Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 908
  • Comments 1,267
  • Pages 9

Catalani, Veneti e l’indipendenza

Cosa accomuna e cosa divide le istanze indipendentiste dei due Popoli.

Catalani e Veneti ambiscono entrambi all’indipendenza anche se sembra molto più marcata la determinazione dei primi che non esitano a scende nelle piazze a milioni, che hanno svolto un referendum ufficiale su questa, che i loro rappresentanti politici hanno accettato la sfida del carcere e che la gente, a difesa di questi, affronta con spirito gandhiano i manganelli dei Mossos d’Esquadra.

Un’utopia per noi Veneti.

Al di la di questi aspetti, la questione indipendenza richiama una prassi politica da cui non si può transigere:

  1. Il diritto di Self-determination (autodeterminazione) riconosciuto nella Carta ONU non è retroattivo quindi non può essere invocato per annessioni precedenti al 1945 salvo alcuni casi specifici e di estrema gravità;
  2. Gli Stati appartenenti all’ONU si sono assunti l’impegno di non interferire su questioni interne relative ad altri Stati della Comunità.

Ragioni per cui, restanti così le cose, Catalogna e Veneto non avranno il supporto della Comunità internazionale.

Ma i Catalani stanno agendo bene e devono avere la forza di non fermarsi, di continuare a sfidare la repressione, anche armata, degli spagnoli per poter creare le condizioni di una grave emergenza umanitaria che, eccezionalmente, costituirebbe deroga al principio di irretroattività del diritto di self-determination e permettere l’intervento internazionale, cosa già successa in altri casi internazionali, a meno che gli spagnoli non riescano a mantenere le loro azioni negli standard, riconosciuti, di politica interna.

Simili condizioni sono irraggiungibili per i Veneti, in quanto:

  1. Non esiste una coscienza identitaria veneta di massa;
  2. I politici veneti sembrano disposti a tutto fuorché a sfidare il carcere;
  3. Tutti sognano l’uomo veneto forte, che si accolli ogni sorta di problemi, politici-economici-finanziari e che magicamente realizzi la Nuova Repubblica Serenissima.

Per i Veneti, vista la loro innegabile storia come Stato e nonostante l’attuale insipienza politica, potrebbe essere percorribile la rivendicazione dell’originaria sovranità, a cura di un soggetto politico legittimamente e realmente rappresentativo, cosa già avvenuta in altro caso a livello internazionale e che permetterebbe di ovviare alla irretroattività del diritto di self-determination.

Stessa cosa potrebbero fare anche i Catalani a supporto della loro attuale azione, sempre che la loro Storia ne presenti le caratteristiche.

Il tutto non dimenticando che, in ogni caso, si è dimostrata determinante una forte protezione politica internazionale.

Daniele Quaglia

Una risposta a Catalani, Veneti e l’indipendenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti