Login

Newsletter

  • Users 218
  • Posts 1,281
  • Comments 1,692
  • Pages 9

Archivi

Etilometro: come un astemio risulta ubriaco

Giorgio Marcon, ex militante LIFE da sempre ha fatto sua la lotta contro gli abusi a danno degli automobilisti, abusi perpetrati prima con gli autovelox “selvaggi”, lotta che gli ha riservato non poche soddisfazioni ed ora con gli etilometri che secondo Giorgio Marcon quasi sempre rilevano dati gravemente discordanti da quelli, incontestabili, ottenuti con l’esame del sangue. Grazie a Giorgio Marcon si apre la possibilità di una efficace difesa, per chi cade in tali accertamenti con conseguenze spesso sconvolgenti.   Daniele Quaglia

Tratto da http://www.studiocataldi.it/articoli/20489-l-etilometro-strumento-inidoneo-per-rilevare-la-percentuale-di-alcool-nel-sangue-la-denuncia-dell-esperto.asp

E’ possibile risultare positivi all’etilometro senza avere assunto bevande alcoliche?

A quanto pare sì! E’ quanto denuncia Giorgio Marcon (Coordinatore tecnico del Coordinamento Nazionale per la Sicurezza a 360°) che in una consulenza tecnica d’ufficio spiega, nei dettagli, le ragioni per cui questo strumento non è in grado di dare risultati corretti.

Il consulente, che oltretutto ha conseguito il premio ONPS presso la Camera dei Deputati per la condivisione dei comuni obiettivi di legalità, sicurezza e sviluppo, ha illustrato nei dettagli quali sono i problemi di fondo degli etilometri: questi strumenti non sono in grado di sapere quanto sangue c’è in una persona e quindi, per calcolare la percentuale di alcol nel sangue (il c.d. dato “grammi per litro”), si deve “presumere” che il soggetto sottoposto al test abbia un determinato volume di sangue. Volume che però cambia da persona a persona.

Come si legge nella perizia qui sotto allegata: “Nessuno strumento con rilievo empirico riesce a determinare la reale quantità di litri di sangue nel corpo di una persona, per poi suddividere il rilevato in grammi litro“.

Il dato che viene poi calcolato da un software non risulta dunque essere attendibile e può generare numerosi “falsi positivi”.

Il consulente fa anche notare che l’etilometro non rileva direttamente la presenza di alcool nel sangue come accade nei normali esami di laboratorio, ma si limita a misurare la “densità” dell’espirato. Ma tale densità può essere influenzata da diversi fattori e non solo dall’alcool.

Nella sua perizia Marcon spiega nel dettaglio che:“l’alcol misurato dall’etilometro non proviene dagli alveoli polmonari che lo catturano dal sangue, ma attraverso uno scambio lungo il cavo orale. La concentrazione misurata non ha perciò nessun collegamento con la percentuale di alcol realmente presente nel sangue … (Prof. M. Hlastala, Dipartimento di Fisiologia, Biofisica e Medicina, Università dello Stato di Washington, Seattle (USA)).

La legge atta a scoprire e sanzionare i guidatori “ubriachi” si basa sulla quantificazione della concentrazione di alcol nel sangue, utilizzando però apparecchiature (ABT) che misurano la concentrazione di alcol nel fiato (che non ha nessun riflesso sulle capacità di guida).

Anche le variazioni minime di temperatura inoltre possono comportare margini di errore nelle misurazioni (fino al 20%)”.

Il consulente ha riferito di aver anche affrontato il caso di un automobilista astemio a cui l’etilometro aveva riscontrato un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge!

 

Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Beniamino
Beniamino
5 anni fa

c’è qualcosa che veramente sia fatto per la gente? qualcosa in queste normative, strumenti, leggi che VERAMENTE ABBIANO A CUORE IL POPOLO? tutto è creato per FREGARE soldi al popolo anche se presentate come cose utili per le persone, poi hanno questo solo ed unico scopo: FARE CASSA.

E’ ora di finirla con questi governi ILLEGITTIMI cattocomunisti che stanno dissanguando tutti…

franco
franco
5 anni fa

Che dire, credo che la maggior parte delle leggi italiane, siano prettamente ideate, e poi applicate dalle varie forze dell’ordine, in modo particolare nei riguardi degli automobilisti, solo per poterli alleggerire di qualche centinaio di euro con il consenso della legge, la sicurezza stradale si è dimostrata un modo estremamente efficace per togliere diritti e manipolare le persone con la scusa che è la legge che lo vuole e che poi è anche per il bene di tutti.

geremia
geremia
5 anni fa

xe na vita ke speto de farme controar co l’etilometro.
vist ke son astemio.
wsm Gerri

Caterina
3 anni fa

Io non ho mai bevuto alcool in vita mia,non mi piace proprio nemmeno l aceto come condimento,eppure risultavo positiva all etilometro integrato al navigatore,fortunatamente non sono mai stata analizzata dalle forze dell ordine ma mi sono sempre chiesta se magari detesto l alcool perché lo produco e che patologia potrebbe essere