Login

Newsletter

  • Users 504
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Contro la Camera di Commercio

Campagne
CAMERA DI COMMERCIO
Lotta all’abuso sui diritti camerali
“Ormai non è più una questione di principio per cui si continua a pagare o a non pagare il ‘diritto camerale’ e neppure una questione di legittimità, dubbia o indubbia, di tale tributo preteso dalle Camere di Commercio che, indipendentemente da come andranno a finire le azioni giudiziarie promosse dal LIFE, rimarrà sempre un mostriciattolo inventato per tenere in vita un carrozzone inutile come la Camera di Commercio, piazzola di sosta per politici trombati o in erba, realtà pseudo politica per creare posti di lavoro inutili e mezzo di finanziamento e sostentamento per associazioni allineate.
E’ una questione di GIUSTIZIA”. (Daniele Quaglia, Presidente LIFE TV)
Sintesi dal 1998 al 2006
PANORAMA DI 8 ANNI DI BATTAGLIE LEGALI

Nell’arco di 8 anni, è stata citata in giudizio la Camera di Commercio, in ordine, presso:

– il Giudice di Pace

– la Commissione Tributaria Regionale

– il Giudice Ordinario

– la Corte d’Appello

– la Suprema Corte di Cassazione.

RICHIESTE:

LIFE ha chiesto ai giudici di valutare se la Camera di Commercio svolgesse effettivamente quelle attività promozionali che avrebbero dovuto legittimare il “diritto camerale”, e se comunque il “diritto camerale” non fosse in contrasto con quanto disposto dalla Direttiva Europea 335/69 art. 10.

ESITI DELLE CAUSE INTENTATE DA LIFE presso gli organi competenti di Treviso-Venezia:

Nessuno dei giudici interpellati ha mai emesso una sentenza in merito: spesso si è dichiarato non competente, a volte è entrato oltre le questioni sollevate dalle parti agendo “ultra petita” o ignorando l’illegittimità dell’atto di costituzione della Camera di Commercio perchè fuori termine e quindi decaduta. In compenso sono arrivate quattro condanne a rifondere le spese alla Camera di Commercio, con conseguente pignoramento dei mobili in sede LIFE.

ESITI DI ALTRE CAUSE CONTRO LA CCIAA:

Nelle città di Foggia e Caltanissetta alcune aziende hanno fanno ricorso contro la Camera di Commercio. Il giudice ordinario di Caltanissetta e la Commissione Tributaria di Foggia, in primo grado, hanno riconosciuto illegittimo il “diritto camerale” per palese violazione della Direttiva Europea 335/69 art. 10, e condannato la Camera di Commercio alla restituzione di quanto incassato dalle aziende.

18 novembre 2002
Istituto giudicante: Tribunale Ordinario di Caltanissetta sede Civile

Fotocopia estratto sentenza ufficiale Tribunale di Caltanissetta
Fotocopia estratto sentenza Tribunale di Caltanissetta con motivazioni
Calpestati i nostri diritti, la nostra dignità, il nostro lavoro
SCIOPERO DELLA FAME CONTRO LA CCIAA
NESSUNA CONDANNA PER LA CCIAA NEL NORD… A Treviso, Venezia, Udine, Pordenone, e anche a Milano, sono state avviate da LIFE azioni giudiziare contro la Camera di Commercio presso le sedi competenti, tutte con la medesima motivazione: ottenere il riconoscimento dell’illegittimità delle quote annue obbligatorie di iscrizione all’Ente.
In nessuno di questi procedimenti la Camera di Commercio ha subito condanne.

… E DUE CONDANNE EFFETTIVE NEL SUD

Tutto questo mentre a Foggia e Caltanissetta la Camera di Commercio è stata condannata a rifondere le quote.

QUESTA NON E’ GIUSTIZIA!

Si profila quindi una palese iniquità di giudizio da parte degli organi preposti. Per questa ragione dal 24 Maggio 2005 in Piazza Borsa a Treviso, alcuni imprenditori associati LIFE hanno tenuto un PRESIDIO AD OLTRANZA. Daniele Quaglia di Spresiano (TV), Yader Contini di Mestre e Danilo Biffis di Breda di Piave (TV) hanno iniziato uno sciopero della fame durato 9 giorni.

PERCHE’ LO SCIOPERO DELLA FAME?

LIFE ha voluto così sensibilizzare opinione pubblica e autorità sulla violazione dei diritti perpetrata dalle stesse istituzioni pubbliche locali e nazionali contro piccoli imprenditori e lavoratori autonomi, e il LIFE in quanto sindacato che li rappresenta.

Nella foto, da sinistra i soci Contini, Quaglia e Biffis presenti al presidio di Treviso


I commenti sono chiusi.