Login

Newsletter

  • Users 504
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Ciao, come va? ..na merda!

E’ la risposta di Enrico Canel titolare della “Locanda da Condo” di Col San Martino, socio LIFE, interpellato per conoscere le difficoltà che sta incontrando in questo momento.

Chiuso da fine febbraio 2020 da allora hanno percepito in due 9.000 euro di ristori che non sono stati sufficienti per pagare le spese correnti che, nonostante tutto, continuano a decorrere.

Aveva tre dipendenti con contratto a termine conclusosi, per fortuna, poco prima della chiusura e per fortuna il locale è di proprietà altrimenti con un affitto da pagare …..

Il suo locale lavora con le festività e se c’è un periodo di scarso lavoro è l’estate …. proprio quando la gente era libera di muoversi per la sospensione del lockdown, in pratica è chiuso da 1 anno.

La sua è una clientela che viene da fuori, quindi gli è impossibile poter lavorare per l’asporto anche se, per evitare la depressione, la domenica scalda le padelle come la scorsa che con l’asporto ha realizzato 200 euro; nemmeno le spese.

Ho i congelatori pieni: tutti i capretti acquistati per Pasqua e tutte le altre carni acquistate su prenotazioni di cene mai consumate.

L’unica cosa positiva è che di sicuro non morirò di fame, ma quando scadrà la sospensione di mutui, cartelle esattoriali, tasse … come faremo ad affrontarli senza un soldo in cassa?

Chiederemo mutui per pagare le tasse?

Ancor peggio, la situazione di Maurizio Bassetto, titolare del ristorante “da Maurizio” di Cimadolmo, anche lui socio LIFE.

Chiuso dal 29 febbraio 2020, pensionato con 582 euro mensili non ha percepito alcun ristoro a causa di alcune pendenze fiscali e per le due cameriere in cassa integrazione ha dovuto anticipare 3.000 euro.

Anche il suo ristorante ha nell’estate il periodo critico che coincide con la chiusura da cui nessun beneficio dalla sospensione del lockdown.

La domenica non resiste al richiamo delle pentole e prepara la faraona per qualche amico che se la porta a casa col rischio che qualcuno non passi nemmeno a ritirarla come successo domenica scorsa.

Ha anche aderito all’iniziativa “io apro” ma nessuno si è presentato nemmeno quei pochi amici che avevano garantito la loro presenza; non gli è rimasto altro che fare un cin cin solitario,

Una disperazione!

Commiatandomi gli chiedo se condivide l’espressione che Enrico Canel ha proferito quando l’ho chiamato “Na merda” e Maurizio, si, è una merda.

Daniele Quaglia

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
bassetto maurizio
bassetto maurizio
5 mesi fa

E’ la verita’… ma non sarebbe niente se fosse finita quì…. secondo mè non siamo arrivati neanche alla META’ della crisi economica!!!! E’ da qualche anno che dico, stiamo arrivando come la GRECIA… che nessuno più parla.. Li continuano a morire per non aver i soldi per CURARSI… Altro che MORTI PER COVIT!!!! Quì stiamo già a questi termini!!!
Questa è una vera GUERRA non fatta con bombe ma tra il terrorismo mediatico – cure sbagliate e VACINIIIIIIII… IN GRANDE QUANTITA’… di tutti i tipiii…