Login

Newsletter

  • Users 91
  • Posts 1,044
  • Comments 1,370
  • Pages 9

video

Fame di cibo e libertà (video)

Ascoltate questo audio che racconta di una telefonata tra un’artigiana veneta ed il cugino, gelataio in Germania, il quale ha fatto richiesta  del sussidio per chiusura forzata dell’attività a colpa del coronavirus; il giorno dopo aveva già 9.000 euro di contributo accreditati sul suo conto corrente, in banca.

Avevano visto giusto i nostri Padri veneti quando, subito dopo l’annessione al regno d’italia coniavano il detto “Co San Marco comandava se disnava e se senava …. soto Casa de Savoja de magnar te ga voja”. Continua a leggere

Coronavirus e la peste a Venezia

Interessante questo video che raffronta il Coronavirus con la peste a Venezia che fece oltre 80.000 morti e come Venezia fece fronte  inventando la quarantena e i Lazzareti, luoghi isolati dove gli infetti o presunti tali venivano messi in quarantena. Durata del video: 10 minuti. Ne vale la pena . DQ

QUALORA TI SIA PIACIUTO GIRALO AD AMICI, CLIENTI, FORNITORI … il link è questo http://www.life.it/1/coronavirus-e-la-peste-a-venezia/   copia, incolla e vai

Coronavirus: cosa ci nascondono?

Sin dall’inizio della questione è apparso più evidente l’effetto mediatico che quello epidemiologico.

Sembra una rincorsa delle istituzioni centrali, a ristabilire la gerarchia del potere. Continua a leggere

Democrazia sospesa (video)

Cosa si nasconde dietro l’emergenza coronavirus e l’arrivo in Europa di 20.000 soldati USA?

La Costituzione italiana, purché si possa invocare come simbolo di democrazia, è sospesa e con essa la sua democrazia.

La causa di questa sospensione è attribuibile al coronavirus: ma quale relazione c’è tra questi fatti e l’invio in Europa di 20.000 soldati americani esentati da ogni protocollo di autodifesa dell’aggressivo virus? Continua a leggere

LIFE e Autovelox a Rete Veneta (video)

LIFE contro i sindaci che fanno cassa a danno degli automobilisti

Un Giorgio Vigni (Consigliere LIFE Treviso) incontenibile nella trasmissione FOCUS di ReteVeneta del 6 febbraio 2020, condotta da Bacialli.

Senza peli sulla lingua accusa quei sindaci che per ovviare ai mancati trasferimenti da Roma decidono di far quadrare i bilanci grazie all’autovelox, fuori norma nel 100% dei casi.

Autovelox e etilometro, due facce della stessa medaglia: quando a pagare, una, due, tre … volte sono sempre chiamati i cittadini.

Basta!

Per chi non avesse seguito la trasmissione, gli interventi di Vigni si trovano nel video riproposto ai minuti 34:45 – 1:24:47 – 1:51

Buon divertimento

Daniele Quaglia

Sostituzione etnica

VIDEO – Il Governo dell’Europa mira all’annullamento dell’identità dei popoli autoctoni, al disegno di sostituzione etnica, alla creazione del caos a cui seguirà un nuovo ordine paradossalmente protettore Continua a leggere

Euro: un progetto destabilizzatore

VIDEO

Interessante questa ipotesi di una cupola composta da CIA e oligarchie finanziarie, avallata da prove documentali, che terrebbero in scacco il destino dei popoli.  Un tempo si sarebbe parlato di massoneria Continua a leggere

Fabio Calzavara: l’attualità del suo pensiero

L’attualità del pensiero di Fabio traspare eloquente in questo suo (video) intervento di 10 minuti, del 20 giugno 1996, alla Camera dei Deputati.

Da italofono per cultura di famiglia a venetofono per scelta consapevole, dal’italianità per jus soli alle radici venete per jus sanguinis, la difesa della lingua veneta, la denuncia del colonialismo razzista dello Stato Continua a leggere

L’estremo saluto al grido “San Marco”

Siamo venuti a salutarti per l’ultima volta in chiesa ad Istrana anche se in  quel preciso momento tu eri già cenere nel Paese che ti ha adottato.

Abbiamo parlato con i tuoi fratelli, commossi della nostra presenza e manifestato loro l’intenzione di effettuare un picchetto d’onore: cosa inusuale che potrebbe sembrare strumentalmente politica e confliggente con la riservatezza che queste situazioni reclamano. Continua a leggere

25 aprile 2019

Il 25 aprile del 2012 è stata ufficialmente sdoganata Piazza San Marco come luogo libero per manifestare l’antica tradizione veneta, non solo veneziana, di celebrare San Marco (per chi non lo sapesse è tuttora vietata in piazza San Marco l’esposizione di qualsiasi bandiera).

Ora sembra un diritto acquisito, ma quel 25 aprile 2012, a fronte di una cinquantina di dichirantisi Veneti, appartenenti ai gruppi Ultimi Veri Venexiani e LIFE-APV, si cotrapponevano altrettanti ligi tutori dell’ordine (taljani) , in divisa e non, che con la loro proverbiale bradipa lentezza, provvedevano a registrare le generalità dei potenziali criminali separatisti. Continua a leggere