CIA! Il che è tutto dire.

Medita Luca, medita

Stefano Franzago

Una risposta a Caro Luca (Zaia), medita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.