Login

Newsletter

  • Users 89
  • Posts 803
  • Comments 1,148
  • Pages 9

buropazzia

L’etilometro ed il bere consapevole

Vieni al Mamilla di San Vendemiano, in Via Venezia 61, martedì 16 aprile 2019, ore 20,30 per comprendere come il bere consapevole sia una virtù che può rivelarsi vana quando si incappa in un controllo con l’etilometro.

Questo apparecchio, che non rileva la quantità di alcool presente nel sangue ma i vapori presenti nell’esofago è stato riconosciuto inattendibile, oramai, in innumerevoli sentenze ma, nonostante ciò, Continua a leggere

Corrottissima repubblica

Sono giornaliere le cronache riportanti episodi di corruzione che coinvolgono politici locali, politici nazionali, burocrati e funzionari dello Stato italiano, ad ogni livello.

Fanno clamore le condanne e le vicende relative ai personaggi politici locali più conosciuti come Formigoni presidente Lombardia, Galan presidente Veneto, Rollandin presidente Valle d’Aosta; molto meno quelle relative ai poco conosciuti amministratori locali; meno ancora quelle di politici decaduti dalle cariche Continua a leggere

Stangata per le SrL

Uno Stato che è sempre sull’orlo del fallimento, indipendentemente dalle ragioni, e che da sempre si dimostra un pessimo imprenditore ma ha la pretesa di impedire alle aziende di fallire, in questo caso alle SrL, è a dir poco ridicolo.

Tanto più se questo progetto è frutto di un governo sinistro che notoriamente non annoverava mai tra i suoi esponenti il fior fiore dei piccoli e medi imprenditori, bensì quelli di un’imprenditoria assistita, parassitaria  e fallimentare. Continua a leggere

Alcoltest per i politici

La questione etilometro si arricchisce di una nuova vicenda arrivata all’estremo giudizio, ma perché arrivare fino alla Cassazione per ottenere una sentenza di assoluzione (pur parziale) quando un po’ di buon senso potrebbe evitare costosi quanto farraginosi procedimenti?

La colpa è in gran parte dei politici che approvano leggi controverse e in parte di quegli addetti al controllo che le applicano in modo marziale.

Tutti sappiamo che ogni individuo ha una sua personale reazione all’alcool: c’è chi, per assurdo, è già Continua a leggere

Autovelox, Cartello di preavviso e Agenti devono essere visibili

La Corte di Cassazione ritorna sulla questione degli autovelox nascosti e lo fa con una ordinanza nell’intento di fare chiarezza sull’argomento visto che alcuni tribunali ritengono essenziale la visibilità dei cartelli stradali di preavviso confermando le multe rilevate, altri invece, con una visione più favorevole agli automobilisti, ritengono elementi indispensabili alla legittimità delle multe, la visibilità sia dei cartelli di preavviso, sia degli autovelox che della relativa pattuglia.

Con la sua ordinanza, la Cassazione privilegia questa seconda interpretazione rifacendosi all’Art.142 co, Continua a leggere

L’etilometro non dice la verità

Da un recente convegno ACI in tema di sicurezza si è ribadita la necessità che gli etilometri siano adeguatamente sottoposti a verifiche, calibrazioni e manutenzioni quanto meno annuali pur mantenendo un grado di errore dallo 0 al 16% in quanto estremamente sensibili alla temperatura esterna, umidità, nebbia e altri fattori atmosferici e climatici, oltre che ad essere soggetti ad un invecchiamento dichiarato del 2% mensile.

Ma essendo sensibili anche a sostanze contenute in solventi, in prodotti industriali o in altri gas presenti Continua a leggere

La truffa naviga con la fattura elettronica

Dopo poco più di un mese dall’entrata in vigore della fattura elettronica ecco le prime crepe sul sistema di sicurezza.

Si tratta di dati sensibili che per la verità potrebbero non essere inseriti nella fattura ma che molti hanno ritenuto doveroso inserire.

Tra questi il Codice IBAN che dovrebbe permettere i pagamenti delle fatture in maniera più diretta.

La denuncia è del sindacato dei Commercialisti dopo numerose segnalazioni ricevute dalle banche. Continua a leggere

Reddito di cittadinanza: galera a chi truffa?

E’ quanto ha chiesto Giorgio Vigni ai Ministri dello Sviluppo Economico e dell’Interno con questa sua lettera:

Dichiarazioni ripetute, ferme e roboanti che chi farà il “furbo”, sul reddito di cittadinanza, € 780/mese, ergo € 9.400/anno, finirà in carcere.

Lodevole e rassicurante.

Il galeotto risulta costare al contribuente € 132 pro die, ergo € 4.000/mese, ergo € 48.000/anno e speriamo non si prenda i 6 anni di pena massima; non considerate le spese dell’indagine e del tribunale! Continua a leggere

Pace fiscale: non aderire e resistere?

Questo è il caso tipico in cui lo Stato si trova a fare i conti con la sua controversa legislazione per la quale, spesso e volentieri, le sue stesse norme sono in conflitto.

La pace fiscale, così come attualmente pensata, oltre ad essere discriminante, vedi qui https://www.life.it/1/pace-fiscale-e-discriminazione/ e qui https://www.life.it/1/pace-fiscale-life-ha-ragione/ , non attrae certamente le imprese e se qualcuno dei governanti pensava di incamerare milioni di euro e Continua a leggere

Schiavi per Cartelle prescritte (seconda parte)

seguito di https://www.life.it/1/schiavi-per-cartelle-prescritte-prima-parte/

Schiavi e, come se non bastasse, dover pagare un avvocato per convincere un organo dello Stato (Tribunale, Commissione Tributaria, Giudice di Pace) ad annullare una cartella esattoriale che una Legge approvata dall’organo supremo di questo Stato, il Parlamento italiano, dichiara inequivocabilmente prescritta, quindi nulla, ma che altro organo, sempre di questo Stato italiano (Agenzia delle Entrate, Riscossione) contrariamente, ritiene legittima.

Ne consegue che le cartelle esattoriali prescritte in teoria non dovrebbero produrre alcun effetto, in pratica costringono il contribuente a ricercare l’aiuto di Continua a leggere