Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,185
  • Comments 1,528
  • Pages 9

Debito pubblico: non lo pagherete con le nostre case, f.to GRA-LIFE (Gruppi Resistenza Attiva)

Si è tenuto ieri sera, 21 maggio 2013 a Spresiano in una sede LIFE gremita, il primo direttivo di Life Veneto a Presidenza Chiavegato. Ecco un succinto resoconto di quanto trattato

Difenderemo le nostre case, le nostre aziende e i frutti del nostro lavoro non solo con le unghie e con  i denti, ma non difenderemo mai  gli opportunisti e gli ammanicati con il sistema.

I debiti che vengono fatti pesare solo sulle nostre spalle, sono stati creati da gente che ha fatto del malaffare e del malcostume politici l’unica ragione della loro  vita e noi, indefessi lavoratori non dobbiamo assolutamente e in nessuna forma contribuire a pianificare i bilanci fallimentari prodotti da inetti  devastatori che si autoattribuiscono  stipendi minimi da 15.000 € mensili fino a massimi vergognosamente illimitati.

Noooo!   Basta!

I partiti politici, per definizione diventano parte integrante del sistema politico,  corrotto e corruttore: un mondo di parassiti che sta prosciugando, fino all’ultima goccia, il sangue dei lavoratori dipendenti e indipendenti.

Per questo, LIFE apre le porte anche ai lavoratori dipendenti  che possono diventare soci simpatizzanti versando un contributo libero ed entrare così a far parte dei nuovi GRA (Gruppi di Resistenza Attiva).

I  GRA rappresentano l’evoluzione dei GIR (Gruppi di Intervento Rapido) che avevano esclusivamente una  funzione di interdizione nei confronti dei funzionari italiani in caso di controlli, ispezioni e azioni di riscossione.

La funzione di questi nuovi gruppi GRA  con militanza a carattere popolare si espanderanno, oltre alle già specifiche funzioni  dei GIR, anche   per difendere la proprietà di case, capannoni  e patrimoni, minacciati di esproprio proprio  da parte del  colpevole numero uno di questa situazione di crisi irreversibile che è lo Stato italiano, il quale  agisce attraverso uno stuolo di funzionari, non ancora pienamente consapevoli dell’associale  attività che svolgono e delle situazioni di disagio a cui  potrebbero andare incontro avendo la gran parte della popolazione, ostile.

Guerra civile? No! Si tratta solo di legittima difesa: se tu Stato sottrai a me e alla mia famiglia i mezzi di auto sostentamento, io, legittimamente e moralmente, ho il dovere di oppormi, di difendermi per tutelare me, i miei cari e per dare una mano anche a chi, ora,  mi è solidale e domani potrebbe  avere bisogno del mio aiuto.

Inutile dire che i GRA non saranno disponibili ad intervenire in favore di chi non fa parte di LIFE.

MESSAGGIO N.1: LIFE è da considerare alla stregua di una RC auto; in caso di incidente, l’Assicurazione  risponde solo per coloro che sono in regola con il pagamento della polizza.Chi avrà la polizza LIFE in regola  potrà  usufruire della solidarietà  dei GRA, Gruppi di Resistenza Attiva.

MESSAGGIO N.2: i gabellieri di questo Stato, in divisa e non, sappiano che LIFE, da oggi in poi, sarà sempre in agguato, mimetizzato tra i deboli, tra quelle prede miti e facili  da spogliare. Sarà impalcabile e non avrà pietà  nei confronti dei  prepotenti.

Daniele Quaglia

un minuto di silenzio per le vittime dello Stato

15 risposte a Debito pubblico: non lo pagherete con le nostre case, f.to GRA-LIFE (Gruppi Resistenza Attiva)

  • Giorgio Masocco scrive:

    Cari amici,

    è possibile destinare l’8 per mille alla Vs. associazione.

    E’ una vita che lotto contro la burocrazia, ma presumo siate gli unici a fare le mie medesime battaglie.

    Grazie, Giorgio, il Doge di Cantù.

    • daniele scrive:

      Ci abbiamo pensato più di qualche volta ma gli adempimenti burocratici da svolgere ci hanno sempre scoraggiati.Cmq per chi volesse fare una donazione, in home page si possono trovare le coordinate bancarie e, se fatta come quota associativa sindacale è deducibile previa ricevuta LIFE.
      QD

  • simona scrive:

    Sono stato molto contento di aver trovato questo sito. Voglio dire grazie per il vostro tempo per questa lettura meravigliosa! Io sicuramente mi sto godendo ogni post e ho gia’ salvato il sito tra i segnalibri per non perdermi nulla!

  • marta scrive:

    Posso solo dire con sollievo che ho trovato qualcuno che sa realmente di cosa sta parlando! Lei sicuramente sa come portare un problema alla luce e renderlo importante. Altre persone hanno bisogno di leggere questo e capire questo lato della storia.

  • paola scrive:

    Molto bello il blog… pero’ aspetto nuovi post, e’ da troppo tempo che non ci sono aggiornamenti. Vabbe’, intanto mi sono iscritto ai feed RSS, continuo a seguirvi!

  • greta scrive:

    Ottimo articolo, ne faro’ un punto di riferimento, chissa’ che quanto letto non possa aiutare anche me.

  • erika scrive:

    Behh io ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

  • alice scrive:

    e’ difficile trovare persone competenti su questo argomento, ma sembra che voi sappiate di cosa state parlando! Grazie

  • Maboba scrive:

    Sono pensionato. Ho assistito alla trasmissione “Quinta colonna”. Nonostante gli attacchi ricevuti per una uscita poco felice, ma del tutto marginale, la vostra azione è fondamentalmente giusta, anzi ora come ora, vista l’inerzia generale di partiti e media di fronte al vero problema di questo paese, è necessaria come l’aria che respiriamo. La speranza di questo paese è la presa di coscienza di tutti coloro che producono la ricchezza di questo paese che porti ad un’alleanza attiva, politica, elettorale e quant’altro, di imprenditori, dipendenti ed operai contro il vero nemico comune, lo stato burocratico e dissipatore di ricchezza, insomma lo “stato ladro”. Altrimenti a vincere sarà l’Italia statalista, clientelare, irriformabile dato che al centro di questo sistema, diventato potere, c’è la magistratura. Senza questa alleanza anche le scarse forze politiche consapevoli di questo, che al momento non hanno nessuna capacità né gli strumenti giusti per intervenire nei confronti di chi trae sostentamento e autorità da questo sistema, verranno sempre battute, e non ci potra essere un’uscita indolore dalla crisi. Continuate ad aiutare chi ha bisogno, ma cercate di creare aggregazioni sempre più vaste ed anche operazioni di disobbedienza fiscale su larga scala. Cosa potranno di fronte a centinaia di migliaia di “disobbedienti” organizzati?

  • traslochi-casa scrive:

    Behh io ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

  • VALERIO MENINI scrive:

    SONO CONTENTO DI SAPERE CHE LA LIFE ESISTE ANCORA PERCHE’ DA QUALCHE ANNO NON NE SENTIVO PARLARE .
    MI DOMANDO DA TANTO TEMPO , PERCHE’ NESSUNO ( PER NESSUNO INTENDO ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, )SPINGE VERSO UNA RIFORMA FISCALE CON LA QUALE I CITTADINI DI UNO STATO CIVILE ABBIANO LO STIMOLO SE NON LA CONSAPEVOLEZZA CHE PAGARE LE TASSE “GIUSTE” E’ UN ORGOGLIO , UN VANTO. QUANDO FINIRA’ IL PARADOSSALE LADROCINIO CUI SIAMO SOTTOPOSTI? PERCHE’ E’ PARADOSSALE DOVER PAGARE L’ 86 % ( SOMMANDO LE SCADENZE DI GIUGNO E NOVEMBRE ACCONTO SULL’ANNO A VENIRE) SULL’UTILE , SAPENDO CHE QUESTO BENEDETTO UTILE E’ COSTITUITO DA FATTORI CHE NON SONO SOLDI SUL CONTO CORRENTE, MA SPESSO SONO VALORI PRESSOCHE’ VIRTUALI . SONO INORRIDITO A SENTIRE CERTI SINDACALISTI INVOCARE LA GALERA PER GLI EVASORI, QUANDO LA SUDDETTA DOVREBBE ESSERE COMMINATA A COLORO CHE ISTIGANO E CREANO LE CONDIZIONI INDEROGABILI PER L’EVASIONE. BRAVI , MI AVETE PERMESSO DI DARE VOCE AL MIO RANCORE

  • maria scrive:

    Posso solo dire con sollievo che ho trovato qualcuno che sa realmente di cosa sta parlando! Lei sicuramente sa come portare un problema alla luce e renderlo importante. Dovrebbero leggerlotutti per capire questo lato della faccenda.

  • claudia scrive:

    Questo e’ il blog giusto per tutti coloro che vogliono capire qualcosa su questo argomento. Trovo quasi difficile discutere con te (cosa che però in realta’ vorrei… haha). Avete sicuramente dato nuova vita a un tema di cui si e’ parlato per anni. Grandi cose, semplicemente fantastico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.