Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,139
  • Comments 1,461
  • Pages 9

ITALIA

Burocrazia+corruzione=300 mld?

Di più perché, a questa cifra sono da aggiungere i miliardi sottratti al fisco per pagare le tangenti in nero, soldi che vengono reinvestiti dai corrotti o collusi in un mercato altrettanto in nero.

A sentir parlare questi improvvisati e incapaci politici, sembra che le disgrazie economiche dell’Italia siano da attribuire soprattutto ai piccoli imprenditori e al nero collegato, stimabile in un’evasione fiscale ipotizzabile dai 100 ai 200 miliardi. Continua a leggere

Bloccate 325.000 carte prepagate

Succede in Italia: con un semplice click bloccate 325.000 carte di credito prepagate

Con un semplice click bloccate le carte di credito prepagate emesse in Italia dalla Wirecard, societa’ tedesca attiva nel settore delle tecnologia applicata ai servizi finanziari, sull’orlo del fallimento dopo che il CDA ha chiesto al tribunale di Monaco di Baviera l’apertura di un procedimento di insolvenza.

Ciò che preoccupa non è la questione in sé, perché ci stiamo abituando a banche che falliscono ma è la riprova del fatto che un qualcuno, in un qualsiasi momento, con estrema facilità, abbia il potere di premere un bottone e diventare padrone della nostra vita rendendoci finanziariamente dipendenti, ricattabili, schiavi. Continua a leggere

Lavoro e famiglia

I politici si lamentano perché non nascono più figli o fingono di lamentarsi?

Al giorno d’oggi una coppia, sposata o meno, sta ben attenta ad aver figli perché, come prima cosa, costituiscono un impegno economico a cui è difficile far fronte pur lavorando in due,avendo da pagare il mutuo o l’affitto della casa più le eventuali rate dell’auto che distraggono la maggior parte dei guadagni.

Chi decide di aver figli deve necessariamente avere l’aiuto logistico di genitori e suoceri perché, mai gli orari di asilo e scuola collimano con quelli di lavoro e, se queste coppie sono pure NO VAX , devono arrangiarsi totalmente almeno fino ai 5 anni perché i figli non vengono accettati da asili nido e asili vari.

Nel corso del 2019, ben 37.611 neo-mamme e 13.947 neo papà, per un totale di 51.558 lavoratori neo genitori, hanno abbandonato il lavoro per questi “motivi di famiglia” mentre il part time, che potrebbe costituire un valido aiuto, viene accettato solo nel 21% delle richieste avanzate. Continua a leggere

Superbonus 110%

Una supercazzola all’italiana?

Potrebbe finire così, ancor prima di cominciare, il tanto declamato superbonus per l’efficientamento energetico delle abitazioni.

L’offerta dovrebbe entrare in vigore al 1° di luglio, ma ad una settimana dall’ipotetica inizio, troppe cose sono ancora da definire: mancano passaggi importanti e definitivi alla Camera dei Deputati e dell’Agenzia delle Entrate che dovrebbe fornire le linee guida per accedere alle detrazioni; nel contempo non si è ancora deciso se allargare l’opportunità alla seconda casa, agli alberghi, se prorogarla al 2022 e non si sono mai date indicazioni sulla cessione del credito. Continua a leggere

Il contante non sparirà

Stato e Mafia avrebbero stipulato un tacito accordo atto a garantire l’uso del contante.

Senza dimenticare che in Europa l’uso del contante è limitato a 10.000 euro/mese e che le limitazioni italiane violando le indicazioni europee sono impugnabili, al sistema Italia conviene tenere un basso profilo, minacciare sanzioni che inevitabilmente andranno a colpire i piccoli artigiani al fine di coprire il grande giro di contante proveniente dagli affari di Mafia. Continua a leggere

Tenetevi la fiducia

Tenetevi la fiducia, dateci i soldi e lasciateceli spendere.

Piano piano gli illuminati che ci governano stanno scoprendo che un’attività economica non si ferma o riparte premendo semplicemente un pulsante.

Stanno scoprendo che le PMI, il modello produttivo che ha reso forte il nostro Paese (cit. Conte), sono in affanno e scopriranno presto che senza massicci aiuti a fondo perduto, non un misero 20% sul mancato fatturato e meno ancora con i prestiti garantiti, la sorte di queste è segnata.

Sempre citando Conte dobbiamo cercare di alimentare la fiducia per far ripartire i consumi, ma è con più soldi in tasca che si acquistano più cose. Continua a leggere

Finanziamento a fondo perduto

In che Stato siamo capitati?

Sono diventate proverbiali le testimonianze di lavoratori autonomi in Germania a cui lo Stato, senza pratiche burocratiche e nel giro di qualche giorno ha fatto pervenire migliaia di euro a fondo perduto direttamente sul conto corrente di questi. Vedi https://www.life.it/1/fame-di-cibo-e-liberta/

L’imprenditore italiano si è visto la promessa di 600 euro pervenuti solo ad una parte (analogamente alla cassa integrazione dei lavoratori) e finalmente l’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 10 giugno ha pubblicato le modalità per accedere ad un finanziamento a fondo perduto disposto dal DL 4 del 19 maggio 2020. Continua a leggere

L’app. “immuni” va “in mona”

L‘autodeterminazione esercitata dai Popoli Ligure, Pugliese, Abruzzese e Marchigiano manda “in-mona” il progetto “immuni”.

Controllare tutti e tutto era il progetto dell’app. “immuni” proposto ai cittadini come estremo baluardo al contagio del pseudo killer covid19 che sempre più si rivela una bufala pandemica.

Il popolo, che questa volta aveva la possibilità di scegliere liberamente, ha esercitato il suo diritto alla libertà e non ha accettato l’invito di scaricare in massa l’applicazione “immuni”, proposta dai satrapi al potere come test, ai cittadini di quattro regioni, Liguria, Puglia, Abruzzo e Marche, con fini di esercitare su questi il controllo assoluto. Continua a leggere

Covid19, affari e potere

Spiegato, in parte, il clima di terrore che ha accompagnato questa atipica “pandemia”

Adesso cominciamo a capire perché il prof. Burioni onnipresente da qualche mese in TV parlasse in sfacciatamente a favore dei vaccini, degli anticorpi monoclonali, della necessità di rendere obbligatorie le vaccinazioni, della inarrestabile pandemia e della seconda ondata, anche da lui, prevista per l’autunno. Continua a leggere

Difficoltà di pagare l’affitto

Finalmente un po’ di buon senso da parte dei giudici che sospendono i canoni o le rate dei leasing in attesa che la politica, latitante o ritardataria, prenda decisioni efficaci.

Come fanno attività commerciali o industriali a pagare gli affitti con il blocco della produzione o delle vendite imposto per legge la quale non ha previsto la sospensione contemporanea dei canoni di affitto o di leasing? Continua a leggere