Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,106
  • Comments 1,428
  • Pages 9

Congiunti? Com’è difficile essere chiari

Dal 4 maggio si possono visitare i congiunti … ma chi sono?

E’ proverbiale l’ambiguità della lingua italiana per cui basta spostare una virgola per cambiare letteralmente il significato di un discorso.

Una volta, il Giudice Nordio, intervenuto ad un incontro LIFE si soffermava su questo aspetto e citava come esempio il verdetto di una sentenza che cambiando semplicemente la posizione della virgola avrebbe determinato l’assoluzione o la morte del giudicato: Innocente, no impiccarlo è la sentenza che prevedeva l’assoluzione ma, riportata dagli scrivani con diversa punteggiatura Innocente no, impiccarlo avrebbe determinato la condanna a morte di un innocente.

E la cosa si ripete all’infinito nella trascrizione delle norme che dovendo regolare la vita dei cittadini dovrebbero essere chiare ma che, invece, chiare non lo sono mai (volutamente) lasciando il cittadino in balia delle interpretazioni di frustrati tutori dell’ordine che scaricano tutto il loro disagio sociale su liberi cittadini.

Per l’ennesima volta la questione si ripresenterà quando cittadini si sposteranno dalla loro casa per visitare, dopo due mesi di clausura, i loro congiunti e frustrati tutori dell’ordine dovranno indagare per stabilire se i destinatari della loro visita possono considerarsi “congiunti”.

Ne vedremo delle belle.

Robe da matti che succedono solo perché i cittadini consentono di essere governati da emeriti schizofrenici.

Daniele Quaglia

chi sono i congiunti leggi la notizia https://www.adnkronos.com/fatti/politica/2020/05/02/congiunti-chi-sono-palazzo-chigi-chiarezza_FumLKPx6yL8w1crlS6ARqI.html?refresh_ce

Una risposta a Congiunti? Com’è difficile essere chiari

  • Valentino perin scrive:

    Le forze dell’ ordine impiegate ai controlli sono “ pubblico ufficiale” e quando sbagliano non pagano il danno che provocano ai cittadini. Sappiamo che gli italiani sono “ furbetti” poi ci sono ( la maggioranza) dei cittadini che hanno problemi e non riescono a spiegare e a giustificare il motivo del contesto. Il mio libro denuncia : “Veneto, lavora e tasi “ ha già 20 anni ed e’ ancora attuale ! Purtroppo manca il buonsenso ! Buon lavoro. V P

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.