Login

Newsletter

  • Users 92
  • Posts 1,135
  • Comments 1,459
  • Pages 9

Disastro colposo del governo

Non è covid19 il killer, il colpevole di questa immane tragedia umana, sociale ed economica è unicamente il governo.

Non saremo diplomatici in queste poche righe perché i fatti accaduti sono di una gravità estrema, equiparabili a crimini contro l’umanità.

Che qualcosa fosse poco limpido nella gestione della strana emergenza covid19 lo avevamo capito già dall’inizio quando ipotizzavamo (vedi qui https://www.life.it/1/le-banconote-trasmettono-il-virus/ ) che questo virus, eliminando in gran parte  pensionati, potesse costituire una manna per i conti INPS e desse agli statalisti al governo l’opportunità di eliminare finalmente il contante, col pretesto di essere un veicolo di contagio.

Poi, tutto d’un colpo arriva un gran numero di morti, i cimiteri in tilt, i camion dell’esercito per trasportare le bare ai forni crematori, il chiudi tutto … una tragedia che ha un legame diretto con le direttive del governo sui protocolli previsti nelle diagnosi e nelle terapie, fino al divieto di effettuare autopsie che avrebbero fatto luce sulle effettive cause dei decessi.

Ma il governo dice di non aver mai vietato le autopsie con la famosa circolare incriminata e, di fatto, nel testo è usato il condizionale “ …. non si dovrebbe procedere all’esecuzione di  autopsie …”  (vedi pag.4 C punti 1 e 2 della circolare del Ministero della salute covid-19–circolare-del-ministero-della-salutepdf2)  che lessicalmente costituisce un consiglio ma, nel linguaggio politichese, è il modo classico per scaricare qualsiasi colpa ad altri e riservare tutti i meriti a sé stessi.

Ammettiamo per assurdo, che i medici avessero eseguito l’autopsia a tutti i deceduti contravvenendo ai “consigli” e in concomitanza, casualmente, fossero scoppiati focolai ovunque … il governo avrebbe dato esclusivamente la colpa ai medici,che erano stati avvertiti del pericolo; se invece, grazie al “divieto” osservato, i contagi si fossero casualmente fermati, il merito sarebbe stato esclusivamente del governo

E’ assodato, però, che il politichese non esime dalle responsabilità e il governo deve rispondere delle sue colpe per le diagnosi sbagliate, per le terapie di sterminio adottate, per migliaia di morti, per occultamento di cadaveri, per distruzione delle prove di reato, per il divieto di eseguire le autopsie e per disastro economico colposo.

Inebriati dal potere, invece di rispondere tergiversano su proroghe di chiusura, sull’obbligo di mascherine, sulle distanze da mantenere in qualunque posto, anche a letto con l’amante, a quali imprenditori elemosinare i 600 euro … circonvenendo un’opinione pubblica inibita da un terroristico bombardamento mediatico e dimostrando di non comprendere (o nascondere?) le gravissime conseguenze delle loro disgraziate decisioni politiche.

Non si possono sottrarre all’infinito alle loro responsabilità e prima o poi dovranno risponderne; per loro sarà una nuova Norimberga.

Daniele Quaglia

vedi anche https://www.affaritaliani.it/politica/covid-mancate-autopsie-finche-c-e-vita-non-c-e-speranza-675442.html

Una risposta a Disastro colposo del governo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.