Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,104
  • Comments 1,426
  • Pages 9

DEMOCRATICAMENTE SCHIAVI, RIVOLUZIONARIAMENTE LIBERI

In Italia 22,3 milioni sono gli occupati ufficiali, ma 5 milioni di questi sono statali, parastatali e politici che non producono ricchezza, anzi la sottraggono.

Quindi chi crea PIL sono 17,3 milioni di lavoratori (22,3-5=17,3) che permettono il mantenimento di 16,5 milioni di pensionati, di 5 milioni di statali, parastatali e politici, di 23 milioni di non occupati a vario titolo e di un numero inestimabile di clandestini assistiti.

50 milioni sono gli aventi diritto al voto.

Se tutti i 17,3 milioni di muli lavoranti votassero democraticamente per cambiare lo stato delle cose, si troverebbero contro gli altri 32,7 milioni, democraticamente interessati che nulla cambi.

Democraticamente schiavi!

Chi lavora, per cambiare, ha tre alternative:

1. Smettere di lavorare per protesta;

2. Continuare a lavorare ma smettere di pagare le tasse per disobbedienza;

3. Agire senza avere la maggioranza, per dare vita ad una RIVOLUZIONE che dia facoltà di decidere la politica solo a chi lavora e mantiene tutti gli altri, ponendo finalmente fine ad una democrazia schiavista.

Daniele Quaglia

4 risposte a DEMOCRATICAMENTE SCHIAVI, RIVOLUZIONARIAMENTE LIBERI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Commenti recenti