Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 908
  • Comments 1,267
  • Pages 9

buropazzia

Mutui a tasso negativo

Ottenere un mutuo a tasso negativo significa restituire una somma minore di quella ricevuta o, in altra forma, godere di interessi per l’uso di denaro; una cosa inaudita, impossibile da comprendere salvo per i pochi fortunati per i quali ciò rappresenta una pacchia.

E’ una eventualità che in Italia non potrà realizzarsi perché il codice civile impone, a chi ha ricevuto un prestito, la restituzione di quanto avuto più gli interessi ma che, in Danimarca, ha trovato realtà nella concessione di mutui a tasso negativo. (*) Continua a leggere

Cartelle esattoriali: il valzer della prescrizione

10 anni, 5, 3 … o prescrizione indefinita? Cosa dice la legge? Chi lo sa?

Comprendere bene ciò che viene letto,molto spesso dipende da com’è scritto il testo e se il linguaggio usato è chiaro è impossibile dare più interpretazioni allo stesso testo.

Le leggi italiane sono scritte male e con un linguaggio poco chiaro: motivi per i quali sono praticamente incomprensibili al cittadino comune ma sono talmente equivoche da prestarsi a varie interpretazioni, il più delle volte contrastanti, da parte di giudici e avvocati. Continua a leggere

Lotta al contante è foglia di fico

L’evasione dell’IVA, quindi l’IVA incassata ma non versata allo Stato ma anche quella non incassata nelle transazioni in nero e non versata, costituisce il cavallo di battaglia di questo ed altri governi che mirano ad eliminare il contante per controllare i flussi di denaro nell’acquisto di beni e servizi.

Secondo questa teoria sarebbe possibile recuperare ogni anno 33,6 mld di IVA evasa come accertato Continua a leggere

Rimborso IVA sulla tassa rifiuti?

Tutti paghiamo quella che comunemente viene chiamata tassa sui rifiuti e tutti noi ci siamo sempre chiesti il motivo per il quale su una tassa dobbiamo pagare anche un’imposta, l’IVA, Imposta sul Valore Aggiunto.

La questione, nonostante che a quel compenso richiestoci sia stato cambiato più volte il nome in Continua a leggere

La moneta contante e i pirla

Negli anni passati, sono stati numerosi gli autori che hanno denunciato la faziosità della moneta che, da strumento di scambio economico, è diventata strumento di potere.

Grazie al primogenito di questi, il prof. Giacinto Auriti e a tutti quelli che hanno diffuso le sue tesi a livello popolare, tra i quali Eugenio Benetazzo e l’avvocato Marco Della Luna a noi LIFE più vicini, è stato svelato l’inganno della moneta a debito (vedi Euro) il cui scopo è di arrivare al controllo degli Stati quale effetto del Continua a leggere

L’idiozia della lotta al contante

Di questo passo chi sarà trovato in possesso di banconote, c’è da scommetterci, rischierà di finire in galera, finché il denaro contante sarà considerato l’origine di tutti i mali come una volta quando gli anziani, dalla intemerata fede in Dio, proferivano che il denaro appartenesse al diavolo;  questa lotta che il governo italiano sta facendo contro il denaro contante ha tutte le parvenze di una guerra religiosa. Continua a leggere

La sovranità appartiene al Popolo … (che non c’è)

Spesso la Svizzera viene presa ad esempio per l’organizzazione, l’efficienza e il rispetto delle norme da parte dei cittadini (Popolo) e la si indica come modello ideale senza considerare che lì il cittadino (Popolo) gode di una sovranità che gli consente di intervenire direttamente nelle scelte del Governo ai vari livelli.

Se l’Amministrazione del Comune decide di realizzare una piscina, l’ultima parola spetta a quei cittadini che accettano o respingono la proposta con un referendum, come accettano o respingono l’introduzione di una nuova tassa, rigorosamente a termine, per la copertura di quella spesa. Continua a leggere

Autovelox e giustizia

Ancora una causa vinta contro l’autovelox non omologato, ma chi ha perso è la giustizia.

Vincere una causa contro un Comune, nel caso in oggetto il Comune di Padova, con la clausola “spese compensate” ha il sapore amaro di una mezza sconfitta. sentenza autovelox

Continuiamo a non comprendere questa tacita connivenza tra i giudici, solo teoricamente terzi e imparziali a garanzia di un equo giudizio, e la Pubblica amministrazione che quando perde, il più delle volte non viene condannata alla rifusione delle spese alla controparte anche quando il suo comportamento è manifestamente doloso come nel caso degli autovelox messi in funzione senza alcuna omologazione. Continua a leggere

Il fai da te: passaggio proprietà auto

Il passaggio di proprietà dell’auto è un bizantinismo tutto italico che ha il solo scopo di costringere i cittadini a pagare apposite agenzie pur di non impantanarsi nelle sabbie mobili delle pastoie burocratiche. Così a differenza degli altri Stati europei dove il passaggio di proprietà di un’auto costa all’incirca 30 euro qui, nel paradossale “bel Paese” , si possono superare facilmente i 500 euro con la complice, sconfortante rassegnazione dei cittadini. Continua a leggere

Il ricatto del fermo amministrativo

Si apre uno spiraglio contro l’abuso ricattatorio di questo provvedimento.

Da quando è nato il fermo amministrativo, LIFE non ha esitato a classificarlo”ricatto” e subito si è messa in moto per contrastarlo anche platealmente, come nella manifestazione del primo luglio 2003 nel corso della quale abbiamo sfidato le forze dell’ordine circolando con un’auto sottoposta a fermo alla quale non hanno saputo applicare alcuna sanzione lasciandola circolare liberamente. Vedi https://www.life.it/1/fermo-amministrativo/ Continua a leggere

Commenti recenti