Login

Newsletter

Archivi

REPUBBLICA VENETA

Facciamoci sentire

Chi ha letto la denuncia LIFE contro Conte & C. o almeno ne abbia preso visione nel sunto finale delle imputazioni, avrà ben capito perché il Governo, da cui dipendono organi di stampa e le maggiori TV, abbia tutto l’interesse di tenere una soglia d’allerta molto alta sull’evoluzione pandemica del covid19 che di pandemia non ne ha alcuna caratteristica. Continua a leggere

Siamo fritti

Diffondere paura, seminare zizzania, dividere i cittadini … stanno preparando la strada alla venuta di qualche pazzo criminale

Obbligo di vaccinarsi, di rimanere chiusi in casa, di indossare la mascherina, di mantenere le distanze, di non frequentare luoghi affollati, di non lavorare perché ci pagano lo stesso, in pratica, l’obbligo di rinunciare ad ogni libertà per paura di una sempre più inverosimile pandemia e se questo piano dovesse fallire c’è il piano B, il contrasto al contante. Continua a leggere

Chi ha vinto? Zaia o Roma?

Ricordate il referendum sull’autonomia che si è svolto il 22 ottobre 2017?

Le leggi regionali 15 e 16/2014 avevano approvato la proposta di due referendum: uno sull’autonomia e l’altro sull’indipendenza.

Indipendenza e autonomia sono materie esclusive del Parlamento che deve decidere libero da pressioni, quindi nelle due materie sono vietati referendum perché possono condizionare il libero voto dei parlamentari. Continua a leggere

Ci vogliono schiavi, ci avranno ribelli

Il Governo, nonostante le restrizioni a causa del covid19, per liquidare gli stipendi di politici, burocrati e addetti alla macchina dello Stato, ha mantenuto fede al suo impegno, ma per quanto riguarda la cassa integrazione ai lavoratori del privato, provvedimento imposto per decreto, il Governo non ha ancora onorato il suo impegno mettendo in seria difficoltà lavoratori ed aziende: il cuore pulsante dell’economia. Continua a leggere

E’ dal 1860 che cresce

C’è una sola cosa che in Italia va perennemente in controtendenza, che è immune da qualsiasi crisi politica ed economica, che costantemente cresce.

Cos’è?

Semplice: la pressione fiscale! Continua a leggere

I contagi calano

Mentre in quasi tutto il mondo i contagi da covid19 aumentano innescando paure e timori per probabili nuovi lockdown, in Svezia l’andamento è in contro tendenza ed il numero dei contagiati è progressivamente diminuito tornando ai livelli di marzo con 30,4 contagi ogni 100.000 abitanti contro i 281 della Spagna, 162 della Francia, 55.6 del Regno Unito, 52.4 della Danimarca, 32.8 dell’Italia. Continua a leggere

Aziende suicide?

O il Governo nasconde qualcosa o esistono per davvero imprenditori kamikaze

Ricordate la commessa di 2,5 milioni di banchi monoposto che il Governo aveva garantito che all’inizio dell’anno scolastico sarebbero stati tutti assegnati?

“Saremo pronti per settembre” chiosava la ministra Azzolina; invece, alla riapertura delle scuole, poco meno del 10% di quei banchi sono stati allocati. Continua a leggere

650.000 morti in Italia

Non è una previsione catastrofica covid19 ma è il numero ufficiale delle morti nel 2017 e di queste:

232.992  avvenute per malattie del sistema circolatorio (infarto e ictus) in gran parte causate da cattiva alimentazione, fumo di sigaretta, sedentarietà e stress;

180.085  avvenute per tumore di cui i fattori di rischio sono l’età, l’ereditarietà, stile di vita (fumo di sigaretta, alcool, esposizione al sole, alimentazione), l’inquinamento atmosferico, nonché i virus; Continua a leggere

Via dall’Italia

Via dall’Italia, se hai un sogno da realizzare.

Un ingegnere informatico, fino a quattro anni fa, lavorava in Italia per un’azienda del settore, con poca soddisfazione perché l’impegno e le capacità profusi non erano adeguatamente ricompensati; niente di strano quando la remunerazione rientra nei parametri dei contratti nazionali.

Abbastanza introverso, taciturno, nessuno mai avrebbe pensato che un giorno prendesse l’aereo per andare a lavorare fuori dall’Italia … in Olanda. Continua a leggere

Piave

Sebbene esista una Repubblica Italiana, questa espressione astratta non è la mia Patria. Noi Veneti abbiamo girato il mondo, ma la nostra Patria, quella per cui, se ci fosse da combattere combatteremmo, è soltanto il Veneto. Quando vedo scritto all’imbocco dei ponti sul Piave fiume sacro alla Patria, mi commuovo, ma non perché penso all’Italia, bensì perché penso al Veneto. Continua a leggere