Login

Newsletter

  • Users 94
  • Posts 1,221
  • Comments 1,644
  • Pages 9

Archivi

buropazzia

La resistenza

Non quella dei partigiani al regime imposto da Mussolini ma quella odierna, egualmente contro il neo regime fascista, imposto dalla combriccola Conte & Compagnia; quelli che si presentavano ai potenziali elettori come i paladini della lotta alla partitocrazia, al posto fisso in Parlamento e contro ogni tipo di vaccino; quelli che volevano cambiare il sistema Italia ma il sistema li ha incorporati e ne sono diventati i fidi custodi. Continua a leggere

Arrestate Conte & C.

È la richiesta depositata in data odierna come integrazione alla denuncia presentata da Claudia Bortot in qualità di Presidente LIFE Treviso il 13 ottobre scorso.

Visto che da allora l’attività criminosa di Conte & C. ha continuato imperterrita appare quanto mai necessario ed urgente impedire la commissione di altri reati con la richiesta di misure cautelari personali. Continua a leggere

Un futuro difficile

In cinque anni sono calate di 80.000 unità le imprese under 35

I giovani rappresentano il futuro e garantiscono la continuità di un sistema sociale; i giovani imprenditori, gli under 35, rappresentano il futuro e garantiscono la continuità del sistema economico che sostiene il sistema sociale.

Il fatto che il numero di imprenditori under 35 sia calato di 80.000 unità nel corso degli ultimi cinque anni è un pessimo segnale che la politica, questa mala politica, non ha ancora intercettato e non si pone minimamente il problema. Continua a leggere

Facciamoci sentire

Chi ha letto la denuncia LIFE contro Conte & C. o almeno ne abbia preso visione nel sunto finale delle imputazioni, avrà ben capito perché il Governo, da cui dipendono organi di stampa e le maggiori TV, abbia tutto l’interesse di tenere una soglia d’allerta molto alta sull’evoluzione pandemica del covid19 che di pandemia non ne ha alcuna caratteristica. Continua a leggere

Covid19, terrorismo delle autorità

Lettera di Riccardo Szumski, missione medico

Pubblichiamo questa lettera di Riccardo Szumski, medico di base nonché sindaco di Santa Lucia di Piave, da sempre amico LIFE, che lo stesso ha pubblicato nel suo profilo Facebook per dare la possibilità a chi non usa il Social di leggere le sue impressioni, da medico di famiglia che ancora visita i suoi pazienti a casa, sul covid19, sul terrorismo delle autorità e sulla distorsione di informazioni da parte dei media.

Dopo una mattinata di lavoro e telefonate di disperati in pausa pranzo ufficializzo: Continua a leggere

Dal dire, al fare … !

L’Italia si trova al 18° posto, in una classifica di 144 Stati, per attrattività economica e il covid19 non c’entra.

Gli indici che contribuiscono a determinare questa classifica sono: apertura, innovazione, efficienza, dotazione e sostenibilità che si possono consultare Continua a leggere

Autonomi, il capro espiatorio

L’economia va male? Le tasse sono troppo alte? Mancano i servizi? Colpa degli autonomi, artigiani, commercianti, liberi professionisti che evadono le tasse!

Per ogni cosa che non va bene in questo Paese c’è un solo e unico colpevole, gli autonomi che ogni anno evadono 100 mld di euro di tasse!

Ma c’è un costo occulto, quello della inefficienza della Pubblica Amministrazione, che grava sull’economia più del doppio dell’evasione fiscale.

Fate tesoro della tabella qui sotto riportata! Continua a leggere

Multe autovelox, la speedy truffa

Speedy truffa, potrebbe essere la denominazione di un’operazione congiunta di tutte le procure d’Italia nei confronti dei Comuni che utilizzano autovelox non omologati (tutti!)

Tutti coloro che hanno pagato le multe autovelox senza opporre ricorso per la solita questione di convenienza perché il ricorso sarebbe venuto a costare più della multa, hanno la reale possibilità di chiedere il rimborso di quanto pagato.

E’ una prassi che può essere adottata per le multe autovelox non impugnate e pagate negli ultimi 5 anni e consiste in una richiesta di accesso agli atti da inviare al Comune e all’organo di polizia a cui fa riferimento la notifica del verbale; in questa si chiedono due cose: Continua a leggere

Burocrazia. la macchina infernale

In tempi di emergenza come questi servono decisioni precise e facili da eseguire altrimenti tutto si trasforma in una babele.

Lo sanno i commercialisti che hanno visto le varie disposizioni governative sul covid19 accompagnate da una sfilza infinita di documenti che ne regolano l’attuazione con la richiesta infinita di documenti da allegare alle domande di contributi a fondo perduto, crediti d’imposta, richieste di finanziamento da parte delle aziende.

Per fare un esempio, in brevissimo tempo l’Agenzia delle entrate ha emesso una circolare “fiume” e un’altra relativa alla dichiarazione dei redditi, di ben 411 pagine. Continua a leggere

Lotta all’evasione

Ovvero l’arte di complicare le cose.

Qualche decennio fa un nostro conoscente, cittadino svizzero, che si era trasferito nella Marca Trevigiana per godersi la pensione ci raccontava della facilità con cui in Svizzera si adempiva alla dichiarazione dei redditi.

Da lavoratore dipendente raccoglieva nell’arco dell’anno la documentazione dei compensi ricevuti e di tutte le spese sostenute; benzina, meccanico, telefono, idraulico, alimentari, luce, gas …. fissava un appuntamento presso l’Ufficio comunale dei tributi e con l’aiuto di un funzionario calcolava l’importo delle tasse da pagare: da questo momento lui era sistematicamente esente da qualsiasi altro controllo fiscale. Continua a leggere

Commenti recenti