Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,106
  • Comments 1,428
  • Pages 9

Covid19: le cose che non ci dicono

L’AIFA contro l’uso del farmaco che guarisce da covid19; I tempi lunghi per tampone e reperimento del farmaco possono uccidere; Il lockdown non riduce i ricoveri in ospedale; Un farmaco efficace ma che costa poco … non può essere usato.

C’è un farmaco brevemente chiamato clorochina (Plaquenil, lo stesso citato dal nostro amico sindaco e medico Riccardo Szumski per curare i suoi pazienti) usato, per intuizione, da un sempre maggior numero di medici e di strutture, su pazienti positivi al covid19, con risultati strepitosi perché i pazienti vengono curati a casa e si riduce di oltre il 90% il numero degli ospedalizzati e dei morti.

Però c’è un ma!

La burocrazia, con le sue profonde radici in Roma, nel governo e nei ministeri che libera tutto il suo potenziale per dimostrare chi comanda.

Nella pratica, i risultati di questa terapia farmacologica sono straordinari, ma:

  1. l’AIFA (Agenzia Italiana per il Farmaco) che non ha ancora sperimentato questa specifica applicazione di un farmaco conosciuto come anti reumatoide da oltre 70 anni, frena gli entusiasmi mettendo in guardia da “possibili” effetti collaterali;
  2. poi ci sono i tempi biblici, tre giorni per un tampone e alcuni altri giorni per ottenere la clorichina dalla farmacia mentre il paziente aspetta e rischia l’aggravarsi del quadro clinico;
  3. per ultimo, il calo del numero dei ricoveri viene attribuito (da governo &) al lockdown, smentito dal fatto che mentre in tutta l’Emilia Romagna si applicavano i protocolli ufficiali e gli ospedalizzati crescevano esponenzialmente, ad Imola si adottava la clorochina con diminuzione vertiginosa di ospedalizzati e morti.

Il grosso handicap della clorochina che procura si tanti nemici al suo utilizzo?

Il costo: poco più di 10 euro per un intero ciclo.

Ciò non permette a burocrati, politici e maneggioni di vario tipo la realizzazione dei loro mal celati sogni.

Daniele Quaglia

leggi la notizia https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/04/28/coronavirus-da-nord-a-sud-1039-pazienti-trattati-a-casa-con-idrossiclorochina-il-punto-sulla-sperimentazione-crollo-dei-ricoveri/5783544/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.